Salta i links e vai al contenuto

La mia vita

Non sono mai stato considerato perchè ritenuto brutto, non alla moda, insomma uno che “sfigura” in compagnia. Alle superiori in classe eravamo tutti maschi (per 5 anni) e forse è stato un bene perchè non avrei sopportato di essere umiliato anche da qualche ragazza (nonostante qualche angheria l’abbia subita anche da amiche di miei compagni). Mi sono chiuso in me stesso, non avendo nessun amico con cui condividere nulla e nemmeno una ragazza.
Finite le superiori sono arrivato all’università dove (complice anche l’età) non ci si sfotte più come alle superiori ovviamente, ma ognuno ha la sua vita al proprio paese e si è amici solo per quanto riguarda lo studio, certo magari qualche volta si parla di cose un po’ più serie, ma non si può essere amici nel senso che intendo io (condividere esperienze, uscire insieme, passare tempo in compagnia ecc…). Mi è capitato però di non essere considerato normale nemmeno all’università, infatti quando tutti mi raccontano di avere amici, di uscire il sabato sera, delle loro ragazze… ecco io non ho nulla da raccontare perchè non ho fatto nulla, non ho amici ne una ragazza. Esco ogni tanto con un mio amico, ma che per motivi di università studia a torino e lo vedo solo nel weekend e poi diciamo che è un ragazzo che cerca ragazze un po’ diverse da quelle che cerco io, per esempio io in discoteca non la cercherei mai…so che non è giusto fare di tutta un erba un fascio, però la maggior parte di quelle ragazze è lì o per divertirsi con le amiche e basta oppure perchè vuole un ragazzo “da una sera” e non sono di quelli…e soprattutto cercano solo supefighi coi quali non reggerei manco il confronto.
Comunque tornando all’università…vi spiego esattamente qual è stato il mio percorso di studi:

1° Anno (2003-2004) : Politecnico di Torino (Sede di Vercelli) e lì facevo Ingegneria informatica, ma poi non mi trovavo e allora ho perso quell’anno ed ho cambiato università

2° Anno (2004-2005): Università degli Studi di Milano e qui ho ricominciato dal primo anno Informatica
3° Anno (2005-2006): Università degli Studi di Milano fatto il secondo anno di Informatica
4° Anno (2006-2007): Università degli Studi di Milano fatto il terzo anno di Informatica e mi sono laureato ad Ottobre 2007
5° Anno (2007-oggi): Università degli Studi di Milano iniziato il primo anno della specialistica di Informatica

Dopo l’anno perso a Vercelli inutilmente ero a pezzi, oltre che per la solitudine, la mancanza di affetti, di amici, dell’amore…anche perchè litigavo coi miei in quanto l’università non riuscivo ad affrontarla, e ho pensato seriamente che forse sarei finito a lavorare, poi la decisione di cambiare che non è stata facile.
Il primo anno a milano è iniziato con una grande paura, quella di non farcela dopo la batosta presa al Politecnico, ma anche con una gran voglia di riscattare quel fallimento, infatti riuscii entro l’estate del 2005 a dare tutti gli esami del primo anno (diciamo che in quel periodo i problemi affettivi si facevano sentire, ma ero più concentrato sullo studio in quanto non potevo perdere di vista l’università). Nell’estate 2005 però essendo libero da esami i problemi affettivi riaffiorano, e sul finire dell’estate ero distrutto come gli anni delle superiori. Pensavo molto a togliermi la vita, il dolore di sentire tutti intorno che si divertivano, ma soprattutto che avevano già avuto molte esperienze che non avevo mai fatto mi faceva impazzire (non che ora mi senta molto diversamente, ma almeno una ragazza l’ho avuta…). Così cominciai a chattare su un sito (www.dediche.it), e verso la fine di agosto conobbi Loretta, una ragazza che abitava in un paese distante da Novara, ma che conoscevo perchè per caso un mio ex-compagno di Vercelli era proprio dello stesso paesino. Così ci scambiammo il numero di cellulare, e in una settimana ci incontrammo a Vercelli ovviamente (penso sempre che dio abbia voluto farmi perdere un anno per farmi conoscere quella città altrimenti in chat non avrei mai chiesto se c’erano ragazze di quella zona…), ci siamo piaciuti e innamorati…però sono saltati fuori alcuni problemi dopo un po’, non dipendenti da noi.
A parte la differenza di età, lei nel 2005 aveva 14 anni, io 21, ma abbiamo deciso di mettere da parte questa cosa. Il problema vero è che suo padre non voleva che Loretta avesse un ragazzo, così che per i successivi 2 anni e mezzo io e lei abbiamo SEMPRE dovuto incontrarci di nascosto, grazie all’aiuto di sua madre. Purtroppo ogni mia speranza che il problema si risolvesse è stata vana, tanto che ancora adesso mentre vi sto scrivendo lei non può vedere alcun ragazzo. Nei 2 anni e mezzo passati con lei (immaginate le difficoltà…lei abita a 70 km di distanza, col vincolo di vedersi quando si può e non farsi scoprire) ho però avuto momenti felici ed altri tristi perchè se da un lato ero felice di aver trovato una ragazza che mi amasse ed accettasse per ciò che sono, dall’altra non abbiamo mai potuto uscire insieme nel modo tradizionale, dandoci appuntamenti ecc…
Potrei raccontarvi tante cose che sono successe per non farsi beccare da suo padre, tante lacrime piante sperando che la situazione migliorasse…e invece nulla, poi nel frattempo scoprii anche che suo padre è un uomo violento, abituato a disprezzare le donne, a comandare e a farsi obbedire (è un imprenditore e pensa che la sua famiglia gli debba tutto dato che è lui che “porta a casa la pagnotta” ).
Purtroppo l’anno scorso Loretta mi ha detto di non provare per me più quell’amore che provava all’inizio e che mi vede ormai solo come un amico, io già provato da tutte le peripezie per vederla degli anni passati e i sacrifici fatti per cercare di portare avanti una relazione con lei mi sono sentito franare la terra sotto i piedi. Non avrei mai pensato che dopo tutto quel tempo insieme potesse succedere, nonostante i miei genitori mi avessero messo in guardia sul fatto che lei era troppo giovane per me (è vero e lo sapevo, ma dato che anche lei aveva sofferto molto in casa, sia perchè suo padre la picchiava per sfogarsi dei suoi problemi sul lavoro, sia perchè i suoi litigavano sempre…e tanti altri motivi, io pensavo che fosse molto più matura…forse ho sperato troppo).
Alla fine ci siamo lasciati a dicembre dell’anno scorso, e io non mi sono ancora ripreso, o meglio diciamo che mi sto riprendendo nel senso che mi sono rassegnato all’idea di averla persa e che è ora di cercare un nuovo amore, ma con la paura di non trovarlo, dato che Loretta è stata l’unica che abbia mai avuto e l’ho conosciuta via chat!!! In realtà dal vivo io non so provarci con le ragazze, non so attirarle, non so farle ridere, insomma non mi cagano di striscio, sia per il mio aspetto, sia perchè forse la maggior parte mi considera sfigato dato che uno senza amici, che non esce mai e che di solito è triste come un gufo non attira nessuna. In realtà ho cercato ancora via chat di conoscere qualcuna, ma ho preso solo delusioni e fregature, una ragazza che si chiama Melissa che si era lasciata da poco col suo ragazzo e con cui ci trovavamo bene a parlare, scherzare e dopo che mi aveva invitato LEI (rimasi stupito…) ad uscire…mi ha detto di non volermi vedere perchè le mancava il suo ex…in seguito mi ha detto che non mi voleva nemmeno come amico (ma che le avrò fatto 🙁 ), un altra ragazza, Aurora che ho conosciuto sempre via internet è uscita con me 2 volte, mi ha detto che di carattere le piaccio, ma che “anche l’occhio vuole la sua parte” e pur sapendo che sono un bravo ragazzo rinuncia perchè ne vuole uno più carino. La storia di Aurora è terminata 4 settimane fa…ed è stata l’ennesima conferma-pugnalata che sono un brutto ragazzo…
Ecco vi ho raccontato praticamente tutta la mia vita….che strano ci sta tutta in una pagina tanto è stata intensa…
Grazie a tutti quelli che hanno avuto la pazienza di leggerla tutta…

Un abbraccio!

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

11 commenti a

La mia vita

Pagine: 1 2

  1. 1
    rosadeibanchi -

    O santo cielo! Sembra che la tua vita sia solo disgrazie e scarogne… ma, nonostante la tua visione pessimista, dal racconto arrivano anche cose positive.
    Certo la 14enne era osteggiata dal padre anche perché minorenne! Te lo sei posto il problema? e poi a quell’età, e anche alla tua, è facile che le cose cambino: si cresce, si conoscono altre persone, è normale che gli amori vadano e vengano.
    Ti descrivi una specie di mostricciattolo.. mah! Se ti ritieni così brutto, beh, perché non provi per esempio a fare sport, a migliorarti nel fisico e quindi anche nella mente, a stare con te stesso anche in solitudine, nella natura, cercando un po’ anche la contemplazione, che placa l’anima. Vai in montagna, iscriviti a qualche associazione, datti delle opportunità, viaggia da solo (si può anche con pochi soldi, con tenda e sacco a pelo), scopri nuovi orizzonti.
    Sento nella tua lettera qualcosa di troppo ristretto, circoscritto al piccolo quotidiano, eppure basta alzare lo sguardo, il mondo è pieno di opportunità di conoscenza, relazione, scoperta.
    Le donne contemporanee sono persone indipendenti, autonome, sei sicuro che tutta la tua sfiga non dipenda da un eccessivo attaccamento, una troppa adesione, magari un po’ soffocante per l’altro? Nell’altro si può trovare un appagamento affettivo, e/o anche un’affinità di visione del mondo, ma con le proprie autonomie, perché si possa crescere e far crescere la relazione. Se ci si intorta su se stessi e non si alza mai lo sguardo, beh, i rapporti troppo adesivi alla fine scoppiano.

  2. 2
    ...giusy... -

    ciao sono giusy…comunque volevo dirti che per la tua storia sono rimansta senza parole…mi dispiace..non disperarti tanto prima o poi, quando meno te lo aspetti arriva la persona giusta al momento giusto!!! e non fregartene se le persone ti giudicano brutto l’importante è avere fiducia in se stesso..anche io non sono un granchè ma per me sono la più bella del mondo…!!!!ho avuto tante batoste dai ragazzi ma pian piano le ho superate ed ora sono single e non mi importa…non ho fretta a trovare un’altra persona perchè primo ho 17 anni ed ho una vita davanti e secondo mi diverto tanto con i miei amici e le mie amiche…!!!ora ti lascio ciao ciao un bacio

  3. 3
    guerriero -

    amico mio, lascia stare le chat, cambia vita, rimettiti a posto e rinnova il look, iscriviti in palestra e curati di +.
    Cerca di frequeatare posti in cui poi fare amicizie di vario genere.Tu hai solo un po di paura, timidezza e poca autostima, tutto qui.
    Ognuno ha le sue armi di seduzione, tu guardati dentro e scopri le tue, prima o poi una la becchi.

  4. 4
    Rospo -

    Carissimo, non ti abbattere! Te lo dice un “brutto” come pensi di essere tu, ma molto più vecchio e, quindi, presumibilmente, ancora più brutto. Hai soltanto incontrato una ragazza, questa Aurora, che non ha saputo guardare oltre l’aspetto esteriore.
    Vedrai che incontrerai una donna che saprà vedere nel tuo cuore e nel tuo animo, scoprendo le tue qualità umane, morali e spirituali.
    Devi soltanto essere forte e conservare la speranza.
    Ti sono vicino e ricambio il tuo abbraccio.
    Ciao!

  5. 5
    Giacomo -

    beh io ti posso dire 4 cose:
    1) sei un ragazzo sensibile e non banale
    2) hai dimostrato in passato che riesci a superare momenti duri quando ti metti di impegno
    3) hai una laurea importante e tra poco avrai anche quella specialistica e quindi puoi farti una posizione lavorativa buona
    4) l’aspetto estetico è solo metà dell’opera per conquistare, e inoltre si può migliorare in molti modi (vestiti giusti, taglio giusto di capelli, dettagli giusti). Per imparare a “saperci fare” ti consiglio il corso di seduzione di Carlo Della Torre.

  6. 6
    tyzershady -

    Grazie delle vostre risposte, ora che ci penso non ho scritto che ormai ho 24 anni.
    Ho messo anche qualche foto su badoo, forse tanti mi diranno sei un fake, non è vero, sei normale ecc…però quello che ho scritto è vero.

    http://01055487662.us1.badoo.com/

    Purtroppo oggi alle ragazze non bastano nemmeno più i ragazzi normali…e io vedo solo nero all’orizzonte.
    La mia ex era molto matura per la sua età, in casa aiutava,lavava,cucinava e badava alle sue sorelline, aiutava il padre nell’azienda di famiglia imparando a tenere la contabilità, pur potendoselo permettere non ha mai vestito in modo costoso o per farsi vedere, era una ragazza semplice. Il padre per tutta ricompensa l’ha sempre mortificata e spesso picchiata (anche solo per nervosismo). Il problema dell’età me lo sono posto, ma non sono un delinquente uff 🙁 comunque è acqua passata…

    Amo lo sport e ne faccio già, sia corsa che pesi anche se purtroppo non posso dedicargli tutto il tempo che vorrei 🙁

    Grazie a tutti…più risposte sento e meno mi sento solo…

  7. 7
    asia -

    d’accordissimo con guerriero.
    Credere in se stessi è fondamentale!

  8. 8
    guerriero -

    tyzershady, hai lo sguardo buono è sincero,ma poca fiducia in te stesso.
    Ti dico da maschio che c’è molto ma molto di peggio. Fisicamente il rapporto peso altezza va bene, ti consiglio vivamente la palestra, iscriviti ad ottobre e continua con volontà e tenacia sino a maggio; con un bel programmino ad hoc vedrai in pochi mesi come ti trasformi.
    Usa le armi che hai, alle donne piace anche la persona intelligente e colta, nn per forza gli sbarbatelli senza cervello, poi ovviamente c’è donna e donna, tu devi pescare nel fiume giusto

  9. 9
    Psico-Patìk -

    Gentilissimo Tyzershady…

    Ho letto attentamente la tua riflessione personale circa la tua vita…
    Ma certo che qualcosa non va, caro ragazzo, sei tu che ti disistimi e non ti piaci per come sei e questo alla fine DEVE per forza di cose andare ad influire sul rapporto con gli altri, con TUTTI gli altri, sia maschi che femmine.
    Non credo affatto che l’aspetto possa irrimediabilmente porre fine ad ogni rapporto sociale, d’amore o d’amicizia che sia. E’ solo una tua convinzione errata.
    Essere brutti non significa essere esclusi, questo dipende dalla persona, cioè da TE.

    E perdiamine cosa sarà questo fatto di abbatterti così perchè una ragazza ti ha detto che sei…”poco carino o poco bello”?… fossi in te gioirei se quella ragazza ti ha lasciato visto che non è per nulla dotata di bon-ton e buon senso. Una ragazza veramente dotata di sufficiente intelligenza avrebbe tenuto conto di altri fattori, quello del buon carattere di qualcuno, quello della voglia di costruire qualcosa di positivo insieme e non dare importanza all’aspetto solo esteriore….ma cosa voleva quella lì? Un ragazzo bellissimo da mostrare alle amiche e poter dire: “Guarda qui che bello” ?…E poi che se ne fa di un bellissimo uomo se quell’uomo è un “contenitore vuoto” ?…

    Ma dai, hai solo 24 anni e la vita ce l’hai davanti, non dietro accidenti. Che fretta hai?

    Cosa pensi che gli altri riescono meglio di te nella vita perchè più belli, sani e …nutrienti?…
    Chi ti scrive non è certo Alain Delon, ma ha comunque messo su famiglia nonostante i classici percorsi ad ostacoli che tutti abbiamo trovato durante la vita, soprattutto durante l’adolescenza e nei periodi immediatamente successivi come nel tuo caso.

    Ciò che ti manca (secondo quanto scrivi) non è “essere più bello” oppure “una ragazza che capisca”…
    Ciò che ti manca è AVERE FIDUCIA nelle tue capacità e possibilità che sai benissimo di averne a sufficienza, ma che purtroppo metti da parte per dare precedenza a fattori estetici e pseudo-personal-sociali.

    No, carissimo, nessuno ha il diritto di decidere che qualcuno va escluso perchè brutto, gobbo o ha il tic dell’occhio che salta.
    Nessuno deve sentirsi inferiore perchè qualcuno gli dice, mostrando “intelligenza-zero”, che preferisce un cretino ma che sia bello…(dopo ne pagherà le conseguenze).

    La vita è solo tua, ragazzo, prendi per mano la situazione e renditi conto che puoi arrivare lontano SOLO SE LO VUOI TU.

    (PS…meglio un “brutto con la testa sulle spalle”, che un “bellissimo senza testa”, e di donne che cercano qualcuno della prima opzione ce ne sono a josa, trovarle non è difficile, comunque saranno loro a trovare te.)

    Auguri, Ciao.

    Psico-Patìk

  10. 10
    elecina -

    Io sono carina.. almeno questo mi dicono le amiche, i ragazzi che incontro, gli amici, il mio massaggatore, i colleghi.. non ho mai avuto problemi ad avere un uomo, mai. Ma ora mi sento un brutto anatroccolo. Fisicamente sono uguale a quando avevo 18 anni, eppure sono convinta di non piacere davvero a nessuno e che nessuno potrà apprezzare sul serio. Penso che sceglieranno sempre un’altra a me e io rimarrò sempre sola. Eppure ho sempre avuto fiducia in me stessa… da vendere… mah!

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili