Salta i links e vai al contenuto

La manovra del popolo, e l’Italia sull’orlo del baratro

Lettere scritte dall'autore  antoniodamilano
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 12 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

23 commenti

Pagine: 1 2 3

  1. 21
    Attimo Ogi -

    Il reddito di cittadinanza va dato agli Italiani il cui NONNO o BISNONNO ha combattuto per questo paese nella prima/seconda guerra mondiale, non ha chi è residente da 10 anni.

    Altro esempio. Arriva uno stramiliardario che vive su uno yacht non registrato in italia. Non lavora, non ha conti in italia. Però è residente in Italia sulla carta. Valore ISEE zero. A lui diamo un aiuto da 780 euro al mese ???

    Per la serie: chi sono i cittadini italiani ? GLI ITALIANI NATI IN ITALIA FIGLI DI ITALIANI ! Non basta avere i documenti per essere “ITALIANI”.

    Davvero male…

  2. 22
    Attimo Ogi -

    Ieri di Maio ha precisato che il “reddito di cittadinanza” (che nulla ha a che vedere con il “reddito per gli italiani”), sarà concesso a persone praticamente senza redditi o case, e con un valore ISEE ridicolo.

    Sarà quindi una misura diversa da quella che molti cittadini aspettano.

    Forse avrà un vantaggio. Se davvero chi viene pagato non potrà dormire e dovrà andare a lavorare per lo stato, e a studiare per riqualificarsi, avremo meno gente ignorante e quindi migliore manodopera. In fondo ci sono molti italiani ZAVORRA che non sanno fare nulla e che quindi non possono offrirsi alle aziende in modo adeguato. Un pò di corsi di formazione potranno forse migliorare la situazione.

  3. 23
    Yog -

    Essì, i corsi di formazione miglioreranno al massimo la situazione dei cosiddetti formatori, ovvero di quegli sfigati reietti che vanno a insegnare nelle aule dei patronati ciò che non hanno mai visto nè praticato per uno stipendio risibile, tipo 1200 al mese. Con l’aggravante che ai formatori non danno l’assegno di cittadinanza perché hanno già i 1200 epperciò son ricchi.

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili