Salta i links e vai al contenuto

La fine di tutto

Lettere scritte dall'autore  

Salve sono una ragazza di diciotto anni, i miei problemi hanno origine fin dall’infanzia. Sono cresciuta con una madre affetta da una forte depressione e personalità bipolare.. Mi sono ritrovata troppo presto a fare da genitore alla mia stessa madre. Nel 2006 è stata ricoverata in un ospedale psichiatrico per un esaurimento nervoso, avevo solo 10 anni.. In quanto a mio padre, beh è un uomo qualunque, troppo impegnato per passare del tempo con i suoi figli,non posso fargliene una colpa però, non sarà stato facile nemmeno per lui affrontare certe situazioni.
Ora mi ritrovo a 18 anni con troppe sofferenze alle spalle e con una forte dipendenza da cocaina. Sono una brava studentessa, però non ho mai ricevuto gratificazioni per il duro lavoro che faccio per potermi costruire un futuro o meglio, il duro lavoro che FACEVO per costruirmi un futuro.. Ora non sono più motivata, mi sveglio la mattina con strani pensieri.. Sono depressa? Diventerò come mia mamma? Mi sembra la fine di tutto.. Sono così confusa ..

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Famiglia - Me Stesso

3 commenti

  1. 1
    omorana -

    La coca da disturbi dell’umore e tu che sei gia predisposta alla depressione non dovresti farne uso,ma parlare è facile. Anch’io ho avuto una madre con depressione e ti capisco. Io sono dipendente dai rapporti sentimentali,ho bisogno di essere amato e più cerchi una compagna e più vanno male le cose. Ho appena terminato una relazione con una donna (34anni) che usava coca e non era del tutto stabile proprio a livello sentimentale. Bando alle ciance. devi smettere perchè ti troverai in uno stato depressivo pazzesco. Quali sono i pensieri strani che hai ?. Se rispondi ti parlo di me,ci possiamo raccontare. Ho 44 anni e di droghr ne ho usate e ne ho abusato,ti posso capire

  2. 2
    Sarah -

    ciao cara, no non diventerai come tua mamma, non è una cosa ereditaria, ci può essere una predisposizione ma non vuol dire nulla. Intanto smetti con la coca e con qualsiasi cosa tu stia pigliando. Per quanto riguarda la tua situazione familiare ci vuole tempo per riuscire a gestire la propria vita, devi comunque pensare a te non puoi fare miracoli e guarirla, con certe cose devi conviverci, sei maggiorenne cosa fai?studi ancora?se hai la possibilità’ ti consiglio di studiare lontano da casa o di cercarti un lavoro, hai bisogno di vivere un po’ e a volte è necessario allontanarci da ciò che fa male, purtroppo non c’è assistenza per le famiglie con familiari del genere, se non vuoi continuare a stare male riprendi i pezzi della tua vita, coraggio!

  3. 3
    _mya_ -

    Ciao
    Questa sera dopo l’ennesima litigata violenta con mia madre anche lei affetta da un disturbo bipolare con l’aggiunta da una dipendenza da alcool, ho letto la tua lettera e mi sono sentita meno sola.
    Ho diciassette anni e mezzo e fin da quando avevo 6 o 7 anni ho fatto io da madre a lei, avanti e indietro dalle cliniche, mille colloqui con psichiatri e chi pensa di poterle guarire certe situazioni, ma non é così.
    Sono malattie le loro, malattie che fanno affondare anche chi gli é accanto! Io per i suoi problemi ho dovuto smettere la scuola perché non riuscivo più a studiare, ho smesso di uscire perché a lei dava fastidio, io stessa sono stata ricoverata per depressione in seguito ai suoi continui attacchi..ragazza mi sento cosi vicina a te in questo momento..non distruggere la tua vita, stavo entrando nelle dipendenze anche io, non farlo mai per lei perché va a danno solo per te stessa..prova a pensare.. tu non vorresti svegliarti una mattina senza le angosce dentro? Senza paure..? Puoi farlo! Alza il culo, guardati allo specchio e fatti una promessa, se sei abbastanza orgogliosa non ti deluderai da sola! Fallo per te, e’ il piu bel regalo che puoi farti.. te lo dico io che in questo momento sono in camera con le cuffie alle orecchie e mia madre nell altra stanza che urla, ma non mi importa più. Gli voglio bene, ma anche io devo avere la mia vita come lei ha avuto la sua.

    Domani é un altro giorno..rendilo migliore! E butta nel cesso la cocaina che con quella non ti rialzi 🙂 un abbraccio forte _mya_

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili