Salta i links e vai al contenuto

L’Italia, paese inutile

Lettere scritte dall'autore  

Perché l’Italia è un paese inutile? Ve lo dico subito:

0 possibilità per i giovani fonte primaria di un paese con le palle
0 lavoro ovviamente figuriamoci
0 prospettive
0 onestà
0 serietà
0 divertimento
0 concretizzazione
0 infrastrutture

invece

molta mafia
molta ingiustizia
molto vecchia inteso paese ITALIA
molta invidia
molta ipocrisia
molta speculazione
molto sacrificio per sopravvivere
molto stupido come paese perché potrebbe sfruttare delle risorse incredibile e invece non lo fa

A voi i commenti popolo a voi i giudizi a voi, sono aperto a tutto.

L'autore ha scritto 7 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate

Continua a leggere lettere della categoria: Cittadini - Riflessioni

15 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    Phil95 -

    Ok, va bene, siamo conciai male….ma gli altri?

  2. 2
    Andrea74 -

    Per la prima volta ci troviamo d’accordo Lapo, questo paese è alla deriva…

    Giovani: due mie amiche, brillantissime ti giuro, sono SCAPPATE a Malta, un paese da operetta ma che da più opportunità del nostro. Un mio amico, un regista di clip rock veramente bravo, ha mollato per disperazione ed ora a Berlino sta facendo cose divine, supportato da etichette “indies”. Sarah del forum sta per lasciare l’Italia per la Francia…

    Lavoro: ho lavorato 8 anni nelle Agenzie per il Lavoro, ho visto delle schifezze che non avete idea.. Lavoratori non prorogati all’ultimo momento, richieste assurde dalle aziende, candidati bocciati perché “non di bella presenza”, roba schifose…

    Divertimento: qui ci si rompe le palle, è vero. Tolte quelle quattro feste alle quali ti invitano, tolti quei due locali dove c’è gente in gamba, qui ci si annoia. All’Est, per esempio, è tutto un altro film. Là si divertono con poco, ti presentano dopo due secondi a 100 persone nuove (uomini e donne) e si va avanti a far baldoria fino a quando sorge il sole. Spendendo non più di 10 euro a sera, e se per caso offri da bere a qualcuno, a fine serata ti porta a casa sua e ti trooomba se è una donna, oppure ti regala una bottiglia di vodka se è un uomo.

    Infrastrutture: la provincia di Modena è andata in briciole per un terremoto e noi pensiamo di fare un ponte strallato lungo kilometri nella zona più sismica del Mediterraneo Occidentale, fai te…

    Risorse: le arance siciliane vanno a male nei container, e noi importiamo le “arance Valencia” dalla Spagna. I pomidoro campani e pugliesi vengono buttati marci ed invenduti a tonnellate, e importiamo pomidoro scadenti dal Marocco. Abbiamo il manifatturiero più forte del mondo, e importiamo robaccia dalla Cina. Abbiamo i fiumi, ma per produrre energia elettrica importiamo petrolio. Abbiamo delle ottime strutture recettive, ma diamo fuoco ai boschi per costruire alberghi nuovi. Abbiamo il patrimonio artistico/culturale più importante del mondo, e lasciamo che i monumenti vadano a pezzi o vengano vandalizzati. Abbiamo il più alto numero di nuovi brevetti d’Europa, e li svendiamo agli americani o ai koreani per 4 euro.

    Ricordo in Irlanda questo episodio. 4 americani che mi chiedono:
    “Where are u from?”
    “Italy”
    “Oh.. Italia… Fashion and spaghetti!”
    “Of course but… Italy is something more, not just fashion and spaghetti!”
    “Really? And what else can you tell us about your country?”

    Ok, magari erano quattro zotici del Minnesota, però ci sono rimasto di sasso.

  3. 3
    sarah -

    io me ne vado dall’italia mi sono stancata…io vengo dal sud e lì il lavoro non esisteva prima figuariamoci adesso,lo stipendio di mio padre stranamente spariva e non lo pagavano per mesi, per un lavoro conviene che cambi il curriculum a seconda di dove lo porti,vogliono tutti un apprendista con esperienza,per pagarlo una miseria e sfruttarlo fino all’osso io ste cose le renderei illegali e poi te ne vai al supermercato cercando di non superare i venti euro e ti passano davanti due extracomunitari con tanto di buoni da scontare,si fanno la spesa di 40 euro e vendono al roba ai loro connazionali e hanno vitto,alloggio e gli trovano pure lavoro…vabbè,Italia mi hai scocciato,meglio essere straniero in terra straniera che italiana in Italia.

  4. 4
    Genoveva -

    ITALIA
    Per molti è il paese della speranza incluso me.
    Pensi tutto questo perché non hai mai conosciuto il vero significato della sopravvivenza… non te lo auguro di conoscerlo.

  5. 5
    colam's -

    Per me e’ un bel paese, potenzialmente splendido, mal governato da troppo tempo e con la gente di conseguenza troppo rassegnata.

    Per me “basterebbe” una rivoluzione.

  6. 6
    Andrea74 -

    La ROMANIA che ho visto io, Genoveva Draguta?

    Giovani: abbandonati a sé stessi, e lì sono una buona fetta della popolazione, sono un popolo giovane ma non valorizzano i giovani, se ne fregano, non hanno “bani”, cioè soldi, quindi chissenefrega

    Lavoro: CRISA MARE (grande crisi)

    Divertimento: come ci si diverte in Romania, con la loro spontanea allegria, il loro cuore (INIMA), la loro ospitalità e la loro gioia.. manco a Cuba o a Rio de Janeiro. Imbattibili, gioiosi ed ospitali. I numeri uno.

    Ingiustizia: la Romania ha il corpo di Polizia più corrotto d’Europa. Paghi e sei salvo, punto.

    L’ho tirata in ballo IO, la Romania, è un paese meraviglioso, popolato da gente stupenda, ha dei sapori, dei colori, dei profumi, dei suoni simili ai nostri eppure inegualiabili.
    In barba a chi pensava che fossi qui per stroncarla a causa di una delusione amorosa.

  7. 7
    Phil95 -

    Gli altri, ora come ora sono anche conciati peggio….

    Ma il bello è che noi Italiani le risorse ce le abbiamo, eccome….basti pensare alle citatissime opere d’arte, abbiamo tesori che molti stranieri ci invidiano (questo è solo un esempio).

    Certo che se la politica continua sulla strada della corruzione e via dicendo non ci si muove più: ma io dico, e davvero così difficile smetterla per una volta di dire “tu sei x ed io y”, “tu sei democratico e l’altro è socialista” ed iniziare a lavorare seriamente e tutti insieme….non credo che ai partiti costerebbe molto (no, scusatemi, costerebbe troppo perché così facendo perderebbero i loro privilegi….).

    A questo punto credo anche io che ci voglia una bella rivoluzione, magari pacifica o qualcuno che sia in grado di scuotere le coscienze….altrimenti la vedo dura….

  8. 8
    unless -

    L’Italia sarebbe il più bel paese del mondo, senza dubbio.

    Ha una conformazione naturale che tutti ci invidiano. Abbiamo il mare che ripercorre tutto il paese, montagne, laghi, isole, arte,storia, monumenti ecc ecc.

    Quello che ci rovina è l’egoismo, ci piace per un qualche motivo scavalcare sempre il prossimo e stare bene noi stessi, degli altri chisennefrega.
    E poi la chiesa che governa le nostre menti inconsapevolmente, e che soprattutto è al governo e impone le sue leggi.
    Prenderei tutto l’oro che hanno in vaticano e lo darei a quelli che davvero sono alla fame.

    Sicuramente se dovessi trasferirmi all’estero sceglierei Canada e danimarca, o al massimo svizzera. altri posti non ne vedo

    @Andrea74

    Si divertono per forza, se è come l’ucraina al posto dell’acqua bevono wodka ahahah

  9. 9
    Genoveva -

    @Unless
    PALINCA in Romania. VODKA è tipica dei paesi del ex URSS
    Purtroppo è il rifuggio dei deboli.
    Hai ragione.

  10. 10
    colam's -

    Unless se ti preme ridistribuire le ricchezze inizierei dai veri ricchi: alta finanza, hedge funds, ecc. Lo sai che le banche non pagano l’IMU ?!

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili