L’indifferenza si dice che sia la migliore vendetta

Ciao a tutti
sono di nuovo qui, ho scritto la mia storia esattamente un anno fa.
In breve, ho avuto una storia con un ragazzo impegnato, ci siamo poi persi di vista per un po’ poi ripresi e definitivamente perduti (finalmente) da 4 mesi, da un giorno a un altro non gli ho più risposto, l’ho cancellato da alcuni contatti insomma stanca di stare dietro a un co…… mi sono detta basta merito di più…
A distanza comunque di un anno e mezzo dall’inizio e fine di questa storia, premetto dopo di lui ho avuto una frequentazione con un ragazzo ma purtroppo non è scattata, sento dentro di me di avere ancora tanta rabbia nei suoi confronti, come se mi avesse tolto quella serenità con me stessa che avevo faticato per ottenere anche vivendo da single, sono ferita perché probabilmente mi ero innamorata di lui, se ripenso a mente fredda ad alcuni suoi atteggiamenti, alle bugie che mi ha detto mi rendo conto quanto sono stata stupida, ma è andata in questo modo e devo farmene una ragione, ma brucia e brucia ancora di più quando penso che a lui non è cambiato nulla, continua a stare con la sua storica ragazza (bè ovviamente lei non sa di avere un cesto di lumache in testa, io non ero di certo la prima) ad avere le sue vecchie abitudini, i tornei gli amici, le vacanze… ed io?
Devastata per mesi da questa situazione, da cambiamenti di lavoro, stipendi arretrati insomma sembrerebbe che io l’abbia pagata cara in qualche modo e lui? NIENTE.
A volte credo che questa giustizia divina non esista è questo che mi fa male perché queste persone in qualche modo riescono sempre a farla franca… si dice che l’indifferenza in questi casi sia la migliore vendetta, ma comincio a dubitarne fortemente e pensare che forse tutta questa rabbia potrebbe sparire con un semplice SCUSA se ho voluto far parte della tua vita, non ne avevo nessun diritto, vista la mia situazione… il mio cuore forse potrebbe sanguinare di meno, potrei tirare quel sospiro di sollievo in modo da voltarmi indietro e sorridere al passato, ma ad oggi non lo posso ancora fare, Dio come vorrei che fosse così, ogni volta che cerco di distrarmi di ridere di andare avanti mi sento ancora imprigionata in tutto questo rancore…
A voi è successo di vivere una situazione analoga? mi piacerebbe che qualcuno avesse vissuto la mia stessa esperienza e potesse darmi qualche consiglio utile…
Scusate per lo sfogo, buona serata a tutti.


Pubblicato

in

da

Tag:

Commenti

14 risposte a “L’indifferenza si dice che sia la migliore vendetta”

  1. moor-1

    l’indifferenza è la più atroce punizione o vendetta che dir si voglia che possiamo riservare a una persona che senza motivazioni valide ci ha ferito profondamente ma bisogna anche essere obbiettivi e sapere se realmente noi abbiamo dato tutto a fondose la risposta è si allora puoi essere indifferente giusto così altrimenti se hai dei ripensamenti o rimorsi lascia perdere può fare male più a te chealla controparte un saluto

  2. lisa

    L’indifferenza e’ la miglior arma di vendetta verso chi ti ha ferito volutamente, quindi la miglior cosa e’ non considerarlo come se non
    Esistesse e chiudere definitivamente la storia e qualsiasi contatto.
    Io l’ho fatto, con mia grande sofferenza, pero’ a distanza di mesi
    Mi sono resa conto che ne valeva la pena.
    C’e’ sempre di meglio , siamo 5 miliardi di persone nel mondo!!!!

  3. valentina

    Salve a Tutti,
    anch ‘io sto vivendo una situazione simile,sono stata assieme ad un mio amico( ci siamo visti qualke volta, ma siamo stati veramente bene).
    Abbiamo lo stesso carattere,orgogliosi,passionali,e purtroppo istintivi.
    Lui é fidanzato, ma la sua ragazza é la tipica fregnia moscia ed abita nel suo paese natale.Si vedono una volta al mese.
    é sempre stato innamorato di me,ci conosciamo da 4 anni e quest ‘anno mi sono accorta di lui,andavamo veramente daccordo c’era affiatamento.
    Ma prima di tornare nel suo paese per le vacanze, ha avuto la grande idea di pubblicare un video su fb,( una canzone che avevamo sentito assieme la sera prima)e lo ha dedicato alla ragazza ed é sparito.
    Non so che pensare……mi si é rivoltato totalmente mondo.
    Pensavo di conoscerlo,che fosse maturo,insomma ci sono mille modi per finire una storia,ma cosi no!! mi ha fatto cosí male che ho vomitato.
    Purtroppo stiamo nella stessa comitiva, e ci rivedremo sicuramente,non so proprio come comportarmi.
    Vorrei umiliarlo,perché so che da un particolare peso a ció chío penso di lui,non so se ignorarlo o se dirgliene 4….Voglio fargli veramente male.Non staró meglio, ma almeno saprá ció che penso.
    VI PREGO AIUTATEMI!

  4. Anna

    Sono sposata da 46 anni,mio marito quasi settantenne si è invaghito della sua compagna di ballo.E’ clinicamente rincretinito.
    Lo odio a tal punto che non so piu’ come ferirlo,ma lui se ne frega.Vorrei adottare l’arma dell’indifferenza,ma è molto difficile.
    Anche la signora 60enne è sposata,ma la sua famiglia non sa nulla percio’ vive benissimo.che devo fare?