Salta i links e vai al contenuto

In questo Paese tutto si usura

Definire usuranti i lavori svolti nelle cave, nelle miniere, nelle gallerie, nelle navi, nelle fonderie, nell’asportazione dell’amianto o nel settore del vetro mi sembra troppo riduttivo. L’amianto non si lavora più, in ragione dell’illegalità, cave miniere o gallerie con tutta la mia solidarietà per chi lo svolge come mansione non raccolgono come una volta migliaia di lavoratori. Se dobbiamo berci la globalizzazione pensiamo ai poveri addetti dei Call Center che sono sottoposti a ritmi sregolati agli autisti di mezzi pubblici e quanto ancora potrei descrivere. I politici intendono all’opposto far leva su mansioni che al breve spariranno. Per cui, cosa si accollerebbero i nostri aggraziati politici: IL NULLA!!!

L'autore ha scritto 140 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Lavoro - Politica

5 commenti

  1. 1
    albert -

    Carlalberto, quella dei lavori usuranti sta diventando la solita disquisizione all’italiana, molto pretestuosa, con la quale poi ciascuno cercherà di trovare scappatoie, per poter andare in pensione prima.

    Basterebbe, tanto per chiudere una volta per tutte la questione, stabilire che dopo una certa età (40, 50 anni, ecc.) le aziende non possano più tenere i lavoratori adibiti a mansioni usuranti, e quei lavoratori vengano spostati a mansioni più leggere, non manuali.

    E’ chiaro che sollevare pesi, salire sulle impalcature, saldare, fare sforzi fisici, immergersi sottacqua, correre con le gazzelle dietro ai criminali, ecc. sono cose che non si fanno a 50 o 60 anni. Basta appunto stabilire che dopo una certa età chi ha svolto lavori usuranti venga spostato a mansioni d’ufficio, fino al raggiungimento dell’età pensionabile.

    Semplice no? E’ quel che avviene già all’estero.
    Invece in Italia alcuni politici e sindacalisti furbescamente cercano la solita scappatoia, per non far entrare in vigore davvero una riforma che eviterebbe di far saltare il sistema previdenziale.

  2. 2
    Carlalberto Iacobucci -

    Pià chiaro di come sei stato non potervi esserlo. Ciao Albert e buon fibe settimana. Mi raccomando, non ti usare troppo. Per questo abbiamo gli esperti.
    Carlalberto

  3. 3
    usul -

    Tanto per chiacchierare, forse vi interesserà sapere che perfino le Aziende trovano utile la disposizione di Legge sull’Amianto.
    Vicino Pomezia, c’è la CSM (Centro Sperimentale Metallurgico).
    Quest’Azienda, non sapendo come fare a licenziare 46 operai anni fa, non potendo ricorrere a questo e qull’Ammortizzatore Sociale, d’accordo con il personale interessato, ha concordato di chiedere lo scivolo proprio per gli effetti di quella legge; forse di amianto là dentro ce ne stava qualche milligrammo, ma tant’è, furono tutti d’accordo, compresi i sindacati.
    L’Azienda contenta pur pagando qualche centinaio di milioni, la gente contenta, il sindacato contento, l’INPS meno contenta per via della maggiorazione delle pensioni, ma chi se ne frega, tanto quello va a discapito dei fondi previdenziali altrui, mica della CSM.
    Amianto all’Italiana; mamma, pizza e Amianto!!

  4. 4
    Carlalberto Iacobucci -

    Mentre i familiari sostengono ancora il peso del dolore provato per la morte dei loro cari, accaduta nell’acciaieria ThyssenKrupp di Torino, la strage continua incessante.Un operaio dipendente delle Ferrovie dello Stato di 26 anni, è morto dopo essere stato travolto da un treno mentre stava lavorando per la manutenzione della linea alle porte della Capitale, luogo nel quale era intervenuto per un’avaria. Nemmeno le operazioni belliche mietono tante vittime.Lo Stato ? Nullo- Nullo -Nullo -Nullo -Nullo -Nullo -Nullo -Nullo Nullo –
    Tutti a casa- Tutti a casa -Tutti a casa Tutti a casa -Tutti a casa Tutti a casa –
    VERGOGNA-VERGOGNA-VERGOGNA-VERGOGNA-VERGOGNA-VERGOGNA-VERGOGNA-VERGOGNA-VERGOGNA-VERGOGNA E POTESSI FAR NO RIMANERE CARATTERI SCRIVEREI VERGOGNA !!!!!!!!!!

  5. 5
    Carlalberto Iacobucci -

    DIMENTICAVO : VERGOGNA

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili