Salta i links e vai al contenuto

Identikit delle donne italiane: ITALIACIDE

Lettere scritte dall'autore  Simone Racioppa
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 5 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

195 commenti

Pagine: 1 2 3 4 20

  1. 11
    Rdf -

    Mafia Sgrazia

    “Eccone un altro che non arrivando all’ uva dice che è acerba”

    Perché la donnA sarebbe l’uva? ridaje col piedistallo…ma chi te le ha messe in testa ste cazzte? Barbara d urso?

    cristo santo

    Si dia il caso che i soldi , il seme per figliare , la bellezza che svanisce tardi ed un minimo di capacità affettiva ce L abbiamo più noi che voi,forse hai Fatto male i conti !

    E uno dovrebbe fare i salti xarrivare a cogliere una come te? Cosa avresti da offrire oltre una bellezza che troviamo migliore a basso costo?

    Ma ci accontentiamo della francese bionda erasmus oltre 1,70 di ieri sera … conosciuta allo stex tavolo di amici in pizzeria…app tornata dalla vacanza in Sardegna spesata da quel co...one del compagnetto .
    Mi ha sorriso tt la sera e quando L ho beccata in bagno ci siamo anche quasi baciati e smollato numero mentre il cornuto pagava il conto!

    Ti rispiego , so che sei un po’ lenta ! Il concetto è che noi stiamo parlando praticamente di scarso spessore, inaffidabilità e di anaffetività! Tradotto: Single è meglio !

  2. 12
    Simone Racioppa -

    Caro Rdf,
    ti ringrazio per l’interessamento e sono ben lieto di rispondere alle tue domande.
    I motivi per cui le femmine attuali hanno certe limitazioni all’encefalo sono da attribuire al bombardamento di informazioni distorte da parte del sistema corrotto, che vuole la femmina incastrata tra molteplici ruoli e costretta a indossare una maschera da molti volti che la rendono orribile. Esempio lampante è il fatto che vuole essere come Lona (la battona) di TheLady della Lory Del Santo: donna in carriera, libertina, santa e puttana allo stesso tempo, sposata ma senza figli, con molteplici amanti e con il marito che deve essere felice di essere cornuto e che deve servirla fedelmente e mantenerle i vizi e gli stravizi. Mettici anche che vogliono fare le casalinghe che se la grattano mentre si guardano i filmetti su La5 di donne divorziate con figli che si rifanno in un’ora e mezza (pubblicità escluse) una vita trovandosi un uomo più bello e aitante del precedente marito… E il gioco è fatto: un bel mix di subliminale!

  3. 13
    Simone Racioppa -

    Un bel mix di subliminale troppo palese oltretutto sfruttando i sentimenti e l’istinto femminile, che è felicemente intrigata nel sentirsi dire dallo sgrilletto parlante “Hai visto? Puoi lasciare tuo marito quando vuoi e come vuoi: c’è sempre qualcuno con cui puoi fare il parassita…”.

    Purtroppo la colpa è di quegli uomini che hanno insegnato alle loro figlie a essere viziate ed egocentriche, che nascondono dietro alla parola “amore” tutte le loro nefandezze.
    Parlo delle italiane perché sono quelle che sono state maggiormente influenzate, incastrate tra la corrente misandrica femminista/68ina e il romanticismo dell’800: odiano gli uomini, amano il sesso, ma vogliono essere corteggiate oltremisura da uomini zerbini stallieri.

  4. 14
    Solnze -

    Prenderei l’intero discorso come un’opinione alternativa se non fosse contraddittorio in alcuni punti:
    1) la donna in carriera non va bene, ma casalinga nemmeno
    2) la donna troppo facile non va bene, ma la figa di legno che non la smolla mai nemmeno
    Ecc. Ecc.

    Discorsi triti e ritriti, di scarsissimo spessore intellettuale, al punto da farmi venire il dubbio che il sesso inferiore non sia, almeno talvolta, quello maschile.

    La donna è l’uva, certo. Non conosco nessun posto al mondo dove siano le donne a dover inseguire gli uomini. Ma anche guardando ad altre specie viventi mi risulta che nella stragrande maggioranza dei mammiferi siano i maschi a lottare fra loro per accoppiarsi.

    La finisco qui perché ho perso fin troppo tempo a rispondere ad una lettera insulsa.

  5. 15
    Rdf -

    Qualcuna ha risposto a modo suo, ma la rispetto X onestà

    “La donna è l’uva, certo”

    Non serve aggiungere altro, e’ ciò che credono convintamente

    Ciò riassume tutto . Almeno una che “indirettamente” , involontariamente per lo meno CI da implicitamente una risposta sincera.

    Si considerano l’uva e pertantanto sarebbe come dire che tutto a loro debba essere consentito,, giustificato, compreso! Ricevere molto e dare zero!

    “Acidità e Superbia”, umana e caratteriale, qua condivisa in tutto il suo onesto grigiore, credo sia la definizione giusta

    Gli uomini di senno infine Lo capiscono e chi decide di farne a meno o di sfruttarle con la tecnica dell’intelligenza per quel che può da loro ricevere si comporta di conseguenza

    Gli altri si dannano la vita inseguendo chimere e dolci illusioninche diverranno prigioni terribili
    ?
    Ognuno tragga le sue considerazioni in base a ciò che crede sia giusto e per lui più conveniente fare ! crocefiggersi per una di queste in cambio di ippcrisia oppure fare il single togliendosi ogni sfizio?

  6. 16
    rdf -

    onestamente non credo possa più trovare una donna capac di farmi innamorare

    che mi faccia voglia di sbattermela questo si, il mondo è pieno..nessuna di esse è la più bella…xchè son talmente tante che c’è solo l’imbarazzo della scelta. Una vale l’altra. Basta saperci fare, capire come ragionano….e se non sei davvero brutto o scemo bene o male te le porti a letto senza troppi problemi.

    Io parlo proprio di innamorare..cioè qualcuna che riesca a rendersi interessante per il valore umano oltre all’aspetto fisico (che poi in una relazione seria conta fin un certo punto…visto siam tutti destinati ad invecchiare)

    Intendo che sappia offrire qualciosa in ricchezza d’animo..dolcezza, intelletto che ci differenzia cioè dagli istinti animali

    abbiamo appurato dalle risposte il loro sfrenato materialismo ed egocentrismo (fan quasi paura) e che pretendono sia tutto loro dovuto ed in migiliaia di post non sono mai riuscite a scrivere qlcs di altruista, moralmente pulito e sano, di Buono. di autentico amore

    è impossibile sec voi maschi?

  7. 17
    Bohemien82 -

    Suzanne, Mg, Sirenetta e compagnia bella..pochi cazzi su, sto ragazzo ha profilato alla perfezione il mondo femmineo odierno.
    Inveire invece di argomentare è una conferma a quanto delineato da Simone..
    MG, tu sei sempre la migliore poi, “arrivare all’uva” dici. Io, malgrado quello che tu possa pensare, ci sono arrivato più di qualche volta sai: giovani, coetanee, più grandi (leggermente perché le 40enni nn mi garbano ancora), bionde, brune, con tette grosse e piccole, atletiche e giunoniche, operaie e dottoresse, belle e meno belle. Ma l’uva era marcia. Non siete tutte così, solo il 5% si salva.

    Un caro saluto a Rdf.

    Simone ribadisco sei stato bravo nella stesura di questa lettera 🙂 Se hai un contatto lasciamelo se ti va, mi piacerebbe parlarti in privato.

  8. 18
    Suzanne -

    Caro Bohemien, io posso solamente provare un’umana compassione ( non troppa però) per la vostra condizione di infelicità autodeterminata, ma alla fin fine non mi cambia un gran che. Io non odio gli uomini, anzi, ne conosco di validissimi e con animo sí limpido, in cui non aleggia l’ombra del rancore. Chi sa darsi veramente al prossimo ( quello giusto) viene sempre ripagato.
    Potete sempre costituire la confraternita dell’uva acerba, incontrarvi e disquisire per ore sullo squallore femminile, e dedicarvi a rapporti omosessuali, così da essere pienamente coerenti e in linea col vostro pensiero. Poi, per concludere la lieta festa, qualche acino di uva, per ricordarvi sempre che è acerba! Buon divertimento ?

  9. 19
    Rdf -

    Ciao Bohemien !

    Oh queste son veramente da brividi…ma sec voi esiste davvero uno che se le piglia ?(ammesso però non sian sincere solo qui e recitino là fuor..ma X quanto possono reggere?.)

    mi rifiuto di credere che tt le donne sian vuote come queste, esisterà qualcuna con una personalità forte da nn farsi influenzare da mode sceme e stereotipi vuoti o “amiche” zitelle streghe?

    Oh ma son davvero delle superbe insensibili egocentriche da sbellicarsi data L inconsistenza umana. Son davvero esseri spregevoli,neppure degni di essere definiti umani.

    Uomini vi rendete conto della mancanza di spiritualità , del materialismo, della superficialità , della vanità indefessa in cui son cresciute? l uva? Ahahaha

    le vedrei bene come donne ss in un lager nazista ad aizzare i cani contro i prigionieri , a picchiare le impaurite sul posto , ad indicare la strada per la camera a gas ed il forno a seconda se ricco/Figo/ fertile oppure per la baracca di riferimento

    credo qst sia la figura storica che più si avvicina a descriverle come spessore umano.

  10. 20
    Sirenetta -

    Rdf certo che sei un “gran signore” ti fai una tipa fidanzata e per giunta chiami scemo il fidanzato perché usa la galanteria con lei… bravo, così quando il fidanzato della tipa si accorge di quello che hai scritto non esci vivo, quindi fatti i cazzi tuoi e pensa solo per te e non farti nessuna tipa fidanzata single che sia. Sei un puttaniere e hai il coraggio di dare delle puttane, che sono affamate di denaro con l’ambizione della vita mondana a noi donne, forse giustamente non ti vogliono perché sei un puttaniere e la tua misoginia deriva dal fatto che sei un puttaniere che pensi di farti tutte le donne che vuoi anche se sono evidentemente fidanzate.

Pagine: 1 2 3 4 20

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili