Salta i links e vai al contenuto

Essere l’ossessione di qualcuno

Lettere scritte dall'autore  

Salve a tutti. Ho da qualche tempo un problema che non so come affrontare. Ho 24 anni, e un ragazzo di 32 si è preso una bella cotta per me. Ma la cosa sta sorpassando i limiti. La situazione dura da 5 mesi. L’ho conosciuto quando mi sono trasferita in questa nuova città. Mi ha aiutato moltissimo in tutto, con la burocrazia, a cercare casa, i due traslochi che ho fatto.. si offriva spontaneamente, senza che io gli chiedessi mai alcun tipo di aiuto. Sono una persona che ci tiene molto all’indipendenza, mi piace scoprire da me e cerco sempre di arrangiarmi da sola, non mi piace avere la pappa pronta e tantomeno mi piace usare le persone, o scomodarle per i miei bisogni. Ci tengo molto a questa mia strada di conquista di libertà e a volte mi dà anche “fastidio” se qualcuno vuole intromettersi nelle mie cose. Ciononostante, non è bello rifiutare qualcuno che ti vuol dare una mano quando sei in difficoltà, quindi ho sempre accettato il suo aiuto, e poi essendo lui un ragazzo molto intelligente, ero ben felice di poter costruire un rapporto di amicizia. Se non fosse che il ragazzo in questione ha iniziato ad invitarmi a cena. E va bene, la prima volta ci sono andata. Mi ha portata in uno dei migliori ristoranti della città, è stata una bella serata, abbiamo parlato di tutto e mi sono divertita, l’ho trovato una persona buona e sincera, e ho visto in lui un buon amico ma nulla di più, sinceramente non è assolutamente il mio tipo. E per giunta, il mio cuore è saldamente incatenato ad un’altra persona, la mia mente tutta rivolta ad una storia che non può essere vissuta, ma questa è un’altra storia. Questo ragazzo ha iniziato ad essere però sempre più presente, offrendomi aiuto di qualsiasi tipo, invitandomi a cena ogni settimana. Io non voglio assolutamente illuderlo, in dieci inviti che mi fa ne accetto uno solo, dicendo che sono impegnata, o malata, o qualsiasi scusa. Non voglio incoraggiarlo ma soprattutto non voglio ferirlo, e oltretutto vivo anch’io un amore a senso unico quindi non voglio assolutamente fargli male perché lo capisco. Però ora è insostenibile. Mi scrive tutti i giorni, il buon giorno, la buona notte, e durante il giorno mi scrive per chiedermi come sto. Inoltre ogni giorno su facebook trovo decine di notifiche su post che a lui piacciono.. e che avevo pubblicato anni fa (ieri sera addirittura uno del 2008!! ). Io rispondo al 50% dei suoi messaggi e sempre in toni amichevoli e a volte quasi freddi. Mi sono addirittura inventata di avere un fidanzato! Il quale fidanzato immaginario a volte viene a trovarmi e si stabilisce a casa mia per giorni. Ma sembra che non gliene importi nulla! La cosa non l’ha minimamente scoraggiato! Eppure spesso ho parlato di quanto sono affezionata al mio ragazzo e cose varie. Mi dispiace molto di avergli dovuto mentire in questo modo ma non voglio peggiorare le cose dicendogli chiaramente che non mi piace e non sono interessata a lui se non come amico. Speravo tanto che lo capisse da solo! E onestamente penso che qualsiasi persona capirebbe l’antifona, dato il mio comportamento. Questo ragazzo è molto intelligente, forse troppo. Ha una laurea in giurisprudenza e una in matematica, parla 5 lingue correntemente e suona ad alti livelli il violoncello. Sa tutto, non c’è argomento su cui non sappia cosa dire. Mi viene il sospetto che abbia una specie di sindrome di asperger? Non sono un’esperta in merito. Non so cosa fare. Tra l’altro viaggia molto e ogni 15 giorni mi arriva una cartolina da parte sua come se fossi la sua donna, piena di parole dolci. Il ragazzo non ha mai cercato nessun contatto fisico né ha mai provato a baciarmi. Un giorno l’ho abbracciato io per ringraziarlo e l’ho sentito molto timido e impacciato, mi chiedo se a questo punto abbia mai avuto una donna. Quando accetto i suoi inviti a cena viene a prendermi, mi apre le porte, ed in macchina c’è sempre un mazzo di fiori e una scatola di cioccolatini per me. Cosa devo fare?? È veramente difficile e soprattutto non voglio fargli del male.

L'autore ha scritto 4 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amicizia

100 commenti

Pagine: 1 2 3 10

  1. 1
    guido90 -

    Sii chiara con lui… E cerca di tenertelo stretto un amico cosi! Evita di raccontargli balle…

  2. 2
    rob -

    Ma è cosi insostenibile una persona che ti vuole bene??
    Vediamo un pò…non ci ha mai provato, non ha mai detto cose indirizzate in quel senso, ma si è limitato ad aiutarti a 360° e a riempirti d’affetto senza pretendere nulla.
    La controprova è data dal fatto che non gli ha fatto nè freddo nè caldo che tu abbia un fidanzato.
    Ti manda qualche cartolina ogni 15 gg, il buongiorno e la buonanotte e ha messo qualche mi piace su facebook e l’hai quasi dipinto come un ossessionato.
    Esageri e personalmente penso che non meriti tutto ciò, se solo potesse leggere qui come lo dipingi…”non è il mio tipo”, già credo che sia troppo x te.

  3. 3
    Je_suis_moi -

    Certo! Accetti fiori, cioccolatini, inviti a cena, ti sei fatta aiutare moltissimo, ti fai venire a prendere, aprire la portiera… Peró sottolinei che sei totalmente indipendente! E poi non è il tuo tipo! Addirittura leggo che viene definito con terminologie psichiatriche… Dipinto quindi come un matto, un deviato..,Meno male che molte donne descrivono gli uomini come insensibili, opportunisti e… Peggio ancora… Ahaha

  4. 4
    la verità fa male -

    Ciao Hila. Guarda, io farei così: visto che gli hai già detto del tuo “fidanzato”, proseguirei su questa linea. Gli direi, un giorno, con messaggio o mail, che ti dispiace molto, ma che i vostri contatti devono interrompersi: il tuo “fidanzato” ha trovato molti sms sul tuo telefono, ha notato la sua eccessiva presenza su cose tue su facebook, e infine ti ha fatto una scenata, si è ingelosito moltissimo e ti ha minacciata di lasciarti. Ti scusi ancora, aspetti una sua replica, e solo dopo aggiungi che purtroppo devi anche cancellarlo da facebook, sempre a causa del tuo “fidanzato”. Se lui capisce, e ti manda magari un messaggino da “amico”, giusto per lamentarsi un po’, bene, gli rispondi,sempre confermando la stessa cosa; se lui reagisce continuando con stessi modi e frequenza, non rispondi. Concludo: dopo che anche ti abbia scritto da “amico”, comprendendo, e tu gli abbia confermato, dispiaciuta, il tutto… Non devi rispondere più, né a messaggi amichevoli, né a quelli più insistenti da “innamorato”. Considerato il rischio di perdere il tuo “fidanzato”, a cui tieni moltissimo, tu sarai legittimata a questa linea dura… E… Definitiva. E’ evidente, almeno a me, che questa persona ha qualche problema. Non perché non vada bene essere carini, innamorati o corteggiare. Ma perché una RELAZIONE si costruisce in due. E una persona che non capisce, non ascolta, e va dritta sulla sua strada, considerandoti una sorta di “oggetto”, non è una persona equilibrata. Senza considerare che a te lui non piace, punto. E questo deve essere capito e rispettato, punto.
    Poi, esistono storie bellissime, in cui lui, o lei, follemente innamorato, insiste e conquista, d’accordo. Ma non mi sembra, almeno per ora, questo il caso. Già nella comunicazione tra voi, c’è qualcosa che non va: dal momento che tu comunichi amicizia e apprezzamento della persona, ma non ti dimostri interessata, attratta veramente (essendo poi completamente assorbita da un’altra persona), mentre lui comunica come se stesse comunicando con una “già fidanzata” di lui. Persino quando dici lui che tu sei già fidanzata, lui non fa una piega, continuando a trattarti da fidanzata o innamorata sua. Il che denota, paradossalmente, che tu non esisti né per lui veramente, né come persona (che si vorrebbe veramente conoscere meglio…), ma sei un SUO FILM.

  5. 5
    Ilbene -

    Certo!! Sii chiara con lui. Scrocca qualche altra cena, magari fatti pure un pó aiutare in qualche altro problema e poi fagli capire che non ne vuoi più sapere perché superfidanzatissimaeilmioragazzoègelosissimissimo..,E dopo non rispondi più ad eventuali suoi messaggi!

  6. 6
    haily -

    ciao, non sono d’accordo nemmeno io con il tuo comportamento, gli uomini quando hanno un interesse per una ragazza (è capitato anche a me varie volte) lo dimostrano spontaneamente offrendo aiuto, quindi per quale motivo hai accettato? perché accettare le altre cose da parte sua, che tu hai già capito lui fa perché gli piaci? e meno male che non lo vuoi far soffrire! sei una opportunista, punto. anche io sono indipendente infatti le cose me le faccio da sola e ogni volta che uno non mi piace dico no grazie, faccio da me, sorridendo, ma rifiuto gentilmente. è ovvio che lui si è convinto che gli piaci visto che lo hai assecondato sempre! e lo hai fatto per opportunismo perché ti facevano comodo tutti i suoi favori, perché non lo ammetti? quindi in conclusione lui è normalissimo ed è semplicemente innamorato, altro che ossessivo, e tu sei una approfittatrice. e come ha scritto qualcuno sopra è vero non lo meriti, te ne sei approfittata e ora vuoi scaricarlo, ma non ti vergogni di te? ovviamente la mia risposta ti seccherà, perché sapere la verità su di sé fa sempre male! specie quando ci riteniamo a torto quello che non siamo. io ti consiglio di riflettere su te stessa ed evitare in futuro di usare gli uomini come cavalier serventi finchè ti fa comodo per poi liquidarli con “sei un matto deviato ossessivo”. che roba, dio mio. ciao

  7. 7
    Andrea -

    Il discorso è semplice, tu gli piaci, probabilmente sarai una persona carina mentre a te lui no perchè avrà l’aspetto del classico secchione mentre a te piacciono quelli sul “figo” andante.
    Hai sbagliato a dargli corda. In effetti all’inizio potevi anche fraintendere il suo comportamento e saresti stata scorsete a dubitare della sua amicizia, ma quando hai capito che da parte sua c’era altro dovevi troncare dicendogli la verità! In maniera semplice e diretta, ma la verità.
    “Speravo tanto che lo capisse da solo!”
    E’ pieno di persone che cercano di fare capire le cose, ma meglio essere diretti, si evita di far perdere tempo all’altro. Anche perchè dell’altra parte uno si dice che se una è stanca sarà davvero stanca e che non deve pensar male. E se davvero ci tiene, come questo ragazzo, resterà in attesa.

  8. 8
    marina -

    ciao devi dirgli le cose come stanno.

  9. 9
    Dedalus -

    Non sorprende scoprire che chi ci cerca in maniera ossessiva diventi insopportabile, soprattutto nel rapporto maschio-femmina.
    La spiegazione psicologica la dai tu, quando parli di un amore che non puoi vivere: “….la mia mente è tutta rivolta ad una storia che non può essere vissuta, ma questa è un’altra storia”.
    No, è l’altra faccia della medaglia della stessa storia. Vale più nei nostri giudizi chi non ci vuole o è difficile da avere piuttosto che chi è disponibile e dedito, anche se ha due lauree, parla 5 lingue ed è candidato al Nobel. E’ la sindrome dello “zerbino” che si contrappone a quella “dell’amore impossibile”.
    Asperger o meno (sindrome tra l’altro tipica di persone molto intelligenti), queste tipo di persone non faranno mai scattare nessun desiderio nell’oggetto della loro passione, che al contrario avviene in questi ultimi, proprio nell’irraggiungibilità che quell’oggetto dimostra.
    E’un fenomeno naturale, quasi di natura etologica, dove la femmina inquadra un maschio di tale disponibilità e romanticismo come non adatto alla potenziale riproduzione all repermento del cibo e alla protezione della prole e della tana. Insomma meglio un figlio di puttana che sa cavarsela in ogni circostanaza che un intellettuale zerbinesco un pò femmineo nell’essere così sdolcinato. Comprensibile, sepure non in maniera razionale.
    Tutte cose subliminali certo, ma che agiscono sul metro di giudizio della femmina, più istintuale di quello più trazionale della donna, che è tale in quanto filtrato dalla cultura e dala civiltà.
    Insomma, uno così non fa perdere la testa, potrebbe andare bene come piano B nel caso di una “sistemazione” necessaria quando il tempo sta per “scadere”, ma certo non è uno di quegli uomini che “fanno sangue” a una femmina.
    Sembra un discorso cinico, ma è la realtà. Se Hila riflettesse su questi dettagli di cui ho parlato capirebbe il perchè le cose stanno come le ho esposte, e a riporova di ciò, sono sicuro che della sua vita sentimentale potrebbe fare un romanzo avvicente della storia che “non può essere vissuta”, e un banale e noioso racconto di quella con lo spasimante maggiordomo. Tutto qui, il maggiordomo è “servitù per il suo istinto, l’amore che non può essere vissuto è struggente e grande per la condizione di irraggiungibilità, che lo mette su un trono di regalità. E sono convinto che se il maggiordomo e il re si scambiassero i ruoli, Hila cambierebbe idea, sull’uomo in argomento, ma ami sul ruolo che…

  10. 10
    Dedalus -

    … mai sul ruolo che questo ricopre.

Pagine: 1 2 3 10

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili