Salta i links e vai al contenuto

Esiste vita senza social network?

Lettere scritte dall'autore  pulz_7
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 4 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

36 commenti

Pagine: 1 2 3 4

  1. 21
    Alessandro -

    Stanno riuscendo chi?a far cosa?
    offrono un servizio,chi vuole lo usa,chi non vuole no,bisogna anche rispettare la volontà e la capacità di scelta delle persone,non si può giudicare tutti pensando di sapere cosa è giusto e cosa no.

  2. 22
    maria grazia -

    ciao Alessandro
    io non giudico e non impongo nulla. dico solo che l’ uso smodato che si fa di questi mezzi ( socials, tablet, wathsapp, iphone e quant’ altro ) ormai sta rendendo insulsi e asettici i rapporti tra le persone, appiattendo la volontà di CONOSCERSI DAVVERO NEL REALE. o almeno, questo è quello che vedo e percepisco intorno a me. e comunque non escludo che la grande diffusione di questi sistemi di comunicazione sia sopratutto una forma di controllo a fini sociopolitici e di marketing, e questo rende questi strumenti ben lontani dall’ essere “innocui servizi”.
    internet può dare dipendenza grave, come una VERA droga pesante. quindi, a volte, è opportuno DISINTOSSICARSENE.

  3. 23
    Alessandro -

    Maria Grazia probabilmente hai ragione ma visto che le persone hanno un cervello evidentemente alcuni preferiscono il virtuale al reale,contenti loro,contenti tutti,io non approvo ma non condanno è una scelta.
    i social si sa che pregi hanno e che difetti hanno,chi li usa sa che in qualche modo sarà controllato,si vede che questa cosa gli va bene.

  4. 24
    Harlock -

    “No, per me la vita di un uomo deve essere qualcosa in più di questo”

    Se ritieni che sia così, abbi il coraggio di rifiutare tutti quegli strumenti che critichi. E ricorda che se lo fai, lo fai per te e basta, non per convincere gli altri che hai ragione o per sentirti dire “hai ragione”. Questo significa essere davvero libero da quegli strumenti

  5. 25
    anonym -

    Ho letto sul web alcuni commenti secondo cui sarebbe da sfigati non essere iscritti a nessun social.
    La mia vita è sempre stata la stessa, eppure secondo l’opinione ricorrente dovrei essere passata da “donna cool” a “sfigata” perchè mi sono cancellata da Facebook. Sono forse diventata un’altra persona dopo essermi tolta da Facebook? A me non sembra, ma se lo dicono loro…
    Una volta sfigati erano considerati quelli che non uscivano mai e passavano le giornate a guardare la tv o appunto con gli occhi incollati al pc a scrivere sui social network.
    Anche quando avevo Facebook, per me era motivo di vanto non scrivere niente al sabato sera, perchè significava che ero fuori a divertirmi. Con l’avvento degli smartphone era bello scrivere, ma ci tenevo a mostrare che avevo scritto da uno smartphone e da un pc, per far capire che non ero a casa.
    Secondo me lo sport nazionale è considerare gli altri sfigati, indipendentemente da quello che fanno. Sei iscritto a dei social network? Sei sfigato perchè non esci! Non hai nessun social? Sei sfigato perchè non condividi post del cavolo con il resto del mondo!
    La cosa che mi fa rabbia è che si viene considerati sfigati se non si ha un account social e ci si dice “ma tu allora non esci mai”. Ma ce la fate? Se uno scrive sui social davanti al pc significa che davvero non esce!
    La gente non sta bene. Hanno proprio ragione a parlare di fughe di cervelli, ma sono appunto solo i cervelli ad andarsene, i corpi purtroppo restano in Italia…

  6. 26
    Yog -

    L’importante è che restino in Italia dei corpi femminili decenti. Il cervello può andare dove vuole. Comunque, prudenza: a mi’ cuggino di Vertemate che ci teneva a far sapere su Facciabuk che era fuori casa il sabato gli han svuotato l’appartamento…

  7. 27
    iosonoio -

    certo che esiste ed è 300 volte meglio di quella virtuale. Il problema è che sei vuoi un minimo di “vita sociale”, scusa il gioco di parole, devi “socializzare” e purtroppo oggi, non hai vita sociale se non sei su un social.

    “…il ricordo, è condividerlo, invece di viverlo…..”

  8. 28
    J.J Bad -

    Si può amare la tecnologia ma vivere benissimo senza social network.
    Questa società ci vuole far credere che siano necessari, uno status, in realtà sono solo una perdita di tempo nel 90% del loro comune utilizzo (escludo gli aspetti di utilità pubblica e commerciali) e che ottengono solo il risultato di omologarci tutti in un rincretinìmento collettivo. In una dipendenza invasiva che non si è’ mai vista nemmeno coi telespettatori della tv!
    Io sono l’esempio vivente: mai iscritto a nessun social network per scelta (se escludiamo whatsapp, che risulta poco più di uno scambio di sms tra amici).
    Mai ceduto. E sto bene uguale. Ho ugualmente affetti, amici e vita sociale quando voglio. Ma un milione di “paranoie informatiche” in meno.
    Fanculo alla moda del “mi piace” che sta rovinando la società!

    Social network = vita asociale

    PS: cmq mi accorgo che c’è sempre più gente che sta prendendo coscienza di questo e si cancella da Facebook & c.

  9. 29
    rossana -

    Anonym,
    se posso permettermi un suggerimento: prendi in considerazione soltanto le osservazioni che ti provengono da persone che ami o che stimi. tutto il resto non è che fumo e bla-bla, tanto per dir qualcosa, il più delle volte priva di reali costrutti. quello che sta bene a te, senza arrecar danno ad altri, è l’unico aspetto su cui concentrarti.

    SECONDO ME, il timore della solitudine che impera ovunque, soprattutto fra i giovani, è dovuto all’attuale incapacità di concentrarsi su un numero ridotto di rapporti profondi. forse per questo ci si disperde in una marea di continui contatti, brevi e per lo più insignificanti. come un aggrapparsi a fragili rami anziché tendere a quelli più robusti, in grado di sostenere. come un illudersi di non essere soli mentre lo si è più che mai.

    non so se dipenda dal voler cogliere tutte le possibili opportunità oppure dallo smodato, quanto assurdo, desiderio di apparire a molti nelle proprie vesti migliori, ma questa è la situazione che colgo all’esterno delle mura di casa.

  10. 30
    Golem -

    “non so se dipenda dal voler cogliere tutte le possibili opportunità oppure dallo smodato, quanto assurdo, desiderio di apparire a molti nelle proprie vesti migliori”

    L’ultima che è stata detta. A volte entrambe. La prima utilizzando la seconda.

Pagine: 1 2 3 4

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili