Salta i links e vai al contenuto

Email anonime sulla mia ragazza

Lettere scritte dall'autore  

Buongiorno e ringrazio anticipatamente per l’attenzione.
Sono Fabio 36 anni, sto o meglio stavo con “una donna” di 41 da un anno e qualche mese.
Vi do qualche info su ciò che è accaduto.
Per mesi ho ricevuto mail anonime e telefonate ( denunciate alle autorità e confidate “alla mia ragazza” ) nelle quali mi suggerivano di fare attenzione a ciò che “lei” faceva, alludendo al fatto che avesse un’altra relazione, questo a distanza di poco dal momento in cui diciamo abbiamo reso pubblica la nostra relazione.
Voglio precisare che la mia reazione fu di chiedere spiegazioni a “lei” e avendo avuto una risposta ci ho creduto, pensando che fosse uno scherzo o qualcuno che io o “lei” avevamo respinto che si fosse ingelosito o semplicemente non avesse altro da fare.
Da li ad ogni modo queste mail sono continuate.
Ricevevo info su dove fosse ( al supermercato con sua mamma, a passeggio etc etc ) e realmente era così. Queste cose mi hanno reso ansioso, non tanto per dubbi nei suoi confronti, ma pensando: se “lei” è li questa persona “la” vede per riferirmelo, ne sento ogni sorta tutti i giorni al “TG” di storie e massacri.
Ho iniziato a preoccuparmi per “la” sua incolumità ed anche per “la” mia, iniziando a fare attenzione ad ogni cosa mi accadesse intorno, a studiare ogni persona a notare ogni auto, moto.
Pochi giorni fa abbiamo avuto “la” certezza di chi fosse questa “persona”.
Ora come da qualche giorno sono più sereno in quanto “lei” “lo” conosce, sa chi è sa come comportarsi con “lui” ed io so che non può torcerle nemmeno un capello ( anche se non “lo” conosco, me ne son stato alla sicurezza della mia ragazza ) .
Per me è stata una liberazione, da li però ho iniziato a notare o meglio a vedere i miei comportamenti con occhi diversi.
Aggiungo che parecchie sono state le incomprensioni in questo periodo con “lei”, molti sono stati i miei definiamoli Skizzi ( nervosismo, pochi sorrisi, poca voglia di sorridere, a volte domande a lei che probabilmente “le” hanno fatto dubitare della fiducia nei suoi confronti, mi son ritrovato ad isolarmi quando eravamo in mezzo a nostri amici, ad essere un’altra persona ) .
Ora “le” comprendo queste cose, ora che la mia testa è libera da quella pressione.
Voglio ribadire che mai ho avuto dubbi, mai ho messo in discussione l’amore che “lei” avesse per me e tanto meno mai il mio per “lei”.
Ora questa pressione è terminata.
Ma con essa è finito da parte della ragazza il nostro rapporto. Con queste parole ” ora voglio star da sola, poi si vedrà” ( voglio aggiungere che tali parole ad ogni nostra discussione saltavano fuori ) .
Ognuna di queste volte, come pur questa io son andato a cercare di parlare e chiarire la questione.
In questo caso dopo alcuni discorsi emerge che: “lei” bisogna di star sola per riprendere fiducia in “se stessa”, poi che deve capire se può fidarsi di me, poi mette in dubbio che io mi sia inventato tutto e che abbia letto dei sms di nascosto dal suo telefono, poi che io sia un violento e che “le” possa far del male, poi non che non “le” voglia far del male fisico ma forse psicologico, che sono forse sono un manipolatore, un attore.
Io alla luce di queste rivelazioni, ho avuto la reazione di dirle che “lei” non è mai stata allora con il vero Fabio e io mai con “la” vera ( ometto di proposito il suo nome ) e penso che forse io in questo rapporto sono sempre stato messo alla prova ed in discussione in ogni mio comportamento, mia frase ( forse non ognuna ) , che “lei” non si sia mai calata completamente in questo rapporto.
Voglio ancora precisare che mai io ho messo in dubbio, come anche ora l’amore di questa ragazza per me ed il mio per lei. Voglio “lei” torni a sorridere e voglio star bene.
“Le” ho detto che come dimostrazione d’amore la lasciavo libera di decidere.
Confesso che mi fa molto male questo, perché io invece vorrei “farla” sedere sulle mie ginocchia e cercare di spiegarci ed arrivare ad una conclusione insieme, ad una conclusione, decisione, idea, parere, chiamiamolo come vogliano ma NOSTRO/A.

Sicuro di una sua presa in considerazione ed un responso positivo la ringrazio del suo interesse anche se del tutto gratuito..
In fede Fabio

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

3 commenti

  1. 1
    Roberta -

    Non hai avuto fiducia di lei e nemmeno di voi.
    Hai permesso a Jago di arrivare a quello che voleva: dividervi.
    Qualsiasi persona o evento esterni a una coppia la destabilizzano.
    E lascia segni come un tornado e non come un temporale estivo.
    Cercatevi un rifugio sicuro da occhi indiscreti e non date più
    retta a nessuno.Chi è anonimo è debole e ha paura ma gioca con il
    dubbio a farvi credere che è forte e depositario della verità.
    La verità invece è solo vostra e in quello che sentite l’uno per l’
    altra.La stima è tutto,molto più dell’amore.

  2. 2
    FabioB -

    ho combatuto per lei! e per noi, non hai capito una fava!!

  3. 3
    ahahahahah -

    hai capito tutto! ..infatti sei solo.

    ha fatto bene..sei un rompiballe

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili