Salta i links e vai al contenuto

Eccomi a cercare aiuto

Salve a tutti, sono un ragazzo di 21 anni, vivo in una citta calabrese, sono qui per chiedere come da titolo aiuto, vi racconterò in breve la mia storia, spero che non vi faccia annoiare.
Sinceramente non so da dove cominciare sono tante le cose e i pensieri che mi girano in testa, farò una breve descrizione, sono un ragazzo solare, tranquillo, estroverso, mi piace aiutare il prossimo e amo gli animali soprattuto il mio amato cagnolino, che ormai e l’unica cosa che mi è rimasta.
La mia non è stata una bella vita, i miei sono separati da quando sono nato, ho sempre vissuto lontano da loro e li vedevo si e no un piao di ore alla settimana, da piccolo ero un ragazzo molto chiuso anche se avevo amici cercavo il più possibile di stare da solo, poi con il tempo sono cambiato.
Oggi mi ritrovo ad essere disperato, senza un minimo desiderio di andare avanti senza la voglia di vivere e tutto questo per il semplice ma disastroso motivo di essermi fidato delle persone sbagliate.
Ormai sono 3 anni che vivo in un inferno, ho fatto moltissimi errori e a pagarne le spese siamo stati io e i miei cari, (mia nonna) , che adesso non riesco a guardare neanche dritta negli occhi.
Tutto e iniziato al compimento dei miei 18 anni, ero una persona tranquillissima mai in vita mia avevo mentito, o preso ingiro qualcuno, o commesso qualsiasi tipo di gesto illegale.
Ma tutto ad un tratto per aiutare 2 amici in difficolta ho iniziato a rovinarmi la vita, avevo dei soldi da parte e per non fargli succedere niente ho coperto tutti i loro debiti, ho mentito alla mia unica persona cara, che tra l’altro mi ha aiutato in questi 3 anni a risanare la miriade di debiti che avevo fatto, ma pultroppo adesso e lei per colpa mia piena di debiti, e io non riesco a fare niente.
Ho il cuore a pezzi ormai vivo la mia vita come niente giorno per girno senza chiedermi cosa sara domani, ammetto che ha volta ho pensato di farla finita ma poi penso a mia nonna e mi fermo.
Ho bisogno di aiuto voglio vedere mia nonna sorridere di nuovo, sono un ragazzo volenteroso capace di fare di tutto, ma haimè qui non riesco a trovare lavoro anche perchè sempre tornando al passato ho dovutoo lasciare la scuola al 4 superiore, non godo neanche di una buona salute questi 3 anni mi hanno distrutto sia fisicamente che psicologicamente.
Vi prego, non so se qualcuno leggerà questa lettera, ma spero tanto che dall’altra parte di questo schermo ci sia qualcuno che mi possa aiutare, voglio tornare a vivere, voglio tornare a sorridere e voglio vedere mia nonna con il sorriso in viso ogni volta che la guardo.
A chiunque di voi voglia aiutarmi non posso dare altro che la mia riconoscenza, l’unica cosa che mi è rimasta, perchè ormai anche la mia anima se n’è andata.
Spero che non vi abbia annoiato e grazie di cuore per l’ascolto.
Un saluto da Animavuota

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

5 commenti

  1. 1
    kristina -

    povero ragazzo\\\\\ capisco se è vero quello che hai scritto che sei in brutte acque, anzi alla gola ,c’è poco da dire se non quello di rivolgerti a delle associazioni dove ti possono aiutare per uscire da questo imbroglio, fallo se non altro per riprendere in mano la tua vita, ricomincia ad andare a scuola, e stai lontano da certi personaggi, prova a chiedere aiuto anche ai tuoigenitori in fondo hanno tutta la colpa di quello che stai vivendo , ma per favore rifletti sei ancora un bambino non commmettere stupidaggini .
    Per favore continua a scriverci\\\\\\\\

  2. 2
    maty7 -

    La tua lettera è molto toccante; è umano sbagliare, specie alla tua età, ma ora guarda avanti, trovati un lavoro, magari al nord, secondo le tue qualifiche o secondo quello che sai fare meglio e se è necessario almeno all’inizio adattati. Cerca online, recati presso i centri per l’impiego del posto in cui vivi e se conosci qualcuno in qualche città fatti aiutare. E’ un buon modo per ripartire. Dai, dalla tua prospettiva è difficile perchè ti senti svuotato ma fai un piccolo gesto di forza e orgoglio e ricomincia, vedrai tua nonna sorridere di nuovo come desideri; hai una vita davanti, se decidi, puoi viverla nel modo migliore.

  3. 3
    ventolibero -

    Ma amico mio, tu anima vuota? Ti sei rovinato, come dici, e hai compromesso i rapporti con chi ti voleva bene per aiutare degli amici, magari hai fatto delle cavolate per essere più efficace nel cercare di dargli una mano.
    Io non sono un imprenditore e non sono delle tue parti, quindi non saprei come aiutarti concretamente, come darti la mano che tu hai bisogno di stringere, tutto quello che posso dirti, al bando le solite banalità del ‘ti capisco’ e ‘ti abbraccio’, è questo: ora sei distrutto perchè hai aiutato chi poteva essere distrutto (debiti e, mi sembra di aver capito, un giro non proprio tranquillo…) da qualche brutto ceffo poco raccomandabile, di questo fattene vanto amico, e da questo riparti per recuperare ciò che hai compromesso e a cui tieni !
    Le anime vuote sono altre, sono chi fa danni nella vita degli altri e se ne frega, chi fa disastri intorno a sè con piena consapevolezza e se ne sbatte, tanto lui è Dio e non ha bisogno di nessuno, sono quelle che mai rischierebbero di inguaiare se stessi per cercare di salvare un amico.
    Tu non sei un’anima vuota, sei una mosca bianca, per fortuna, tua e degli altri, di chi è stato, ti è e ti sarà affianco, lo sei !
    Ti auguro ogni bene,
    Alessandro

  4. 4
    sele -

    Ciao, non mollare, gia solo per il fatto che ti senti in colpa e che pensi a tua nonna è perchè un anima ce l’hai ancora..
    Non scoraggiarti, hai tutta la vita davanti, prova a cercare lavoro in un altra città, ho trovatene piu di uno.
    Se tua nonna ti ha aiutato è perchè gli ha fatto piacere, falla felice con altre cose, portala fuori, stai con lei.
    Sai non servono i soldi per essere felici agli anziani, ma sapere che i loro figli e nipoti stanno bene e sono felici..
    Almeno è come la penso io, a vedere i miei nonni cosi..
    Ripagala con il tuo amore.

  5. 5
    Mau -

    Leggo la tua lettera e resto molto colpito da suo contenuto.
    Alla tua età, così giovane, affrontare problematiche così pesanti non è certamente facile e comunque ti fa onore la tua partecipazione così sentita ai problemi altrui e il tuo attaccamento alla figura che ha sostituito i tuoi genitori, la nonna appunto.
    Però mi sorgono anche degli interrogativi:
    – i tuoi genitori, per quanto ti siano ‘lontani’ rimangono genitori. Hai chiesto il loro aiuto? O non lo fai per orgoglio? O lo hai chiesto e loro non ne vogliono sapere. (In questo caso c’è anche l’ipotesi tribunale civile).
    – questi ‘amici’ che hai aiutato…sono ancora amici oppure no? Se ‘no’ rimangono in debito con te. Restituiranno queste sonmme oppure sono persone alle quali ‘è meglio non chiedere’ ?
    – un ragazzo della tua età oltre a cedere i suoi risparmi come ha fatto a fare ‘una miriade di debiti’ ? Chi ti ha dato credito? Strozzini?
    – e a tua nonna chi ha concesso credito per risanare i tuoi debiti?

    Insomma…alcune risposte le posso anche ‘immaginare’…ma mi piacerebbe molto che tu chiarissi con parole tue.
    Per il resto molto difficile aiutarti per un lavoro.
    A meno che l’aiuto che tu cerchi non sia ‘anche’ economico…come mi è capitato una volta con una persona che era in cerca di ‘ricariche’.
    Ma sono certo che questo non è il tuo caso.
    In attesa di leggerti, in miei migliori auguri per tutto.
    Mau.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili