Salta i links e vai al contenuto

Diventi mamma e… non servi più

La cosa più bella che una donna possa desiderare è diventare MAMMA.
Dopo tanti anni ho realizzato il mio sogno è nata un angelo, veramente è una angelo di bambina.
Tutto questo ti ricopre di gioia poi un bel giorno devi fare i conti con l’invidia, la gelosia e soprattutto con la cattiveria umana.
Diventi mamma……….. e……….. perdi il Lavoro.
Perdere il lavoro ai tempi d’oggi è una cosa molto tragica ma la cosa ancora più allucinante è che lo perdi non per mancanza di lavoro, per fallimento aziendale ecc……….. ma perché ti fanno MOBBING.
Oggi se ne parla tanto ma fondamentalmente nessuno lo conosce bene o, mi spiego meglio nessuno è in grado di aiutarti.
Leggo tutti i giorni che esistono centri, sindacati, associazioni ma alla fine sei sempre sola con te stessa, se poi aggiungiamo che per sfortuna sei anche economicamente in difficoltà sei proprio allo sbaraglio!!! .
Una mattina come le altre, vai in ufficio sembra tutto ok ma invece…………. inizia l’incubo.
All’inizio non riesci tanto a comprende cosa stia succedendo anche perché ti colpiscono quando stai vivendo una momento della tua vita abbastanza impegnato, a me è successo in un periodo meraviglioso.
Poi i giorni, i mesi passano e ti rendi conto che qualcuno ti sta guardano, parlano in modo diverso, allora ti fermi, fai un esame di coscienza e ti chiedi cosa sta succedendo?????????? devo dire che, per la mia esperienza personale, ancora oggi dopo 5 anni mi chiedo ancora dove ho sbagliato, dove potevo tamponare, dove non sono riuscita a capire e soprattutto PERCHÉ non ho capito cosa mi stava facendo quella DONNA prima di ammalarmi e dimettermi.
Una cosa che sempre mi ritorna in mente è che nel mese di dicembre mi ha baciato per gli auguri di natale dicendo che io per lei ero come l’aria che respirava dopo tanti anni di servizio e dopo 10 giorni mi ha detto di trovarmi un’altro posto di lavoro.
Mi faceva delle proposte indecenti ritrattando poi il giorno dopo e soprattutto in assenza di testimoni.
Mi ha rovinato la vita ma quello che mi fa più soffrire è che oltre alla mia di conseguenza ha rovinato quella di mio marito, che devo dire è sempre stato al mio fianco senza parlare ma c’era e c’è tutt’ora, ma del mio piccolo angelo che chiedeva solo una mamma che sorridesse come prima e di non vederla sempre triste chiedendomi persino se la colpa fosse sua.
Devo dire che se non avessi avuto lei in certi momenti……….. ma no non lo voglio ricordare.
Ho tanto pianto, mi sono fatte tante domande ma non ho risolto nulla…………….
L’unica cosa che volevo e che ho fatto, nella speranza che paghi per la sofferenza che mi REGALATO, ho intrapreso una causa di lavoro contro di lei.
Mi guardo allo specchio e mi vedo invecchiata di 20 anni però mi dico che devo essere forte e credere che i Giudici che esamineranno la mia causa non siano solo bravi legislatori ma siano UMANI.
Mi piacerebbe che qualcuno che ha vissuto le stesse esperienze mi scrivesse.
CIAO E GRAZIE A TUTTI.
cuba1962

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Lavoro

8 commenti

  1. 1
    kekkoufo5 -

    Ciao Cuba1962. Io ti capisco e come. Non v’è ombra di dubbio circa il mobbing che è un meccanismo che si avvale di lecchini e infami. Non so tu ma io ho vissuto la stessa cosa in un abiente STATALE. Preciso nella scuola pubblica dove Preside, Dsga, e alcuni Docenti tutti insieme in un sistema malato e corrotto nel suo interno. Si organizzano corsi sulla legalità e poi loro sono i primi che ti impiegano senza neanche conoscere cosa è scritto sul CCNL. Una delusione totale. E se provi a ribellarti come ho fatto io denunciando tutto al sindacato il mobbing raddoppia e tu ti ammali, perdi il sonno e la voglia di vivere. Ecco, l’unica arma che noi della scuola abbiamo è il trasferimento. Cosa che io ho avviato immediatamente per il prossimo anno.

    Che dire. Tanto abbiamo Nrunetta no? Non cambierà mai nulla perchè la verità è una sola: se sei un sottoposto devi soccombere punto e basta.

    Auguri a tutti e

  2. 2
    Cuba1962 -

    kekkoufo5 ciao Ti ringrazio tanto di avermi risposto anche se mi rattrista sempre sapere che ci sono persone che per colpe di altri abbiao e stiano soffrendo.
    Speriamo che il sole ritorni a splendere per tutti noi.
    ciao
    cuba1962

  3. 3
    Cesar -

    Scusa che intendi per proposte indecenti?

  4. 4
    cuba1962 -

    Cesar in risposta alla Tua domanda fortunatamente le proposte non sono inerenti al fattore sessuale, anmeno questo, ma le prposte indecenti erano sambio luogo di lavoro, tipo a casa della datrice di lavoro per mansioni diverse da quelle che io ero stata assunta, cambio di orario da un partime continuativo si sei ore a un turno di 3 ore alla mattina 3 ore di pausa e 3 ore di pomeriggio, (ero una pendolare), sistemare pratiche in archivio in mezzo ai topi, recapitare una busta e rientrare e ritrovarne un’altra (che ra già pronta) da recapitare, depositare documenti a 10 minuti dalla chiusura dell’ufficio e a 15 minuti dal termine dell’orario di lavoro ecc…… queste sono le proposte indecenti………..

    ciao

  5. 5
    ver -

    ho partorito da 8 mesi… a settembre dovevo ritornare a lavoro ma la mia titolare mi ha detto CHE NON SA SE HA BISOGNO DI ME…aggiungendo che nella vita si fanno delle scelte e io ho scelto di avere una famiglia e non di lavorare……………..
    mi dimetterò per paura di subire quello che hai subito tu…

  6. 6
    cuba1962 -

    ciao ver
    non devi pensare però che queste cose succedano sempre anche se devo dire che come primo approccio dalle frasi riferite dalla SIGNORA non mi sembrano tanto ottimali.
    E’ vero se devi passare quelo che ho passato io Ti consiglio di dimetterTi anche perchè i momenti belli di mia figlia poco me li ricordo avendo ripreso a lavorare dopo un mese dal parto “AVEVA BISOGNO DI ME” POI IL RISULTATO E’ STATO QUELLO CHE MI E’ SUCCESSO.
    Una maternità deve essere vissuta con la tranquilità e serenità che solo una mamma felice può dare.
    ciao e im bocca al lupo
    cuba1962

  7. 7
    ver -

    grazie per la risposta cuba
    se non succedono “sempre” sono cose che succedono nella maggior parte dei casi…
    si da tanto per il lavoro PER ANNI soprattutto per amore del lavoro e poi si viene ripagati così, trattati come “estranei” quando in ufficio ci si sentiva ormai come “in famiglia”…
    forse la delusione più grande è questa perchè, in un modo o nell’altro, un altro posto lo si trova basta rimboccarsi le maniche e ricominciare tutto da capo, ma ricevere determinate risposte fa proprio male…
    ciao…

  8. 8
    cuba1962 -

    ciao ver
    mi riconosco in tutto quello che dici ma cosa si può fare contro queste persone quasi nulla..io ho intrapreso una causa di lavoro e sono ancora qui che prego che giustizia sia fatta.

    spero che il tuo bambino così piccolo possa ditrarti da questa brutta eperienza.

    un abbraccio cuba 1962

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili