Salta i links e vai al contenuto

Chi è disoccupato? Come passate le giornate?

Lettere scritte dall'autore  albert1879
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 11 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

84 commenti

Pagine: 1 7 8 9

  1. 81
    Marta -

    Ragazzi, eccovi il link dove trovate il pdf dell’università di Udine dove sono specificate le tasse, le riduzioni, gli esoneri, le borse di studio. Ogni Università ne ha di simili. Chi paga migliaia di euro l’anno, evidentemente ha decine e decine di migliaia di euro annue in entrata in famiglia. Evidentemente, chi ha molto, paga molto, giustamente. Chi ha poco paga poco, chi ha gravi problemi, è esente. Vorrei vedere quanti di voi potrebbero diventare medici se dovessero servire pizze 12 ore al giorno per permettersi un tetto sopra la testa e un piatto di minestra sul tavolo! Sacrifici… vostri o del parentado? Perché fare la meretrice col sedere degli altri è piuttosto facile! Io sono solita fare i conti con me stessa, e basta. Faccio quello che posso col mio, non con quello degli altri. Vesto con abiti vecchi, ma comperati con i miei ppchi soldi, vivo in una catapecchia, ma mia, guido un catorcio di 35 anni, ma pagato con i miei risparmi, non con quelli altrui.

  2. 82
    Yog -

    Vabbè Marta, il link non lo hai messo ma, non avertene, sappiamo tutti usare internet. Ti segnalo che se guidi una vettura di 35 anni nel 2019 avrai una riduzione del bollo se è iscritta all’anagrafe veicoli IS. Da non sottovalutare, son sempre soldi. Se poi abiti in una casa con le caratteristiche che dici, puoi anche verificare se la tua dimora è censita come fabbricato rurale, il che comporta diversi vantaggi economici e fiscali. Infine, tieni conto che un genitore investe nel figlio come i suoi genitori hanno fatto con lui: il bilancio è pari, ma consente di campare alla grande dopo aver avuto una formazione decente, per tutto il resto non occorre sbobbarsi di servizi in pizzeria da 12 h/die, basta Mastercard.

  3. 83
    Gabriele -

    Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire, Marta. Continui a specificare vicende tue personali, che nulla hanno a che vedere con ciò che dice thread: mi spieghi perchè con Alberto sei stata così dura? Mi riferisco nello specifico al commento 52, hai messo una forza, per non dire cattiveria, senza nessuna ragione. Dai per scontato che chiunque non viva la tua medesima situazione, sia per forza una specie di privilegiato: ma come ti permetti, cosa ne sai tu dei drammi di un imprenditore, uno studente fuori sede, come fai ad essere così cinica? Io conosco persone invalide e sono persone meravigliose che fanno sacrifici, come conosco persone come Alberto, che altrettanto fanno quello che possono per cercare di avere una posizione, si può sapere perchè tutto quello che hai è “Non è ora di levarsi dalle tende?”.
    E non rispondermi che fai luniversità e chissà cos’altro, perchè non attacca, non sei nella posizione per farmi pena in una qualsivoglia maniera.

  4. 84
    Yog -

    Gabriele, qui ormai è un esercizio di rettoricha. Una laurea ormai è una fascetta da allacciare al bottone del taschino della giacca come si faceva negli anni ’30, un fiocchetto per ogni figlio, giusto per la parata in piazza. Se uno è – ad Iddio piacendo – normale, eterosessuale e lavoratore e guida una macchina euro 5 foss’anche ibrida e con le porte che si aprono all’insù (c.d. apertura alare, che richiede metratura ed altezza adeguate, non lo nego) parcheggiata nel garage di una confortevole abitazione singola, è uno sporco privilegiato, da colpire e mettere alla gogna perché i genitori (e il suo sudore, particolare non insignificante) gli hanno permesso di essere un benestante invece di un accattone. Se poi non ha l’ISEE che gli permette di pagare nulla per l’università è un lurido capitalista, su posizioni incompatibili con l’eroismo di certe catarinebubuline de noantri. Capisci ammè, ci sarà un motivo per cui il piddì, leu ed europa+ li abbiamo liquidati senza possibilità di ritorno.

Pagine: 1 7 8 9

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili