Salta i links e vai al contenuto

Le difficoltà di una 59enne senza lavoro

Illustrissimo Sig. Presidente Berlusconi

mi permetto di scriver Le essendo una sua da sempre sostenitrice, e confido in Lei e spero che nel prossimo governo possa di nuovo essere lei a guidarlo, in questo momento c’è il bisogno di un vero governo, qualsiasi tipo di governo purché ci sia!
Siamo soli! i cittadini sono soli, gli operai sono soli, le persone senza lavoro come me sono sole, le aziende sono sole, le persone come me che a 59 anni senza futuro sono sole. Sono molto preoccupa come la stragrande maggioranza del paese.
Volevo solo illustrarle la mia situazione: sono una donna sola di 59 anni 60 a luglio, e mi trovo in una situazione che non avrei mai immaginato dopo una vita di sacrifici, mi trovo a vivere una vita di stenti, sono precaria da più di 10 anni.
Dopo essere stata costretta a chiudere la mia attività di un negozio di abbigliamento, per motivi oggettivi, nonostante ho cercato inutilmente una opportunità di lavoro, nonostante un discreto curriculum speravo di avere una opportunità di lavoro, invece improvvisamente mi sono trovata senza lavoro e piena di debiti, da allora ho svolto svariati lavori naturalmente a termine saltuariamente tra cui anche in un call center, naturalmente con contratto rinnovabile di tre in tre mesi, per due anni raggiungendo così finalmente nel 2009 ad avere due anni di lavoro sempre nella stessa azienda da poter aspirare di essere assunta finalmente a tempo indeterminato! fiduciosa di vivere con un po’ di dignità e di serenità, ma naturalmente purtroppo così non è stato, in quanto anziché essere assunta definitivamente, a causa della crisi, non mi hanno più rinnovato il contratto e così mi hanno lasciato a casa!
Potrà immaginare la mia disperazione sapendo che a causa della mia età e con la crisi in corso non avrei più avuto possibilità, come effettivamente è successo, di essere presa in considerazione da qualsiasi azienda! Ho cercato qualsiasi tipo di lavoro, pulizie lavapiatti, badante niente da fare! Sono alla fine riuscita a trovare un lavoro da casa con delle piccole provigioni del 3% lordi, e a dovermi aprire una partita IVA! La cosa mi andrebbe bene se non fosse che al massimo riesco a malapena guadagnarmi 500/550 iva inclusa, spesso non riesco a versala in quanto ho un affitto di 420 euro al mese, bollette luce, gas, ecc.. Medicine! Per carità, non se ne parla nemmeno, nonostante ho problemi di stomaco e fegato, dove spesso le medicine sono a pagamento, devo rinunciare!
Sentirsi una fallita e senza dignità, la dignità, per me come per altri è la cosa più importante,
ma non esiste più! Mi sento fallita e senza dignità, davanti ai miei figli, e soprattutto quando non riesci neanche a fare la nonna, a fare quei piccoli gesti, come comprare un regalino per il suo compleanno o a natale come fanno gli altri nonni! Lei non può immaginare! Aprire il frigo e non avere nulla.
Grazie alla legge Fornero anziché andare in pensione come avrei dovuto in aprile 2014 ora dovrei andare nel 2020, io spero che qualsiasi governo vada pensi alle persone che non hanno lavoro e che non possono aspettare il 2020 per sopravvivere, a meno che si diano un lavoro! Spero che le Istituzioni non si dimenticano delle persone sole come me, che diano la possibilità di avere una seconda opportunità, opportunità di continuare a vivere con dignità.
Il lavoro e la dignità è un dovere di un governo da dare ai propri cittadini, al suo popolo, perché la dignità di un governo è il benessere che riesce a dare al suo Paese.
Non avrei mai immaginato di dover scrivere il mio disagio, ma da 10 anni e così! le assicuro che sono tanti e non riesco a vedere la luce in fondo al tunnel!!! ci andrebbe un miracolo! peccato che non credo nei miracoli!
Nel ringraziarLa se vorrà leggere questa lettera.
Mi spiace non poter partecipare alle sue manifestazioni, lo vorrei tanto!
Con infinita ammirazione porgo un cordiale saluto.
Angelina Esposito.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

2 commenti a

Le difficoltà di una 59enne senza lavoro

  1. 1
    katy -

    Perchè scrivi qui ( e poi perchè a Berlusconi)?

    A lui dei tuoi problemi finanziari non importa un bel nulla. NIENTE. Credimi, niente.

  2. 2
    lorenzo -

    59 anni? Mi dispiace non sei per niente appetibile. Lui aiuta solo le giovani donne in cambio loro lo ripagano con quello che hanno in mezzo alle gambe. Hai per caso una figlia? Magari con lei riesci a spillare qualche soldo al caro berlusca. Che dire siamo veramente alla frutta. C’è ancora gente che scrive queste str...ate…

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili