Salta i links e vai al contenuto

Cosa vuol dire essere di destra o di sinistra?

Lettere scritte dall'autore  ragioniera84
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 31 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

55 commenti

Pagine: 1 4 5 6

  1. 51
    caroselli francesco -

    la differenza tra destra e sinistra?…se il signor rossi di destra e il signor bianchi di sinistra per loro sfortuna dopo un naufragio si ritrovano su un isola sconosciuta appena si accorgono che c’e’ un indigeno diventano ambedue di centro…tornati a casa riprendono le loro posizioni.morale…con l essere di destra o di sinistra o meglio se siamo etichettatti di destra o di sinistra e’ il miglior modo di essere indottrinati e controllati .sembrerebbe un discorso anarchico, ma non lo e’ ma e’ semplicemente dire che..se piove e lascio un mobile fuori quello si depirera’ ed e’ un concetto logico che non e’ ne di destra ne di sinistra , spesso appunto per cieco appartenismo si arriva a dire che cristo e’ morto di freddo.semplice

  2. 52
    manuela -

    Essere di sinistra non ha un valore scientifico,è una sperdo storia, un non concetto, un non senso, un cerchio quadrato,un ferro di cavallo d’oro,una fisica morale,una chimica sentimentale.

  3. 53
    gianfranco ardisson -

    Se è vero che l’ostentata autoreferenzialità della sinistra è “l’eguaglianza”, qualcuno è in grado di spiegarmi come mai nel nostro paese, attualmente governato da una sinistra erede di un prestigioso PCI con addirittura un presidente del consiglio (Gentiloni) proveniente da Lotta Continua/Movimento Lavoratori per il Socialismo (gruppo maoista)/Partito di Unità proletaria per il Comunismo, e con una destra berlusconiana partorita da un influente PSI, la forbice tra ricchi e poveri è troppo divaricata, gli stipendi dei politici sono i più alti del globo, ma soprattutto (autentica beffa!)i salari dei lavoratori sono tra i più bassi dell’occidente?
    BIASIMO INVERSO

  4. 54
    gianfranco ardisson -

    la discriminante sociologica tra destra e sinistra riconducibile a due ossessioni:
    – la prima (il tormento della destra) è la fobia verso gli elementi percepiti come incompatibili con i modelli in uso nella società;
    – la seconda (l’assillo della sinistra) è l’intolleranza nei confronti dei modelli che appaiono imposti dalla società. Per capire basta ricordarci dei due compagni che più ci infastidivano alle elementari: il cattivo Giannino (tormento della destra) e il bravo Pierino (assillo della sinistra).

  5. 55
    Alba -

    Mi assumo tutta la responsabilità di essere di desta, ben consapevole del fatto che appartengo ad una categoria in via d’estinzione. Parlo da ex moderata, ben sapendo che la storia si sposta dall’altra parte… ci sono stata in tempi non sospetti. Non esercitavo. Si deve fare così per assumersi la responsabilità di difendere quei complessi che poggiano sul difetto di chi entra nelal storia passando dalla porta del mito. Se uno non ti vede… tutto cambia.

Pagine: 1 4 5 6

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili