Salta i links e vai al contenuto

Cosa vogliono le donne da noi uomini?

Lettere scritte dall'autore  Drizzt
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 6 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

325 commenti

Pagine: 1 31 32 33

  1. 321
    maria grazia -

    …non solo alle ragazze piacerà di sicuro, ma starai anche molto meglio tu!

    tutti dite di preferire le brave ragazze, fini corrette, e garbate. Ma com’è che queste tizie sono quasi tutte infelicemente single? mistero.

  2. 322
    Anonimus -

    rdf mi sono appena visto in uno specchio davvero

  3. 323
    Suzanne -

    Rdf, partiamo dal primo punto: cosa significa esattamente essere “buoni”? Tu sei proprio sicuro di esserlo? Buono per me è un cane, o una torta; se parliamo di persone occorre specificarne il significato per poter avere un confronto sensato. Ciò che in genere non piace, forse più alle donne in effetti, è la mancanza di personalità, che non significa assolutamente essere degli spacconi o bulletti ( che in genere sono I più pecoroni di tutti).
    Secondo punto: occorre distinguere tra ciò che colpisce, prerogativa indispensabile dell innamorarsi, e ciò che si desidera in una storia consolidata. Sono due aspetti, a mio avviso, completamente diversi, in cui predominano parametri spesso diversi. A me sono sempre piaciuti I ragazzi introversi, riservati, che non si mettono in mostra, ma che sanno magari dire la frase giusta al momento giusto, con ironia, senza prendersi mai sul serio. Questo attira la mia attenzione, che poi rimane viva se trovo tutta una serie di altre componenti.

  4. 324
    Golem -

    Interessante ‘sto thread, mi era sfuggito, ma vorrei dire a RdF che non si può discutere ciò che viene dall’istinto.
    Come dicono in maniera diversa Suzy e MG, si resta colpiti, sia al maschile come al femminile, da una “personalità” che sottintende una “forza” che vi si intravede all’interno, che non è necessariamente “bruta”, non so se mi sono spiegato.
    Una dolcezza “VERA” in una donna è una forza, ma può essere tale anche in un uomo, perché no. Ma dall’altra parte ci deve essere chi “capisce” che quella dolcezza maschile non é debolezza virile, ma il risultato di una matura virilità controllata. Perchè questo venga capito ci vuole di essere sintonizzati sulla stessa, “matura”, lunghezza d’onda. Cioè che entrambi abbiano superato la fase attrattiva “primordiale” del macho che si batte il petto come un gorilla, o lancia segnali di “machità” tipici della sottocultura corrente. Ma quante ce ne sono così? Poche (e pochi). Ci vuole solo fortuna nell’incontrarli, e poi avere la capacità di saperli TENERE.

  5. 325
    Rdf -

    D accortissimo golem. D altronde se le persone speciali non fossero così speciali non sarebbero così rare!

Pagine: 1 31 32 33

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili