Salta i links e vai al contenuto

Cosa c’è di sbagliato in me? (2)

Lettere scritte dall'autore  Dodo
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

49 commenti

Pagine: 1 2 3 4 5

  1. 21
    Clara -

    Alessandro,

    purtroppo è vero che dovrei uscire di più. Il problema è che attualmente non mi è possibile. Abito in una casa degli anni 70 con barriere architettoniche (potendomi muovere un pochino non abbiamo dovuto cambiare casa, ma sono al 6 piano con 5 gradini per giungere all’ascensore). Non avendo amici da chi mi faccio accompagnare nelle uscite? Dalla mamma?? Poi c’è tutta una questione mentale da cambiare. I luoghi di interesse (cinema, teatri, locali) non sempre sono attrezzati per le persone disabili, men che meno senza aiuto. Una volta sono andata in una cioccolateria e mi hanno detto che il bagno (IL BAGNO!) non era accessibile perché si trovava dopo una scala a chiocciola. In un teatro dovevi fare 3 gradini per raggiungere l’ascensore… Figurati che mia mamma si è sentita dire, da un’infermiera di un centro di analisi: “Ma tanto i disabili non vengono mai da soli” quando ha cercato di dirle che, se non ci fosse stata lei, io ero ancora lì ad aspettare che qualcuno mi andasse a prendere all’ingresso disabili del centro…

    Ciao!

    Clara

  2. 22
    Andrea_The_Original -

    Parole più che giuste di ets. Non posso credere che dietro non ci siano anche fattori culturali.

  3. 23
    chaponine -

    @Clara
    Ciao Clara, ho letto i tuoi post con vero interesse, mi sembri una ragazza in gamba e seria da come scrivi. Purtroppo mi trovo d’accordo con ets nel suo post 10, e sia nell’ambiente lavorativo sia nella vita quotidiana purtroppo ho a che fare con questo tipo di ragazze, ottime per il sesso, pessime nei rapporti. Penso che la tua consapevolezza derivi dal fatto che hai dovuto affrontare molte difficoltà nella tua vita, hai vissuto la solitudine ed i commenti stupidi della gente, e sei diventata una DONNA in grado di badare a se stessa e che sa ciò che vuole in un uomo. Mediamente non è cosi: i genitori viziano i figli e li mantengono, li coccolano anche da adulti ed i figli diventano scemi. Ti scrivevo prima che questo tipo di donne sono buone solo per il sesso perché da loro non puoi richiedere altro, non riuscirei a rimanere più di due minuti con una donna che mi parla di uomini e donne, del grande fratello e che non sa mettere due parole di fila. Questa società ha creato degli individui stupidi, sia uomini che donne, che vivono per farsi i selfie e vedere quanti like hanno su fb, che non hanno rispetto per niente e per nessuno, e te lo dice uno che ad un passo dalla convivenza ha ricevuto corna ed è stato lasciato per sms. Io non mi innamoro più personalmente. Non avrò il cuore che scoppia di gioia, ma neanche soffro come un cane. L’obiettivo nella vita non è essere felici, ma ridurre l’infelicità al minimo, e ciò è possibile solo non innamorandosi.

  4. 24
    angela85 -

    Caro dodo la tua storia mi ha commossa perché la tua vita è simile alla mia. Ho passato infanzia e adolescenza in ospedale, ho perso mia madre x tumore , ho mio padre non vedente. ? Quindi so che provi. Solo chi vive certe esperienze può capire. Ho passato anni in casa non avendo amiche. Mi domando perché tanto dolore. ?alle persone egoisti va bene tutto sempre. Sono sicura che troverai la persona che ti meriti credimi. Io in 28 anni non ho mai avuto un ragazzo. Ora da 2 l ho trovato. Non può andare sempre male lavita. Non mollare. Un abbraccio

  5. 25
    Alessandro -

    Clara comincio dall’inizio,i 5 gradini non possono essere un problema, per legge devono metterti una rampa e sarebbe a spese del condominio,se vuoi evitare liti con i condomini,cosa che io consiglio ti basta andare in una buona ortopedia,vendono delle ottime rampe pieghevoli,non credo costino tanto,in casa ingombrano poco,mamma non potrà uscire con te ma sono certo che due minuti per posizionare la rampa li trova.
    una volta uscita a Milano ormai ci si muove abbastanza agevolmente con i mezzi pubblici, la metro lilla e perfetta,le altre linee meno però quasi tutte le fermate sono accessibili, con ascensore o con montascale,se chiedi al gabbiotto dei tornelli l’operatore atm ti aiuta con una rampa a salire e scendere dalle carrozze,i bus sono in buona parte dotati di rampa manuale,basta chiedere all’autista,i tram sono più complicati,solo quelli verdi sono accessibili,se vuoi far tardi la sera puoi prenotare il radiobus,anche questo accessibile,per quanto riguarda i treni basta rivolgersi alla sala blu per l’assistenza.
    per come uscire hai varie opzioni,una carrozzina elettrica ti permette molta indipendenza,le passa gratis la asl dopo visita fisiatrica,se preferisci scooterini ti tocca pagare,on line si trovano a prezzi migliori.
    teatri quasi tutti accessibili,piccolo,manzoni,san babila,carcano,parenti,elfo,cinema pure,odeon,plinius,apollo,anteo,eliseo,ducale,in molti non paghi nemmeno l’ingresso.
    discoteche mi pare che Hollywood e oldfashion sono accessibili,locali cc’è lollopallosa o corso como 10 accessibili,nella nuova piazza di porta nuova idem,eataly tra corso como e corso garibaldi e accessibile,expo pure,lo stadio pure.
    come vedi ci sono cose da fare,posti dove andare e modi per arrivarci,le barriere architettoniche sono spesso superabili,quelle nei cervelli delle persone molto meno.
    naturalmente io ho scritto senza sapere realmente quali sono i tuoi problemi, il mondo dei disabili è purtroppo vario,spero di non averti detto cose per te…

  6. 26
    Alessandro -

    Spero di esserti stato utile,se posso fare altro chiedi qui o avvisami che ti scrivo alla mail che hai lasciato,chiudo con un piccolo consiglio,non essere timida,chiedi e fatti sentire, solo così potrai ottenere qualcosa,se non chiedi tu nessuno verrà a chiederti se hai bisogno. Ciao

  7. 27
    Clara -

    Alessandro,

    hai descritto come “dovrebbe” andare. Adesso con la metro va abbastanza bene, ma siamo sotto Expo… Il mio dubbio è quando saremo al 1 novembre… Per la casa mi sto già attrezzando, dato che ne ho presa una al pianterreno per me da sola. I radiobus sono solo di quartiere, ormai non esiste più quello che ti scarrozza in giro (lo so bene perché l’associazione che frequento li utilizzava e ci hanno detto che non facevano budget, eppure il biglietto lo pagavamo!). Ad esempio non sai che la carrozzina elettrica non va bene per tutti, se hai due mani perfettamente funzionanti come le mie forse è meglio usarle. In più c’è l’ingombro. Io non posso comprarmi un pulmino per girare, nè voglio sempre usare i servizi del Comune (che non sono sempre disponibili, prova a prenotarli quando ci sono i centri diurni. Il comune ha appaltato a società esterne e ha la priorità). Ho una Pandina, manca una cosa e poi potrò guidarla. Tanti mi dicono esci da sola, ma se io esco è per stare in compagnia, per stare da sola c’è la mia casa. Posso permettermi (lo dico in simpatia) di consigliarti di noleggiare una carrozzina e fingere (davanti agli altri) di essere disabile (se non lo sei) e recarti nei posti che mi hai citato? Proveresti che non è cosi semplice non solo recarsi (basta il piffero che ti parcheggia sullo scivolo) ma anche chiedere aiuto. Io e un altro amico ci siamo sentiti rifiutare la visione in 3D di un film perché la sala non è accessibile. Cinema Odeon in pieno centro a Milano… Sarò lamentosa, lo so, ma a volte parlo con cognizione di causa :)!

    Ciao!

    Clara

  8. 28
    Almost-Imperfect -

    @Alessandro
    Non è proprio così. Magari fosse così facile. A me Clara sembra una ragazza in gamba e che sa il fatto suo, credo che le difficoltà incontrate siano proprio reali e credo anche che a un certo punto ci si scoraggi per forza

  9. 29
    Kid -

    Questo Paese è organizzato in modo vergognoso . Senza scendere nei particolari , tempo fa , sono stato in una città fuori dall’Italia in compagnia di una persona che vive a Roma , la Capitale . Mentre visitavano il posto , passeggiando per le strade , questa persona mi rivolge ingenuamente queste parole :” Quante persone ci sono in carrozzina!” ed ho intuito come il suo commento postulasse che la disabilità fosse molto diffusa in quel posto . Così le ho risposto che non era come credeva ma il punto era semplicemente che la città era dimensionata per loro e pertanto c’è ne erano molti in giro con le loro carrozzine a motore, perché essendoci le rampe su tutti i marciapiedi , nonché le rampe degli autobus perfettamente funzionanti e le altezze giuste dei marciapiedi queste persone potevano essere indipendenti. Mi ricordo che dissi :” Guarda che in Italia ce ne saranno altrettanti ma gli tocca stare in casa! Per questo qui ne stai vedendo molte , perché possono uscire!” e poi le feci notare come ci fossero rampe , corsie speciali segnate col giallo , carreggiate stradali sufficientemente larghe. Infatti queste persone non solo giravano senza difficoltà ma avevano delle borse montate sulle carrozzine dove tenevano la spesa , segno che anche i locali aperti al pubblico erano facilmente accessibili. Ed , infine , anche gli automobilisti erano ispettosi della segnaletica , fermandosi ad ogni attraversamento pedonale che è un’ altra pecca questa volta di parecchi Italiani . Perché è il pedone o chiunque utilizzi le strisce a doversi accertare che l’auto che sopraggiunge in prossimità delle strisce si fermi. Ecco , queste sono le cose principali, tra le tante , che rendono un Paese più o meno civile.

  10. 30
    Alessandro -

    Come ho scritto prima so che ognuno ha i suoi problemi, sapevo che avrei potuto dire cose sbagliate.
    io non sono disabile però conosco persone che lo sono,i posti che ho elencato li ho frequentati anche in compagnia di disabili e li frequentavanoloro anche da soli,il cinema odeon detto pure da Clara ha 4 sale non accessibili,le altre 6 si.
    naturalmente non volevo mancare di rispetto a Clara ne tanto meno insegnargli qualcosa,ho solo cercato di essere utile.
    uscire da sola significa anche poter conoscere persone nuove,la compagniasi può trovare anche in giro,come detto già da altri Clara è sicuramente in gamba e sa cosa fare,ho provato a dare qualche informazione sperando di essere utile.

Pagine: 1 2 3 4 5

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili