Salta i links e vai al contenuto

Contratto di lavoro con clausole incerte

Al Signor Ministro Brunetta
Volevo portare alla sua attenzione un problema che ho notato, all’atto della firma del contratto di “assunzione a tempo determinato” propostomi in data 13/07/2009, dalla “GENERAL CONSTUCTION s. p. a. ” con sede in Centro Direzionale isola E/7 80143 Napoli.
Il mio dubbio, signor Ministro si è fatto tale quando leggendo il suddetto contratto ho notato che tutte le clausole erano seguite del rispettivo articolo, e/o decreto legge, tranne in un punto, che le vado a riportare: “con la presente sottoscrizione della presente lettera-contratto di assunzione, Ella accetta, incondizionatamente, di essere adibito-in caso di necessità, comunque, per sopravvenute e comprovate esigenze di carattere tecnico, organizztivo e produttivo che, tempestivamente, Le saranno comunicate-allo svolgimeno di mansioni diverse, in ogni caso equivalenti, nel rispetto della disciplina del contratto collettivo nazionale di lavoro e di legge. ”
Come avrà sicuramente anche lei notato, Signor Ministro, manca proprio l’articolo relativo, ora per quanti sforzi e ricerche io abbia fatto, non sono stato in grado di trovare nessuna legge che asserisse quanto riportato su questo contratto, mi farebbe molto piacere riuscire a ricevere maggiori informazioni su questa situazione, che Mi creda mi ha portato ad avere diverse problematiche.
Volevo inoltre segnalare, che quando, in seguito alla firma della lettera-cotratto, ho ricontrato altre anomalie, presso il cantiere “centrale eletrica di S. Secero di Foggia” dove si svolgono i lavori della già elencata società “GENERAL CONSTRUCTION”.
Tali anomalie consistono, ad esempio, nel’obbligo imposto ai dipendenti, di accettare orari di lavoro che spaziano dalle 11 ore fino alle insostenibili, 15 ore lavorative, ovviamente continuative.
Quindi Signor Ministro, la mia paura è, che in un’ITALIA in cui c’è bisogno di estrema chiarezza, specie su un argomento spinoso e fondamentale come il lavoro ed i contratti che ne regolano le norme, ci siano ancora situazioni in cui gli operai vengono inequivocabilmente messi in condizioni di non poter svolgere in tranquillità e con dignità il proprio lavoro.
Spero vivamente di ricevere una risposta da parte sua, che possa essere per me un suggerimento sul da farsi.
distinti saluti,
De Caro Gennaro, (operaio specializzato).

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Lavoro

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili