Salta i links e vai al contenuto

Vergogna Consumit e Monte Paschi

Avendo sottoscritto un contratto tim mi arrivarono bollette per due contratti e l’uso in comodato di un pc ( ancora sto aspettando da tim il cartaceo che il loro contrattista non mi ha mai recapitato ( con la debita firma e registrazione ) il 14 dicembre ricevetti 2 bollette per totali 569 euro per cui chiamai la consumit per bloccare il pagamento. Arrivati al 5 gennaio detta somma fu comunque prelevata dal mio conto e alla mia chiamata mi risposero che era passato il rid perché 20 giorni di preavviso non erano sufficienti.
Ora siamo arrivati alle telefonate in cui mi minacciano di guai e di togliermi tutto. Possibile che uno non possa decidere del suo conto e del suo denaro? Si dovrebbe vergognare montepaschi ad agire cosi!!!!!!
A chi rivolgermi in banca d’italia per indagare su tali comportamenti? Inoltre so di non essere il solo in tale situazione
Ma la pubblicità ingannevole che fanno in tv e in stampa o net è regolare? Certe persone anziché minacciarci dovrebbero baciarci il sedere perché grazie agli interessi che paghiamo ricevono lo stipendio.
Spero che almeno tali somme le usino per cure mediche.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Consumatori

7 commenti

  1. 1
    robi -

    Con la crisi ke cè se tardi anke di un solo mese ti fanno passare x un cattivo pagatore,e sono molto minacciosi e maleducati.orax colpa loro mi stanno facendo problemi x un finanziamento ..

  2. 2
    Salvatore -

    Cortesemente si prega “Ecr Italia” e la “Consumit spa”di essere più flessibili con i propri clienti,cercate anche voi di non essere troppo arroganti,invadenti,e scorretti al telefono,se un cliente consumit suo malgrado paga di ritardo quindi moroso di sicuro avrà un suo valido motivo.Avere 2/3 rate sotto non significa mettere un cittadino in Croce, oppure puntare la pistola nella tempia…Queste cose li fanno gli usurai non una finanziaria, oppure una società di recupero crediti.Cercate di dialogare nel comune interesse e di venirgli incontro non di minacciarlo, perchè non e cosi che si agisce, e che si risolve l’insolvenza. Personalmente Il mio Avvocato, alla prossima minaccia telefonica che io ricevo con tanto di registrazione di tabulati telefonici,faremo un esposto in procura,e poi vedremo se sarò a dover versare più il debito oppure voi. Vi ricordo che anche se un soggetto paga di ritardo importante che alla fine paghi.Infine penso che bisogna saper distinguere un soggetto che non vuole più pagare, e uno che invece paga solo di ritardo e con la mora…Quindi 2/3 rate non e la fine del mondo, certo 8/9 il discorso cambia, ricordandovi che se una persona e in difficoltà e non ci arriva voi potete fare e dire ciò che volete spingerete solo il muro.Con le buone maniere e col dialogo si ottiene tutto non certo con le minacce…Io personalmente pagherò adesso entro il 5 settembre la mia prossima rata,perchè i miracoli non li so fare ancora mi devo attrezzare,di sicuro non vado a rubare e fare rapine x la Consumit sia chiaro, invece cercate di capire il momento di crisi che sta attraversando il nostro Paese specialmente la classe operaia.

  3. 3
    CLAUDIO -

    Sembra che questi signori delle finanziarie vivono in un altro mondo dove tutto e’ perfetto ad ogni scadenza. Qui sulla terra invece non girano i soldi e,quindi spesso capita di pagare tardi. La signora della consumit che cerca me non e’ sgarbata ma se non le rispondo mi chiama in contemporanea a casa e al cellulare anche 10/12 volte al giorno. Basterebbe chiamare la mia filiale per altro sempre mps e chiedere spiegazioni invece di pesticciare tipo pinoli per il pesto i testicoli altrui. Io avevo chiesto un prestito per risanamento aziendale e il direttore dell’epoca mi rifilo’ questo (come lo chiamano in gergo)prodotto a me fino a oggi sconosciuto. So’ che non e’ ammessa ignoranza pero’ ora non trovo nessuno che mi estingua questa semitruffa e mi apra un prestito per risanamento aziendale.Alla signora con i bimbi piccoli le dico di tirare fuori le palle e dirgli a quel grand’uomo che l’ha quasi minacciata che Calenzano non e’ sperduto nella steppa russa ma e’ raggiungibilissimo e, quindi magari di farsele dire in faccia quelle vigliaccate dette al telefono da un impiegato che cerca successo che non arrivera mai perche’ li vanno avanti solo i raccomandati e non il primo sciocco che ci prova. Io penso che se non cambiano le cose i guai saranno piu’ i suoi che i nostri perche’ si restituisce quello che si ha..ma se uno non ha cosa restituisce????? Per appiccicarti un prestito ti invogliano in tutti i modi, poi pero’ se ritardi…..telefonate dai toni brutti minacce e quant’altro…mi metto nei panni suoi e dico ”io ti ho prestato i soldi e ora me li devi ridare”Giusto..pero la vita odierna e’ difficile e io credo che con un po’ di coscenza e umanita se non si e’ davanti a un furbacchione si puo andare incontro a chi e’ in difficolta’…non andargli addosso..

  4. 4
    Steve -

    Il problema è che il 95% degli italiani sono furbacchioni. Si indebitano con i prestiti e poi non pagano. Ecco perchè ora le finanziarie non guardano più in faccia a nessuno.
    Ma li avete visti gli italiani? C’è crisi…c’è crisi…però non rinunciano a niente e comprano tutto a rate.

  5. 5
    renato -

    Ho un prestito con la consumit di circa 4800 euro non riesco piu a pagare che faccio?

  6. 6
    nelly -

    Le operatrici sono sgarbate e minacciose da qualche anno a causa di dilazioni nel pagamento delle fatture del mio lavoro il 5 del mese non sempre ci sono i soldi sul cc le minacce l’arroganza e la non comprensione sono di prammatica nelle telefonate da consumit oltre ad importi esagerati se ritardi solo poco.ma si può? Già ci si sente male a non poter pagare ma pure umiliati perché?

  7. 7
    aura -

    Sono disperata mi hanno radopiato soma che avevo a MPS per conto corrente.ma e possibile a cradopiare cifra da 470a795per 1ano.dopo di che mi hanno fatto a recupero crediti.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili