Salta i links e vai al contenuto

Sono confuso e in crisi

Ciao a tutti… ho 19 anni e sono omosessuale.
Questa mia tendenza mi ha sempre creato disagio, soprattutto perchè sono una persona fragile nonostante dimostri il contrario. Non sono il tipico effemminato, anche se comunque, molte critiche e pressioni le ho ricevute.
Ora frequento l’ultimo anno di superiori, ma vorrei raccontare la mia storia per gradi…
Ho avuto un’adolescenza sofferta, perchè da piccolo ero grasso… non ci ho mai dato molto peso a questa situazione inizialmente, ma con l’iniziare delle scuole medie mi sentivo sempre più a disagio, in un corpo che non mi piaceva. Sono uno che non digerisce le critiche per natura, sono stato preso in giro per il mio peso, per i miei modi che non sono mai stati da vero macho, se ci penso a quello che ho passato ho ancora rabbia. Mi sentivo solo e triste, come se dopo tutto questo non potessi più fidarmi di nessuno.. Sono cresciuto, credendo di aver ormai risolto quei problemi, ma non è affatto così.
Dopo quel periodo di sovrappeso mi sono messo a dieta, sono arrivato al peso forma, ho ignorato questi brutti ricordi fino a che non sono sfociati in vere e proprie ossessioni. Da un anno ho addirittura smesso di mangiare(non del tutto, conto le calorie e non supero le 500) arrivando a pesare 64kg x 1.85, e nonostante tutto mi vedo ancora grasso e impacciato. Da diversi anni non sono più la stessa persona, a scuola sono abbastanza popolare, sembro più sicuro di me, ho tanti amici, ma a causa di avvenimenti accaduti in passato quando sono solo soffro spesso di attacchi di panico, di ansia, di rabbia improvvisa. Sono sempre stressato, come se non riuscissi a combinarne una giusta. Nonostante quest’aria serena e questa presunta sicurezza, mi sento ancora a disagio. Nutro rancore per molte persone, che in un modo o nell’altro, hanno stravolto il mio ”percorso”.. gente falsa, gente cattiva che mi prendeva in giro, ragazzi più grandi che mi hanno usato..Non capisco il perchè non riesco a trovare una via d’uscita, ho tanti amici, tante amiche, la maggior parte conoscono la mia vera natura omosessuale e la accettano tranquillamente, ma ho queste ossessioni dentro me che rendono difficile tutto, anche le relazioni amorose. Non riesco a mettere a fuoco nulla ormai, mi frequento con un ragazzo da agosto, eppure non so ancora quali sono i miei veri sentimenti e quando parlo con i miei amici fingo che vada tutto bene, ma alla fine credo che anche loro conoscano la verità..che non è così.. Sono diventato talmente fragile che da un po’ di tempo a questa parte soffro di ipocondria, non mangio quasi mai, ho pensieri ossessivi, evito di incrociare gli sguardi della gente, e appena vi è un ostacolo nella mia vita non riesco a gestirmi. Non l’ho mai detto a nessuno, credo che i miei amici non potrebbero sopportare questo. Con i miei genitori neanche a parlarne. Vorrei tanto uscire da questo incubo, per chi non è dentro potrà sembrare anche una cavolata, ma non è così.
Ciao a tutti. 🙂

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Gay - Me Stesso

5 commenti

  1. 1
    Stefano614 -

    Dovresti parlarne con qualcuno, la gente cattiva cè sempre il problema è che non bisogna dare loro il potere di condizionarti la vita. Però è già una bella cosa che vedi gli amici e non ti isoli
    Trovati uno psicologo e butta fuori tutto..

    Auguri

    Stefano

  2. 2
    Stregatto -

    Per chi non è dentro non è facile capire e su questo sono assolutamente d’accordo. Per questo posso permettermi di dirti che i problemi sono appena cominciati. Ora, a giudicare da quello che tu dici, devi essere una persona molto sensibile, forse fin troppo, che assorbe come una spugna tutto ciò che il mondo, la realtà quotidiana gli getta addosso. Ciò che devi fare secondo me è cominciare a fare un lavoro su te stesso, e se necessario con uno psicologo o una persona preparata. Le persone preparate in questo campo hanno una mente aperta, enorme tolleranza e un animo calmo, di fronte a te sono totalmente neutrali e non c’è assolutamente motivo di temere un loro giudizio, poiché è solo il tuo giudizio a contare significativamente qualcosa nella tua vita. Fare ciò non deve essere assolutamente un motivo di vergogna, ma la presa di coscienza razionale su una situazione sofferta che non sei più disposto a sopportare. E’ un lavoro difficile e la durata dipende dalla tua determinazione e dalla tua forza, e nel mentre potresti scoprire delle cose di cui ignoravi l’esistenza o che avevi sotterrato. Questa situazione va combattuta nell’interesse di trovare il tuo benessere interiore, la tua tranquillità, e la piena accettazione di te stesso.
    Chiedo scusa se il mio commento possa sembrare moralista o pedante, spero di aver espresso la mia opinione in maniera genuina.

  3. 3
    Holden-92 -

    Non sei riuscito a cancellare le cicatrici di alcune ingiustizie subite nella vita ma questo non deve darti il diritto di commiserarti,solo e soltanto perchè sei stato vittima di chi era o forse si credeva più forte di te.Il tuo comportamente è assolutamente umano ma sicuramente non intelligente: “abbi rispetto per il tempo sulla terra” e perdona…
    Non credo che ti serva uno psicologo.Credo che ti serva solo una persona che ti spinga contro il muro e ti costringa a buttare fuori tutto,tutta la rabbia soppressa,tutto.Quella persona devi essere tu…
    A volte si vorrebbe solo parlare,parlare con una persona che riesce a capirci.Ma è così dannatamente difficile trovare la persona giusta che si rischia di accumulare così tanto da non riuscire più a liberarsi ed è la cosa più brutta.Anche io ho 19 anni e da poco ho scoperto di essere omosessuale,in realtà l’ho sempre saputo ma non ho mai avuto il coraggio di ammetterlo,ed ora vivo nell’ombra.Ho mille incertezze e altrettante paure ma una cosa è certa: voglio liberarmente,non voglio vivere una vita a metà.
    Scopri te stesso e soprattutto perdonati…
    Io non faccio lo psicologo,ma leggendo questa “lettera” ho visto una situazione molto simile alla mia e tutto ciò che ti ho detto,sono i consigli che avrei tanto voluto ricevere io…
    In bocca al lupo per tutto ragazzo e spero sul serio che le cose si sistemino presto per tutti e due ;)…

  4. 4
    Gigetta -

    Concordo con chi ti ha suggerito di contattare uno psicologo. Con i disturbi alimentari non si scherza, nè con le ossessioni di cui purtroppo sei vittima. Il percorso è lungo e faticoso, proprio per questo ci vuole qualcuno che ti suggerisca al meglio come affrontare un passato che ancora ti tormenta per poterlo superare e vivere serenamente il tuo presente e il tuo futuro! Sei giovanissimo e hai tutte le carte in regola per superare questi momenti, ma devi farti dare una mano da chi sa precisamente dove e come intervenire. All’inizio ti sembrerà difficile, ma in breve tempo vedrai che instaurerai un buon rapporto con il tuo psicologo e le cose cominceranno a prendere il verso giusto. Rivolgiti al consultorio familiare della tua città e vedrai che sapranno indicarti i passi successivi. Sii forte e vedrai che tutto andrà bene! In bocca al lupo! P.S. Il mondo non è fatto solo di persone cattive, ignoranti e false! Se non ti ami tu per primo, sarà difficile trovare anche la persona giusta. Riprendi in mano la tua vita!

  5. 5
    dolcecomeilsilenzio -

    Ciao, leggendo la tua lettera mi ha fatto pensare a quando ero piccolina, e soprattutto tonda come un pallone!! Anche io mi sentivo alla tua stessa maniera!! Impacciata , mi vergognavo del mio fisico !!! tuttora e risento perche cmq non mi vedo come vorrei, ma purtroppo sara’ sempre cosi!! il fatto che tu sia popolare a scuola non vuol dire che sono amici !! non voglio demoralizzarti, ma ci sono passata un po di anni fa !!! e ho semplicemente capito che i veri amici sono quelli che ti ascoltano in silenzio e riescono a capire cio che hai semplicemente guardandoti. e non preoccuparti se non capisci cio che provi per questa persona, la vita è un mistero, e il mistero puo essere piacevole !!! non ti preoccupare se la vita è un’inferno !!! cerca solo cio che vuoi dalla vita e curalo !!! e un’ultima cosa, cuctodisci ogni singolo momento dei tuoi ricordi, perche un giorno una persona, tua amica ne potra usufruirne, e potrai pensare : ho aiutato il mio amico !!! un bacetto forte forte !!!!

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili