Salta i links e vai al contenuto

Come ricominciare?

Lettere scritte dall'autore  poppy

Ciao a tutti, scrivo per raccontarvi un pezzo della mia vita e per avere punti di vista obbiettivi a riguardo e relativi soprattutto ad una persona nello specifico. Fino a poco tempo fa sono stata una studentessa fuori sede, ma ho sempre continuato ad avere il mio gruppo di amici di “giu”. Di questo gruppo faceva parte un ragazzo, inizialmente amici niente di che. In poche parole succede che qualche anno fa il nostro rapporto non era più lo stesso e andiamo a letto. Piccolo particolare, lui era ancora in una mezza situazione con la sua ex ragazza ( e già qui avrei dovuto capire molte cose) e quindi abbiamo passato settimane vedendoci così clandestinamente fin quando io non sono ripartita. Dopo qualche mese ricominciamo a risentirci e va a finire che ci mettiamo insieme. La nostra storia è durata all’incirca tre anni e come quasi tutte le storie all’inizio rose e fiori fino a poi trasformarsi in un incubo. Ha iniziato a farmi partacce per cose relative al mio passato, mi sono resa conto che le attenzioni che dava a me in realtà le dava a tutte, tant’è che non era possibile uscire in nessuna occasione perchè faceva il porco, battutine qua e là, le poche volte che gli ho controllato il telefono c’erano sempre messaggi di ragazze, ai quali non ha mai voluto darmi una spiegazione. Ora io stavo passando un periodo non molto bello, a causa dell’università e varie cose, andavo e vado dalla psicologa, e lui non ha fatto altro che cogliere l’occasione per avermi in pugno, manipolarmi e fare il cavolo che gli pareva. Non ha fatto altro che annullarmi, facendomi sentire brutta, stupida, incapace, io non avevo fiducia in lui e lui non aveva rispetto di me. Io avevo chiaro il quadro generale della situazione, come diceva sempre la mia psicologa, ma non avevo le forze all’inizio. Forze che poi sono riuscita a trovare dopo tutti quegli anni, lasciandolo.
Ma non finisce qui. Dopo un po’ di tempo ci riavviciniamo e quando stavo fuori ci sentivamo ogni tanto, quando stavo giu stavamo insieme. Questa cosa dura per altri tre anni circa, cosa che a lui andava benissimo, figuriamoci, una relazione senza impegno chi non la vorrebbe..il problema è che anche in questi casi lui mi aveva in pugno, due estati fa mi ha fatto dei casini perchè alcune sere uscivo con i miei amici. Tutto è durato fin quando l’ha voluto lui, fin quando gli è convenuto, infatti l’estate scorsa è iniziato il calvario, lui era completamente cambiato. Continuavamo a vederci ma non era lo stesso, non voleva stare con me come prima e a differenza di quello che diceva lui mi scriveva e ci vedevamo soltanto per andare a letto. Così per me da allora fino a poco fa inizia un altro incubo che non auguro a nessuno, passavo le giornate a litigare con lui, a pregarlo di passare del tempo con me, sono arrivata a compiere delle azioni di cui davvero me ne vergogno, ma non ero in me. Provavo a buttarlo fuori dalla mia vita, ma senza successo. Stavo malissimo, psicologicamente e fisicamente, cercavo di capire la situazione e volevo scoprire la verità e infatti ho scoperto che mi ha mentito su tante cose, davvero importanti e che intanto andava a letto con altre ragazze, mentendomi anche in questo caso, perchè dice “non voleva perdermi”, “l’ha fatto perchè gli andava di farlo” e chissà quante altre cose non so di questa persona, chissà quante altre volte mi ha mentito.
Mi ha presa in giro, umiliandomi e facendomi perdere la dignità e come se non bastasse mi ha dato dell’illusa. Ho pianto così tanto da poter riempire una piscina olimpionica con le mie lacrime.. non meritavo tutto questo
Qualche settimana fa si è deciso di chiudere, era diventato tutto insostenibile e quindi potete ben capire come io possa stare. La cosa positiva è che non potrà più farmi del male, il problema è che lui si è insinuato dentro di me quasi fosse un tumore e io passo le giornate in momenti di up&down in cui non faccio altro che rimuginare su tutto, su tutte le cose che non mi ha mai detto o fatto alle mie spalle.
Come ci si può sbagliare così tanto di una persona? Come ho potuto io permettergli di farmi questo, nonostante io stessa sapessi che non era l’uomo per me? Sono così arrabbiata.. Il bello è che anche se lui mi fa veramente schifo, io non riesco ad odiarlo.
Sono rotta in mille pezzi e non so come fare a ricompormi
E’ successa anche a voi una storia del genere? Come siete riusciti a superarla ed andare avanti?

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi: Come ricominciare?

Altre sul tema

Altre nella categoria: amore - me stesso

9 commenti

  1. 1
    Let_it_be -

    Un classico: la femmina attratta dal narcisista!
    Solito copione, che noia..

  2. 2
    Dante -

    Le meglio mele vanno ai più peggiori porci, è sempre stato così e sempre sarà!
    a parte questo ti suggerisco comunque di liberartene subito, altrimenti ad andare in pezzi sarà la tua vita.
    Spero di esserti stato utile.

  3. 3
    poppy -

    Perdonami Let_it_be se ti ho annoiato/a raccontando, non facilmente, la mia storia. Potrà anche essere una cosa comune, un clichè ma ciò non sminuisce tutto quello che ho passato e tutto quello che ne è conseguito. Non lo auguro a nessuno. Solo ora prendo consapevolezza almeno in parte di quello che è successo, della combo perfetta tra dipendente affettiva e narcisista.
    Dante, io me ne sono liberata di lui fisicamente, il problema è riuscire a digerire la cosa e superarla mentalmente. Tuttora mi verrebbe da scrivergli, chiamarlo, per dirgli cosa poi?! Ho trent’anni, altre storie ne ho già avute e sono riuscita in qualche modo a superarle ma ora è diverso, mi sento come intrappolata in una prigione invisibile.
    Per questo chiedevo se qualcuno si fosse già trovato nella mia stessa situazione e come ne fosse uscito fuori.

  4. 4
    Dante -

    Le persone tossiche diffondono la loro tossina a te e poi, a tua volta, diventi una terra desolata come loro!

    Quindi detto ciò, tira fuori gli attributi e riprenditi la tua dignità, almeno che tu non ce l’hai sotto i piedi. Spero naturalmente di sbagliarmi.

  5. 5
    Nip56 -

    Come diceva let_it_be, sei caduta nelle mani di un narcisista. Il primo passo l’hai già fatto ed è quello di lasciarlo. No contact assoluto. Sicuramente con una scusa si farà vivo, anche se vorresti ma non dargli corda perché ricaschi nella trappola e butti al vento il lavoro che stai facendo per superare la scottatura. Lo psicologo ti può aiutare in parte ma sei tu che devi impegnarti a superare tutto, sarà dura ma ce la farai. La cosa più importante è che ogni cosa che farai, dovrai farlo per te stessa e per farti riacquistare la tua autostima che è molto importante.

  6. 6
    MisterT -

    Sicuro che quando avrà un periodo di “ magra “ ti ricontatterà ci nuovo per farsi una sveltina…spero avrai la forza di non ricascarci ma da come sei messa ora la vedo dura per te. Solo tu puoi decidere di non farti più manipolare.

  7. 7
    Melchiorre -

    In effetti anche io diversi anni fa ho avuto una situazione simile (anche se non è durata così tanto) e ho commesso i tuoi stessi errori. Quello cioè di fidarmi della persona sbagliata e fare di tutto pur di non perderla. I tuoi errori, così come i miei, sono stati dovuti probabilmente all’inesperienza.
    Come ho superato la cosa? Bloccando ogni contatto e andando avanti. Non dico che sia stato facile all’inizio, ma poco alla volta la cosa è passata. E’ stato come disintossicarmi. Mi sono concentrato su me stesso e ho fatto tutte quelle cose che prima, in quella relazione tossica non riuscivo a fare. Vale a dire sport, giri vari, vedere di più i miei amici eccetera. Ho anche iniziato a fare un paio di attività nuove e sono uscito con qualche altra ragazza.
    Credo che queste cose vadano benissimo anche per te, per ricomporti. Inizia subito. E soprattutto, non voltarti indietro. E’ stata una brutta e lunga esperienza ok, ma fai in modo che ti abbia insegnato almeno qualcosa. Saluti.

  8. 8
    Darkitty -

    Penso che la fase iniziale sembra quella più difficile ma in realtà è la più semplice, perchè all’inizio hai il dolore, la rabbia, l’orgoglio che ti spinge ad allontanarti..la vera tempesta arriverà forse tra un mese o due, quando la collera diminuirà e riaffioreranno i momenti belli come delle coltellate e tu cercherai di giustificarlo, di scusarlo..ti è mai capitato?
    In quel momento lì si gioca tutto..devi ricordarti le cose brutte e come ti ha trattato, solo la parte negativa..puoi scriverlo su un foglio se vuoi, così da imprimerlo nella mente..e cercare di andare avanti, conoscere gente, tenerti occupata con il lavoro o i tuoi hobby, molto banalmente, è l’unica cosa

  9. 9
    Tommy -

    Credo che questa lettera è la prova evidente che si sta avverando tutto quello che ho previsto già in passato, dopo che sono uscito fuori da una relazione che mi ha ormai segnato, per questo non ne ho più cercate altre di relazioni amorose. Vedo inutile cercare di convincere tutti/e voi a starne alla larga e incominciare a vivere la vostra vita per conto proprio.
    Tanto alla fine non vengo mai ascoltato ma solamente contestato, quindi penso che sia il caso di sventolare la bandiera bianca.

    P.s: Il secondo commento di Dante ha superate sé stesso!

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'informativa sulla privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili