Salta i links e vai al contenuto

Come si fa a capire se non ami più qualcuno che amavi alla follia?

Lettere scritte dall'autore  rosea
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 3 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

26 commenti

Pagine: 1 2 3

  1. 11
    michelle -

    Ciao rossana,
    non si parlava affatto di qualcosa di costruito, anzi l’opposto. Quando c’e` un amore profondo e aperto, senza barriere o limiti dettati dalla psiche e da paure interiori, come appunto l’egoismo, quando una persona ci piace e ce ne innamoriamo, il resto avviente in modo del tutto spontaneo.

    Golem, ottima metafora. Credo in molti si accontentino del fumo per la profonda paura di offrire sé stessi in modo totalmente aperto e incondizionato, sapendo bene che questo comporta il rischio di farci soffrire, e anche molto. Io su questa paura ci sto ancora lavorando, e di fumi ne ho avuti tanti. Fumi dietro i quali l’arrosto proprio non c’era.. A mia volta, sono stata un fumo anch’io, perché quando si trattava di andare oltre e concretizzare un innamoramento, non riuscivo e non sapevo come farlo. Diciamo che il fumo attrae altro fumo, e solo quando si e` disposti a diventare sostanza vera, si incontrera` altra sostanza.
    Io mi sono persa per anni in quella famosa domanda: “ma e` quello giusto per me”? A questa domanda non c’e` risposta. In un film che ho visto ieri, un uomo diceva “Saprai che e` quella giusta per te, quando avrete 90 anni e sarete ancora insieme. Prima di allora, non c’e` risposta”.
    Il significato di persona giusta e` cambiato molto con i tempi di ora. Mentre prima la persona scelta era per tutta la vita, ora una persona puo` essere giusta per noi per qualche anno, e poi non esserla piu` perché non si e` cambiati insieme, ma separatamente.
    In quel caso, si puo` davvero incolpare qualcuno? Leggiamo sempre su questo forum, di relazioni che finisco dopo 7-10 anni. L’amore sembra svanire nel nulla per una delle due persone, mentre l’altra sente di aver subito un’ingiustizia che provoca dolore immenso. Uno dei due ha semplicemente deciso che era troppo faticoso scegliere di amare ancora la stessa persona dopo tanti anni, la spontaneita` sembra sparire.
    Ci sembra di avere la convinzione, dentro di noi, che arrivera` la persona…

  2. 12
    michelle -

    che stara` con noi per sempre. Ma possiamo davvero avere la presunzione che qualcuno ci ami, per cio` che siamo, per il resto della nostra vita? Sicuramente, se noi non siamo i primi in grado di farlo, cioe` in grado di amare noi stessi e l’altro per cio` che sono, una persona non lo fara` per noi. Ci sara` sempre un conflitto interiore e un conflitto con l’altro, risentimento, domande senza risposta.. E anche se ne siamo capaci, di amare in tutto e per tutto, tanti sono i meccanismi nascosti che possono portare la relazione a spegnersi piano piano, senza nemmeno accorgercene.
    Siamo tutti attenti prima di tutto ai nostri bisogni, a come ci sentiamo, a come una persona ci fa sentire.. per cui se non otteniamo cio` che ci aspettiamo, e se l’altro non ottiene cio` che si aspetta, cosa si fa? Ci si allontana per cercarne un’altra, o si rimane, si dialoga, ci si apre totalmente, si superano le paure insieme, ci si ricorda di cio` che ci ha fatto innamorare di quella persona ecc..?
    Credo sia questo il punto chiave, che pero` si trova sempre meno ormai.

  3. 13
    rosea -

    Grazie michelle!

  4. 14
    rossana -

    Michelle,
    grazie per la condivisione di un’esperienza, per me indimenticabile nella sua essenza di spontaneità: “non si parlava affatto di qualcosa di costruito, anzi l’opposto. Quando c’e` un amore profondo e aperto, senza barriere o limiti dettati dalla psiche e da paure interiori, come appunto l’egoismo, quando una persona ci piace e ce ne innamoriamo, il resto avviente in modo del tutto spontaneo.”

    sono lieta di aver sperimentato almeno una volta l’affermazione di Arturo Paoli: “Una relazione è veramente feconda quando cammina verso l’ignoto e non sa dove arriverà.”

    molto realistici e attuali i tuoi ultimi due post!

  5. 15
    Golem -

    Michelle, già la domanda “è l’uomo giusto per me?” contiene il seme del dubbio, e il dubbio contiene già una parte di verità, quella che si teme. In realtà quando ti capitera “sentirai” qualcosa di diverso che non ha niente a che fare con le farfalle nello stomaco, l’entusiasmo della vigoria giovanile e la tendenza all’illusione che dipende dalla mancanza di esperienza.
    Se non sbaglio tu vivi in Inghilterra vero? Ecco io ho sposato una ragazza inglese, vista piaciuta innamorato e invitata a venire a vivere con me dopo meno di 4 giorni di frequentazione. Cosa che lei ha accettato e concretizzato due mesi dopo, quando ebbe finito il contratto di lavoro.
    Da quel momento siamo insieme da oltre 25 anni. Quindi culture ed esperienze diverse, 10 anni di differenza ma stesso animo evidentemente, e questo ” si sente”. È la mia anima gemella e credo io la sua. Abbiamo una figlia di 22 anni, ma non siamo andati incontro al futuro senza sapere dove volessimo arrivare. Lo sappiamo benissimo, lo abbiamo sempre saputo, anche quando abbiamo superato una grave crisi qualche anno fa, dalla quale siamo usciti rivitalizzati come singoli e come coppia.
    Le belle parole e il romanticismo sono le spezie che si possono mettere sull’arrosto per renderlo più gustoso, altrimenti si stanno spargendo solo su quel famoso “fumo”. Non si va avanti per caso in una relazione, ci vuole sempre un progetto, che non inficia il sentimento puro di cui parli, anzi, gli dá dignitá se ci pensi. Tutti sono capaci di innamorarsi, pochi di far cresecere quell’innamoramento trasformandolo in amore.
    L’amore si “FA”, si realizza con piccoli gesti quotidiani che saldano la coppia attraverso il contributo che uno dá all’altro. E con questi mattoncini si costruisce la “casa”, si “FA” l’amore appunto. Il resto sono solo belle parole che svaniscono nel momento in cui si pronunciano. Quindi l’amore è un atto di volontà preciso, voluto, non lasciato al caso e alle strade che non sai dove vi porteranno, perchè di solito così facendo portano in un vicolo cieco.
    È un atto che deve riguardare entrambi, MAI uno solo. Appena si intravede la mancanza di quella volontà nell’altro è meglio sapere che quella storia non avrà nessuna speranza di continuare e di dare i risultati che si desiderano. E sicuramente non arriverà da nessuna parte. Il resto sono illusioni. Anche se sono in tanti quelli che vivono una vita illudendosi sino alla fine.
    Auguri perché tu possa sperimentare questa esperienza che io sto vivendo.
    Bye.

  6. 16
    Golem -

    15
    Golem – 7 luglio 2015 14:46
    Michelle, già la domanda “è l’uomo giusto per me?” contiene il seme del dubbio, e il dubbio contiene già una parte di verità, quella che si teme. In realtà quando ti capitera “sentirai” qualcosa di diverso che non ha niente a che fare con le farfalle nello stomaco, l’entusiasmo della vigoria giovanile e la tendenza all’illusione che dipende dalla mancanza di esperienza.
    Se non sbaglio tu vivi in Inghilterra vero? Ecco io ho sposato una ragazza inglese, vista piaciuta innamorato e invitata a venire a vivere con me dopo meno di 4 giorni di frequentazione. Cosa che lei ha accettato e concretizzato due mesi dopo, quando ebbe finito il contratto di lavoro.
    Da quel momento siamo insieme da oltre 25 anni. Quindi culture ed esperienze diverse, 10 anni di differenza ma stesso animo evidentemente, e questo ” si sente”. È la mia anima gemella e credo io la sua. Abbiamo una figlia di 22 anni, ma non siamo andati incontro al futuro senza sapere dove volessimo arrivare. Lo sappiamo benissimo, lo abbiamo sempre saputo, anche quando abbiamo superato una grave crisi qualche anno fa, dalla quale siamo usciti rivitalizzati come singoli e come coppia.
    Le belle parole e il romanticismo sono le spezie che si possono mettere sull’arrosto per renderlo più gustoso, altrimenti si stanno spargendo solo su quel famoso “fumo”. Non si va avanti per caso in una relazione, ci vuole sempre un progetto, che non inficia il sentimento puro di cui parli, anzi, gli dá dignitá se ci pensi. Tutti sono capaci di innamorarsi, pochi di far cresecere quell’innamoramento trasformandolo in amore.
    L’amore si “FA”, si realizza con piccoli gesti quotidiani che saldano la coppia attraverso il contributo che uno dá all’altro. E con questi mattoncini si costruisce la “casa”, si “FA” l’amore appunto. Il resto sono solo belle parole che svaniscono nel momento in cui si pronunciano. Quindi l’amore è un atto di volontà preciso, voluto, non lasciato al caso e alle strade che non sai…

  7. 17
    michelle -

    Golem si, vivo in Inghilterra. Quindi a voi la differenza di cultura non pesa? Io la differenza la sento parecchio con i ragazzi di qui, forse perché io sono molto avventurosa e solare, mentre loro sembrano essere molto comodi nel loro paese, senza desiderio di esplorare piu` di tanto. La maggior parte si accontenta di andare al pub a ubriacarsi nei fine settimana. Ovvio non tutti sono cosí, ma una buona parte si! Io probabilmente con la vita che ho fatto per anni, di viaggi e cambiamenti continui, non mi sono mai soffermata a pensare al futuro e a cosa volessi davvero. In campo sentimentale ho vissuto degli innamoramenti e delle belle storie passeggere, fatte di condivisioni di viaggi e novita`, che pero` poi non riuscivo a portare avanti.
    Credo di avere parecchie cose che ancora mi bloccano, paure provenienti dal passato che ancora si fanno sentire e non mi lasciano libera di esprimermi al 100%.
    Forse devo ancora crescere e maturare, ed e` come se questo momento l’avessi rimandato per anni. Solo ora che sono “stabile” qui, sto facendo i conti con tutto cio` di cui non mi sono occupata prima. Chissa` come andra`… Ovviamente spero anch’io di vivere cio` di cui stiamo parlando un giorno. Quando saro` pronta forse succedera` 🙂

  8. 18
    Golem -

    Michelle, scusa ma non so spiegarmi come mai è stato postato due volte il mio intervento indirizzato a te. Ciao

  9. 19
    Golem -

    Ciao Michelle. No non pesano, anzi. Mia moglie ha cominciato a viaggiare a 16 anni facendo la famosa Royal Academy a Londra, da Southampton dove viveva. Poi ha cominciato a girare il mondo intorno ai 20, con una compagnia di balletto, ma ha sempre avuto un carattere diciamo mediterraneo, avendo lavorato molto nei paesi latini e mediorientali, dove ha apprezzato la socializzazione e la qualità della vita tipica di queste zone. Infatti non ha mai avuto un fidanzato inglese.
    Se dovessi giudicare la fauna maschile anglosassone da quelli che conosco, il giudizio non sarebbe dei più entusiasmanti, proprio per questa faccenda dell’alcol, ma in fondo, se non esistono gli English lovers, non è per caso.
    Comunque nella mia relazione si è creata una bella fusione, prima di tutto con la nascita di una figlia, ora bilingue e bicultura, e poi grazie ad una affinità intellettuale unica e introvabile, infatti siamo anche i migliori amici l’uno dell’altra, cosa amio avviso necessaria per la durata di un rapporto d’amore. Lei ha sposato non solo me ma anche la mia mediterraneità, per quanto riguarda i rapporti umani e il cibo del sud, che cucina magnificamente come faceva mia madre, oltre che la passione per il mare. E’ diventa anglo salentina praticamente, mentre io resto solo salentino seppure milanese di adozione.
    Tutto qui. Ho avuto fortuna, cosa che ti auguro, avendo già avuto modo di apprezzare la tua intelligenza e sensibilità su queste pagine.
    Have a nice day.

  10. 20
    michelle -

    Si Golem, hai avuto fortuna, se di fortuna si puo` parlare. Sicuramente sei stato aperto e recettivo a qualcosa di meraviglioso che altri magari si lascerebbero scappare. Complimenti !

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili