Salta i links e vai al contenuto

Ho bisogno di aiuto

Non ne posso più vorrei farmi una nuova vita ma non ho un lavoro non ho un parente non ho nessuno che possa aiutarmi, voglio andarmene da dove sono ma non posso mi sento prigioniero e ogni giorno che passa penso sempre di più a lasciarmi andare, ad andare a fare il barbone, almeno non dovrei pensare a nulla, tutti mi chiedono sempre sostegno quando sono io che ne ho bisogno, tra poco avrò 32 anni e non ho combinato nulla, ho sempre pensato agli altri e ora mi ritrovo perso senza lavoro senza amici senza una donna vicino senza un genitore a cui chiedere un po’ di affetto niente il nulla, con dei grossi problemi di salute e nessuno che possa aiutarmi non so cosa fare per poter ricominciare, so che non potrete aiutarmi ma ditemi voi cosa deve fare un uomo nella vita senza una famiglia senza una donna vicino senza lavoro…… dormo 15 ore al giorno per non pensare tra poco mi ritroverò a dormire per strada senza nessuna colpa, non ho neanche più la residenza, e non posso chiedere una mano a nessuno.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

14 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    Lorenzo -

    Come ti capisco, fratello…
    La mia situazione è molto simile alla tua. Non ho problemi di salute per ora, ma 8 anni in più di te e questo riequilibra un po’ le cose. Poi ho ancora mio padre, ma lui di anni ne ha 84, e non sta benissimo. Altra differenza, tu dormi troppo, io mai, e sono sempre a rovistare su internet, in cerca di non so quale ispirazione per uscire da questa condizione di m… Non trovo mai niente, quindi il risultato è il medesimo.
    La vita del barbone mi attrarrebbe, se non fosse che si è sempre sporchi e esposti alle intemperie. Se si potessero evitare queste due cose sarebbe meglio che lavorare… se lavorare significa prendere ordini da un pezzo di stronzo, sbattersi a fare qualcosa di cui non ti frega un cazzo, e sapere di dover continuare così per tutta la vita, unico cambiamento possibile passare dagli ordini di uno stronzo a quelli di un altro.
    Riuscire a non fare un tubo nella vita, cazzeggiare dal momento in cui ci si sveglia a quello in cui ci si addormenta, potendo al tempo stesso avere un tetto, il cibo, vestiti puliti, l’acqua e il sapone. Ecco il mio sogno. Basterebbe un vitalizio di poche centinaia di euro al mese, non pretenderei certo i 4000 di “Win For Life”…
    Altro che vita da nababbi! Sarebbe questa la felicità perfetta. Una bella ragazza che me la desse gratis sarebbe poi la ciliegina.
    Quanto alle proteste dei moralisti, che uno come noi, invece di starsene in panciolle, dovrebbe darsi da fare per migliorare il mondo, ecco quel che penso: questo mondo strafottuto è destinato a saltare in aria, e il mio desiderio è che lo faccia al più presto possibile, dopo la mia morte, naturalmente.
    Concordi con me?
    Allora diamoci da fare, spremiamoci le meningi e troviamo il modo di farci piovere addosso questo piccolo vitalizio.
    A me per esempio non dispiacerebbe fottermi qualche vecchia ereditiera e spremerle un po’ degli euro guadagnati dal fu marito sulla pelle dei lavoratori, o rubati al fisco, o incassati tramite i giochetti di borsa.
    Non sarebbe circonvenzione, ma un po’ di giustizia redistributiva.

  2. 2
    ventolibero -

    Ti senti smarrito,perso,sopraffatto da ostacoli che sormontano le tue forze e che non ti lasciano possibilità di respiro. Se ho ben capito,tra un pò nemmeno avrai la possibilità di custodire la tua disperazione tra quelle mura dove sono confinati i significati residui della tua vita anche se questi,non hai la possibilità,non ti sta venendo data la possibilità di viverli con una donna al tuo fianco,di affidarli all’ascolto di un amico,di parteciparli alla comprensione di un genitore.
    Sei come in bilico tra l’autunno negli occhi e l’estate nel cuore,tra la voglia di dare e l’istinto di avere.Ti sei impegnato per gli altri,sei stato partecipe dei loro destini di sconfitti e ora nessuno partecipa del tuo,del cammino di angoscia e di paura che ti aspetta,del rischio della miseria e della strada che viene ora a minacciare i tuoi giorni e la tua storia.
    Non posso esserti d’aiuto in nessun altro modo se non cercando di essere partecipe in umanità della tua fatica e del tuo affanno.
    Se ti incontrassi,non potrei risolvere ciò che di pratico e contingente ti assilla e ti condanna,non ne sarei in grado,non ne ho i mezzi e le possibilità ma,semplicemente,ti tenderei la mia mano e il mio orecchio e mi sforzerei di farmi amico e compagno dei tuoi affanni,della disperazione che sale e ti incarcera l’animo,cercherei di capirti nella tua paura e nella tua delusione.
    Ti esprimo un sincero augurio perchè in te si rinnovi il coraggio e la speranza.

    Alessandro

  3. 3
    Limara -

    Se la cosa ti può consolare io ho una storia simile e non è che la mia situazione sia migliore della tua.. pensa che un giorno scriverò anche io qui per cercare un pò di conforto e di consigli anche se quelli non mi mancano.

    I problemi, i gorssi problemi li abbiamo tutti ma l’unica cosa che posso dirti e che devi resistere e trovare la forza di andare avanti che prima o poi il vento cambia. So che non è molto e che alle volte neanche io ci credo dato che i miei di problemi non si sono risolti ma io non voglio arrendermi neanche quando sento di impazzire e di stare molto male, magari solo perchè voglio vedere come va a finire.

    Abbi fiducia di più in te stesso, pensa positivo, reagisci e guarda il domani con occhi diversi… non arrenderti a cercare il lavoro, non farlo MAI, provaci sempre e espandi le tue ricerche anche in cose un pò più umili o in campi nei quali non credi di essere portato o qualificato.

    Coraggio, e tieni duro!!!
    PS Se ti va ci si può sempre sentire qui e quesot vale per chiunque abbia voglia di un pò di compagnia o di fare due chiacchiere amichevoli.

    Ciao

  4. 4
    zoa -

    La tua lettera è davvero toccante e ogni consiglio mi sembra inutile visto l’elenco di cose tristi che ho appena letto,non siamo putroppo noi da qui a poterti aiutare se non con un sostegno morale e un pò di compagnia ma hai già provato a contattare un ente o qualcosa del genere? Non riesco a capire una cosa ma cosa intenti quando dici che adesso non hai piu’ nemmeno la residenza? So che viviamo in un paese dove purtroppo davanti a situazioni estreme come queste ci si sente persi e poco se non per nulla tutelati, però sono convinta che con il comune in cui vivi una soluzione te la deve trovare per forza..quindi invece di lasciarti andare e di dormire 15 ore al giorno alzati un po’ e vai da chi di dovere a smuovere qualcosa..un abbraccio.

  5. 5
    colam's -

    Dipende da quello che vuoi nella vita.

    Lorenzo ha esposto la sua visione. La condividerei eccetto i mezzi (circuire la vecchietta..) che trovo meschini. Un vitalizio con aria pulita ecc lo troveresti per esempio vivendo in campagna o facendo il pastore. E’ una vita secondo me tranquillissima (il cane pastore lavora per te) a parte quando appunto per il vitalizio devi tosare o altre cose.

    Io concordo con il fatto che il mondo e’ una me-da ma do’ un valore assoluto e superiore alla vita e specialmente alla vita creata cioe’ i figli. Da quando mi e’ nato il primo penso di aver trovato la mia dimensione. Lavoro (per lo st-onzo di turno certo), mi faccio sfruttare ecc. Ma sono contento perche’ quando torno a casa mio figlio sgambetta felice. Se ti va questa seconda opzione qualsiasi lavoro va bene, bracciante, muratore, operaio.. Mi dirai che sono lavori fisici e che tu hai problemi di salute. Per chi vuole veramente lavorare ce ne sono altri. Che so, cameriere, barman, agente di commercio (sono io)..

    O no ?

  6. 6
    blablabla -

    Ciao,
    qui la fanno facile, ma in questo momento in Italia ci sono due milioni di disoccupati…e molte persone nella tua situazione. Me compresa. A un certo punto ti passa la voglia di lottare.
    Tu dormi molto perchè sei depresso, è un circolo vizioso. Se veramente ti troverai in strada, cerca di rivolgerti a strutture o a istituzioni, per dormire e per mangiare.
    Mi dispiace che sei solo, che non hai famiglia, nessuno con cui parlare, ma in realtà ci sono anche famiglie che ti lasciano solo. Io non posso essere la tua donna, ma se passi di nuovo di qui a leggere lasciami la tua mail, forse ti posso consigliare, o darti almeno una parola di conforto. Ti mando un abbraccio. Mi fa tanta rabbia sapere che in questo Paese le persone sono lasciate al proprio destino così.

  7. 7
    anto007 -

    minchia ci sono persono messe peggio di me.e dai fatti coraggio cercati una donna ricca ed è fatta.

  8. 8
    libellula86 -

    se hai bisogno di aiuto contattami scrivendomi un email al mio indirizzo rimoz@hotmail.it.

  9. 9
    misterx87 -

    ehila’… per il sostegno morale e 4 chiacchiere vedo che si sono gia’ offerti, quindi provo a darti qualche suggerimento pratico…

    – problemi di salute: andare in ospedale e farti visitare.

    – solitudine: uscire, in posti che non richiedano necessariamente sborsare €, per es. biblioteche, centri di volontariato, al limite anche internet ti puo’ aiutare (come vedi gia’ varie persone si sono offerte di fare 4 chiacchiere con te).

    – depressione: suggerirei uno psicologo, se non e’ sufficiente, e non sempre lo e’, il contatto con gli altri (vd. sopra). prova in un consultorio oppure usa internet, anche se tramite il web e’ meno efficace (pero’ qualcuno e’ gratis, se cerchi).

    – lavoro: e’ vero che ci sono vari disoccupati, ma non e’ vero che di lavoro proprio non ce n’e’…guarda solo gli annunci su internet…non saranno lavoroni ok pero’ e’ gia’ qualcosa, se non altro per dormire 10 ore anziche’ 15…oppure puoi fare qualcosa che ti permetta anche di viaggiare, se e’ vero che te ne vuoi andare. navi da crociera, per es., oppure puoi fare domanda come volontario dell’esercito, in ferma di 1 anno, mettere da parte 1 po’ di € (non sono male, 800/mese contando che hai vitto+alloggio) e poi dopo 1 anno te ne vai all’estero.

    spero che tra queste cose ne troverai qualcuna di utile. auguri!

  10. 10
    huma -

    Ciao,
    mi dispiace per la tua situazione, ma ti assicuro che ci sono tanti modi, prima di tutto, recati presso gli uffici comunali del tuo paese e chiedi se ci sono dei fondi stanziatiper presone diasgiate (sicuramente ci sono, dopo di che ti conosiglio per cominciare di cercare lavoro presso i call center, pagano poco ma è pur sempre qualcosa
    in bocca al lupo

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili