Salta i links e vai al contenuto

Berlusconi “Povera vittima”

Lettere scritte dall'autore  

Io nutro per Berlusconi e ciò che costui rappresenta – intrallazzo, maneggi, faccenderia, commercio, ignoranza politica e storica etc… – un disprezzo profondo e radicato.
Finché costui sarà in circolazione la Politica italiana sarà in potere della Sinistra, per la quale nutro un disprezzo quasi pari, soprattutto per l’estrema Sinistra.
Arrivo a pensare che Berlusconi sia sul libro paga di D’Alema, nel senso del potere non dei quattrini, perché l’unico motivo per cui questo povero paese è nelle mani di questa vergognosa e rapinatrice Sinistra è che c’è in giro lui e la drammatica minaccia che costui rappresenta per il Paese in termini di obiettivi e di immagine.
Non si può continuare a far Politica col criterio del “meno peggio meno male”, se non con il grosso rischio di avvitare il Paese dentro gli interessi delle Lobby e delle Mafie.
In tutta franchezza, prego il CDestra di scaricare velocemente Berlusconi e la sua clientela e prego i mezzi d’informazione di non riproporre continuamente le sue immagini; basta leggere le scemenze che rifila ad ogni piè sospinto senza essere pure costretti a vederlo o a girarsi dall’altra parte.

L'autore ha scritto 55 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Politica

15 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    lipsia -

    Ciao Filippo, il problema è capire cosa sia il “meno peggio meno male” oltre Berlusconi e la sinistra che ci sta governando, temo di non vedere molte alternative all’ orizzonte, o forse una……..saremo in futuro governati da uno psuedo partito/islamico che, viste come vanno le cose attualmente cosa ci potrà togliere di più?

  2. 2
    filippo -

    la dominazione islamica è comunque un dato di fatto per ben fondati motivi: al di là della idiota dipendenza dal petrolio imposta dal sistema capitalistico industriale euro-statunitense, c’è il fatto che la società “occidentale” è marcia; stiamo parlando infatti della seconda caduta dell’Impero romano, inevitabile come la mancanza di valori morali che l’ha sempre caratterizzato e la sua fondamentale idolatria per il potere e il denaro, per niente attenuati dall’espandersi del Cristianesimo in tutte le sue forme, dall’Evangelismo al Cattolicesimo romano, all’Anglicanesimo etc… Il Cristianesimo europeo è una delle tante religioni false e bugiarde; pretende di essere una continuazione dell’Ebraismo, ma questo non è assolutamente vero.
    comunque, a parte questo, tornando nell’ambito di partenza, è chiaro che anche un Centrismo basato su Casini e Fini oggi sarebbe un “meno peggio meno male” data la cronica mancanza di uomini politici seri e dato lo sfascio sociale ed economico in cui gli ultimi 50 anni ci hanno buttato.
    tuttavia, già se si riuscisse a dare un definitivo calcio in culo ai Comunisti e loro derivati, a Berlusconi, ai mafiosetti come Mastella, ai cialtroni come Gasparri, La Russa etc…, sarebbe un passo avanti.
    personalmente però ritengo che il primo passo sia rifiutare le urne, salvo che per i referendum popolari; non andare a votare insomma.
    ottenere almeno un 75% di astensionismo sarebbe uno shock anafilattico per questi stronzi e una forte spinta al rinnovamento per perdita di partecipazione.
    l’alibi principale di questi topi di fogna è che la gente va a votare e quindi loro possono spacciare per processo democratico ciò che di democrazia non ha proprio nulla; siamo infatti in mano alla Dittatura dei Partiti.

  3. 3
    robinhood2 -

    Ogni Paese ha i politici che si merita, questa è l’amara verità.
    Non votare, o votare solo per Camera o solo per il Senato potrebbe anche essere un modo per scuotere la casta al potere.

    Ma è anche vero che in Italia molto funziona a “mafie”, o quanto meno a “caste” e non per merito, e nessuno fa nulla per cambiare questa realtà.
    Quanti figli di papà finite le scuole finiscono ad occupare i posti direttivi delle aziende paterne, anche se valgono 0? Quanti imbecilli entrano nello studio professionale dei padri?

    E quanta gente valida e preparata (ci sono testimonianze anche in questo forum) viene “mobbizzata” sul lavoro solo perchè sgradita agli ammanicati che dirigono le aziende?

    Questo in Italia accade molto più che all’estero, quindi credo sia qui la radice di tutti i problemi: la mentalità mafiosa e antimeritocratica.

    Berlusconi è solo uno degli ultimi esempi di uso della politica per i propri interessi, anche se, a dire il vero, altri hanno fatto perfino peggio di lui.
    Se non altro Berlusconi aveva spinto nel ’94 verso il maggioritario (ora pare stia ancora cambiando idea!), quindi verso coalizioni più stabili, dopo la 1a Repubblica finita con tangentopoli.
    Nessuno giustifica Berlusconi e le sue leggi ad personam (ma anche la magistratura è una casta, colpevole di lassismo e di ricerca di popolarità), oltre che il suo dominio dei media, ma se dall’altra parte l’alternativa devono essere Prodi, Visco e gente fuori dal mondo come Ferrero o Bianchi, che tasserebbero anche l’aria che si respira, ecco perchè nei sondaggi il cdx è in netta prevalenza.

    Però ormai è evidente che Prodi e Berlusconi stanno finendo il loro ciclo, ormai hanno 70 anni in media tutti e due, ed è da oltre 13 anni che sono sulla scena. Ora si annunciano Fini e Veltroni, ma finchè non cambierà la mentalità di “caste” feudali in questa italietta, hai voglia cambiare i politici.
    Serve a poco.

  4. 4
    filippo -

    d’altra parte non si può fare altro.
    se nei Comitati di quartiere ci fossero meno Comunisti e più gente seria, in grado di fare fatti anziché Demagogia pro-domo-sua, sarebbe già un punto di partenza serio, ma così non è; ecco quindi che non potendo agire come si dovrebbe occorre percorrere al meglio la via contraria, ossia NON-AGIRE, non scegliere, non andare a votare.
    non agire può essere un modo di agire stando fermi.

  5. 5
    Limar70 -

    Non sono affatto d’accordo con il sig. Filippo. Già si è dimenticato che Berlusconi ha avuto il corraggio, fra innumerevoli dificoltà economiche, di duplicare i minimi di pensione, di aver nominato ministro dell’economia Giulio Tremonti, le cui indiscusse capacità in materia economica e finanziaria sono riconusciute da tutti: amici ed avversari. Con le leggi e leggine sui i condoni, da tutti avversate, si è riusciti ad attenere, nel tempo, finalmente gli avanzi di bilancio, che gli economisti (si fa per dire) del centrosinistra chiamano “tesoretti”. Anche la riforma del sistema sanzionatorio che consente al contribuente in difficoltà di poter rinviare i pagamenti a tempi migliori. A tal proposito vorrei ricordare un piccolo ma significativo episodio. Una Signora doveva corrispondere l’acconto di novembre su un immobile, peraltro, adibito a propria abitazione, trovandosi in momemtanea difficoltà, ritenne opportuno pagare il tutto (acconto e saldo) al successivo mese di maggio. Ebbene questo ritardo di appena sei mesi, comportò per la povera signora, un ulteriore pagamento, attravero la cartella esattoriale, di oltre il 150% tra sanzioni, interessi ed altro!

  6. 6
    filippo -

    al sig. Limar70, di evidente “Fede” berlusconiana, mi limito a dire solo che per lui tanto varrebbe fare Presidente della Repubblica Al Capone, un imprenditore attivo che ha creato posti di lavoro e fatto tanto bene agli Stati Uniti nel periodo della Recessione.
    infatti, anche Al Capone aveva dei solidi “estimatori”!

  7. 7
    Limar70 -

    Appare fin troppo evidente che il sig.Fillippo ha frainteso il mio modesto pensiero che si limitava ad indicare pochi interventi legislativi effettuati dall passato governo Berlusconi che hanno arrecato benifici ai nostri concittadini
    in stato di bisogno.Se ammirazione dovesse apparire dal mio scritto,essa è per l’ onorevole Giulio Tremonti, il quale come già detto è persona di notevole spessore politico da tutti ammirato.Infine non comprendo il rapporto da quanto da me scritto con Al Capone.

  8. 8
    filippo -

    per quanto riguarda Tremonti, per trattare questioni contabili non è richiesta la Laurea in Fisica; per questa si richiede un cervello, mentre per le questioni politiche e contabili bastano le 4 operazioni fondamentali e un po’ di pratica commerciale; l’uso di queste in ottica liberista richiede poi pelo sullo stomaco, ossia pochi scrupoli; queste cose Tremonti le ha di certo, ma non vedo cosa ci sia da ammirare!
    per quanto attiene poi al nesso tra Berlusconi e Al Capone, esso è strettissimo e per verificarlo basta leggersi la biografia di Al Capone e quella di Berlusconi.
    in certe foto hanno perfino gli stessi atteggiamenti strafottenti.
    quanto agli interventi legislativi della Destra Liberista berlusconiana che avrebbero fatto il bene del Popolo, essi sono stati il fumo negli occhi, il contentino che serviva, nel loro pensiero, a mascherare il fatto acclarato e conclamato che Berlusconi stava usando la Repubblica per fare i suoi loschi interessi, ossia evitare condanne e lucrare a vantaggio delle sue aziende.
    questo cialtrone, la cui visione consumistica liberista farebbe rischiare a questo malridotto paese il rischio di una crisi economica irreversibile, adesso sta scalciando per non essere buttato fuori dal CDestra.
    c’è chi dice che il nuovo leader potrebbe essere Letta, gradito a lui e anche a Fini, il quale politicamente non lo vede come un pericolo.
    questa scelta garantirebbe a Fini e Casini di vincere le elezioni, altrimenti pressoché impossibile, e a Berlusconi di mantenere l’impunità!
    dal mio post si capisce che questa non è difesa del CSinistra magnone e comunista, ma un invito al CDestra ad affrettarsi a presentare un quadro decente, possibilmente privo anche di Schifani, Bondi, La Russa, Gasparri e gli altri sciacalli della Repubblica, diversamente sarebbe impossibile andare a votare.

  9. 9
    Limar70 -

    Spiace che il sig, Filippio usa termini degrinatori nei confronti dell’on. Tremonti. Egli è stato l’unico economista europeo che anni indietro ha previsto il deprezzamento del dollaro sull’euro e tuttora, prevede, se non si corre ai ripari, che le produzioni industriali dell’India e della Cina invaderanno l’Europa, appena miglioreranno la QUALITA’ dei prodotti. Questo “nuova futura concezione economica” deve essere combattuta dall’intera Europa, indipendentememente dalle formazioni politiche di governo dei singoli stati dell’unione. Per quanto concerne il quadro politico formulato dal sig. Filippo che dovrebbe garantire l’elezione di un centrodestra retto dagli ex portaborse di Almirante e Forlani, mi auguro che ciò non avvenga mai. Non si può essere governati da due individui che tranne il lavoro di portaborsa non hanno fatto alcun altro lavoro serio e fattivo.

  10. 10
    filippo -

    “Tremonti … è stato l’unico economista europeo che anni indietro ha previsto il deprezzamento del dollaro sull’euro e tuttora, prevede, se non si corre ai ripari, che le produzioni industriali dell’India e della Cina invaderanno l’Europa, appena miglioreranno la QUALITA’ dei prodotti”

    un Einstein non c’è che dire!
    mi stupisce che non l’abbiano insignito del Nobel di Economia e Commercio!

    “Per quanto concerne il quadro politico formulato dal sig. Filippo che dovrebbe garantire l’elezione di un centrodestra retto dagli ex portaborse di Almirante e Forlani, mi auguro che ciò non avvenga mai”

    non ho ben capito se Limar70 non ha inteso cosa volevo dire oppure se vuol mettere Fini sotto il piano dei Gasparri, La Russa, Schifani etc.etc… nel secondo caso, spero voglia scherzare; il sottoscritto ha conosciuto bene Almirante ed altri soggetti del MSI; per quanto Fini non sia neanche lontanamente paragonabile ad Almirante, come cultura e preparazione politica non c’è neanche da accostarlo a degli anellidi come quelli che ho menzionato prima e coi quali spero siano allontanati dal CDestra pure i Cicchitto e i Ronchi.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili