Salta i links e vai al contenuto

Come assentarsi dal pubblico impiego

SOS

Dipendente statale stanco delle solite ingiustizie e porcherie che avvengono all’interno della pubblica amministrazione! Ecco alcuni esempi:

1) Assenza per servizio

Visto le sempre più numerose assenze che vengono giustificate come assenza per servizio di dipendenti statali, sarebbe forse il caso di documentare tali assenze con tanto di giustifica e timbratura che dimostra la durata del proprio servizio prestato fuori sede dal momento che una assenza dall’ufficio per servizio da diritto anche ad un buono pasto!

I soliti “furbetti” ricorrono a questi trucchetti per assentarsi dall’ufficio con la giustifica di assenza per servizio per motivi molto futili come per esempio consegnare un documento a mano che potrebbe essere invece semplicemente inviato via fax, quindi impiegando pochissimo tempo, al massimo un’ora, ma avendo diritto ad un intero giorno di assenza dall’ufficio con tanto di buono pasto.

Altri casi sono assenza per riunioni e convegni dove raramente viene effettuato un appello dei presenti e quindi in alcuni casi ci si può presentare in tarda mattinata quasi alla fine o addirittura neanche presentarsi, ma giustificato come assenza dall’ufficio per servizio!!

In altri casi, ma solo a chi viene concesso, l’assenza per servizio viene dato anche per motivi personali al posto di utilizzare un giorno di congedo ordinario, tanto alla fine chi va a controllare!!

2) Permesso per servizio

Anche questo viene utilizzato per giustificare ritardi personali e non per lavoro. I soliti “furbetti” riescono a far passare un ritardo in entrata o una uscita anticipata esclusivamente per motivi personali come un permesso per servizio e non debbano neanche recuperare le ore a debito mentre i lavoratori onesti che si alzano presto per arrivare in perfetto orario vengono compensati vedendo e subendo queste ingiustizie.

Ma pechè devono essere sempre più penalizzati onesti lavoratori mentre i soliti “furbetti” continuano a trovare modi e maniere per non lavorare?

Infine,

3) Legge 104

Ormai la Legge 104 è molto diffusa ed un elevato numero di impiegati statali ne usufruiscono di questa Legge.

Ma siamo sicuri che questi 3 giorni vengono utilizzati per assistere un familiare invalido o con gravi problemi di salute.

Inverosimilmente ci sono casi in cui 1 persona ha diritto alla Legge 104 per sè e per un altro familiare quindi può assentarsi ben 6 giorni al mese….. non è un po’ esagerato?

Ma se un dipendente statale è sistematicamente assente 6 giorni al mese, lo stipendio non è più guadagnato?

E soprattutto c’è la certezza che questi giorni vengono sempre utilizzati nella maniera giusta o forse questo è un caso simile a quello risaputo dei permessi di parcheggio per invalidi che si utilizzano in modo scorretto e non come si dovrebbe per l’uso esclusivo del trasporto di un portatore di handicap.

Vogliamo fare chiarezza e mettere un po’ di ordine soprattutto nei confronti di chi ha veramente bisogno e utilizza questi giorni con serietà ed onestà?

AIUTO!

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Cittadini - Lavoro

2 commenti

  1. 1
    alemar753 -

    Si,comunque sappi che levano i soldi a chi si assenta.Anche per chi usufruisce della legge 104, che tra l altro non e’ di 3 giorni ma di 18 ore, ore che tra l altro non vengono contate ai fini pensionistici. E poi, ma questo e’ il mio pensiero personale, perche’ invece di concentrarti cosi tanto sui dipendenti pubblici che guadagnano a mala pena 1.250 euro dopo anni di anzianita di servizio e le tasse le pagano tutti e tutte (e scusami se e’ poco in questo paese!!!) non tela vai a prendere con chi fa dell evasione fiscale un vero e proprio stile di vita creando si problemi gravi a questo paese?

  2. 2
    giuliano -

    Lavoro pubblico privatizzato e non privatizzato.Disparità di trattamento.Sentenza di condanna datoriale alla reintegra esclusivamente nelle mansioni precedentemente svolte,eseguita,ritenuta successivamente non coercibile dallo stesso giudice del lavoro di I°grado (bisognerebbe attendere il pronunciamento definitivo).Analoga sentenza emessa dal TAR subito eseguita tramite commisario ad acta in conformità alla recente riforma.Vedere http://www.areagiuridica.com

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili