Salta i links e vai al contenuto

Aspettare sperando o alzare la testa e andare avanti?

Lettere scritte dall'autore  

Ciao a tutti, sono un ragazzo di 27anni, da 5 mesi purtroppo la mia ragazza mi ha lasciato.
Nell’arco di questo periodo, ci saremmo visti si e no 6 volte con dei baci passionali di mezzo (in 2 occasioni).
Mi ha lasciato perché dice di non amarmi, anche se i baci mi riportano indietro nel tempo e illudermi.
Dice che le manco, mi vuole bene ma alla fine si arriva a quello che non avrei mai voluto sentirmi dire ovvero “fatti una tua vita, non ti amo”.
Ad altre ha ormai detto che il mio nome e le mie vicende non vuole più sentirle, probabilmente vuole dimenticarmi ma così non ci riesce ovviamente!
Lei si diverte con le sue amiche e molto probabilmente non desidera più rivedermi.
Cosa devo fare? Aspettare senza contattarla sperando o veramente alzare la testa e andare avanti?
Grazie.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

4 commenti

  1. 1
    giorginabellax -

    iomi trovo nella stessa situazione solo che il mio ex non si fa più sentire ci siamo visti 6 volte e non c’è stato mai un bacio.Io penso che la tua ex non ti ha dimenticato, ma non baciarla più fatti vedere sfuggente e non farti vedere troppo disponibile,ricorda in amore vince chi fugge e poi lei sa che tu ci sei sempre,vedi appena ha qualche certezza in meno come torna, così sta facendo i suoi comodi.Si diverte,esce,e poi quando gli manchi sa che tu ci sei,sbagliato.Lo so è difficile perchè tu provi ancora qualcosa ma se la rivuoi comportati come se non ti importasse nulla di lei.Spero che ti vada bene fammi sapere

  2. 2
    emisquiz -

    Anche se sono una ragazza non mi riesce di capire il comportamento della tua ragazza. Per quanto ne so in genere le donne hanno comportamenti e decisioni molto nette e non queste mezze misure. Potrei solo immaginare che in qualche modo si sia sentita ferita dal comportamento scostante di qualche innamorato (tu o altri precedenti) e che questo modo di prenderti e lasciarti sia una conseguenza di queste ferite. Oppure che tu per lei rappresenti solo un gioco saltuario in attesa dell’uomo della sua vita.
    In ogni caso non vedo il motivo per cui tu ti debba adagiare in attesa di un suo cenno e penso che tu debba continuare la tua vita indipendentemente dai suoi umori e dalle sue scelte. Quel che sarà, sarà. Nel frattempo arricchisci la tua vita di amicizie, interessi ed esperienze.
    E se ti capitasse di uscire ancora con lei prova a chiederti se questo rapporto ti da gioia o ti fa sentire pesante, triste, avvilito. Nel secondo caso non pensarci più.

  3. 3
    beppe82 -

    ciao,
    era proprio con Voi donne che volevo avere un confronto, capire cioè quello che in queste situazioni Vi passa per la testa.
    IO ho sbagliato nei suoi confronti, a volte sembrava “portasse lei i pantaloni e non io”.
    So che non farmi sentire sarà veritiero per entrambi, darà le risposte che cerchiamo, ma so che con lei ovviamente tutto era diverso da adesso.
    Sto cambiando abbastanza da quando ci siamo lasciati, sono più riflessivo/ponderato con quel pizzico di “ma chi se ne frega lo faccio lo stesso” che non guasta mai…
    Lei sa quello che voglio diventare e sono sicuro ke ce la farò e l’apprezza anche, però non basta, preferisce soffrire in silenzio e dimenticarmi mettendomi in secondo piano rispetto alla sua vita, ma se è vero amore, credo ke possa passare del tempo non cancellare i ns affetti veri mai.
    io vado avanti, lasciando nel mio cuore la porta sempre aperta….ecco cosa credo di fare!
    ciao ragazze e come dice il mio parroco che mi cresimerà a Pasqua, Dio ce ne manderà un’altra/o!!!….

  4. 4
    Buster -

    Hehe caro Beppe, la nostra storia è molto simile se non che mi ha lasciato da poco e non credo che, vedendola, mi baci mai… però come a te dice di volermi bene, volermi essere amica, solo che io la amo e non potrò mai esserlo veramente. Potrò si farmi trovare per non perderne i contatti, proteggerla se necessario, ma non sarò mai a sua disposizione, non sarò mai il suo confidente non sarò mai quello che l’ aspetta anche se, in realtà, sarò per lei sempre tutto questo e anche di più.
    So solo che mi ha lasciato per motivazioni giuste, aprendomi gli occhi che da stupido prima non sapevo come usare, il dolore mi ha fatto capire miriadi di cose che prima non vedevo nemmeno lontanamente.
    Ora sto cominciando a costruirmi. Se non sono l’ uomo della sua vita lo deverrò. Se lei non è la donna della mia vita lo capirò. Fatto sta che se si ha un sogno lo si deve proteggere. Quindi giusto che non solo una porta per loro rimanga sempre aperta, ma addirittura si costruisca una botola perché lei ci possa cascare dentro senza accorgersene. E per farlo bisogna sorprenderla, cambiare radicalmente, essere irriconoscibili. Stessa anima e stessi valori che l’ hanno fatta innamorare ma diverso corpo e diverso vivere che l’hanno fatta invece disinnamorare. E quando un giorno riuscirai a farle capire che lei ha bisogno di te. Magari come può avere bisogno di un altro ma che di te si può fidare immensamente di più, allora forse tornerà e il tuo sogno diverrà realta sempre che, il tuo vero sogno, non ti abbia incontrato poi durante questo tuo cammino.
    Insomma, se la si ama, se si crede che sia la donna della nostra vita, anima gemella, madre dei nostri figli… allora si deve lottare, divenire giusti e poi tornare da lei, con il petto in fuori e mostrarle il sacrificio e il lavoro che l’ amore nei suoi confrotni è riuscito a fare. E se non sarà la regina dei ghiacci, non potrà certo rimanerne indifferente…

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili