Salta i links e vai al contenuto

Andare avanti e non voltarsi indetro

Buongiorno a tutti…
Navigando ho scoperto questo sito che mi ha molto colpita per la somiglianza di esperienze e sentimenti provati…
Sono reduce da una storia o meglio “agonia” durata un anno circa… Ho 38 anni e vivo in un paesino tra Bergamo e Brescia. Sono una donna solare, simpatica, responsabile, sincera, diretta e con dei valori e soprattutto con ancora tanta voglia di vivere… dare amore e possibilmente riceverlo… ma molto stanca della disonestà che c’è in giro.
Brevemente: sposata da giovane, divorziata, altra convivenza… finita, senza figli ma come dicevo ancora disposta a rimettermi in gioco, non voglio avere accanto una persona solo per dire “non sono sola”… credevo di aver trovato la persona giusta… sbagliavo.
Il “maschio” in questione (uomo è tutt’altra tipologia di persona) aveva un “piccolo” neo… impegnato in una storia nata finita, una storia part-time (a suo dire)… molto abile ad illudere, forse il carattere molto dolce, premuroso… o forse la stupidità mi è salita al cervello offuscandolo. Comunque… promesse di lasciarla, o meglio di metterla in condizione di lasciarlo (coraggioso direi), fantasticava sulla nostra vita insieme, su una possibile famiglia, (preciso che nonostante donna non ho mai esternato nessuna ipotesi del genere perché visto che era ancora impegnato mi sembrava fuori luogo, lo sembrava solo a me evidentemente). Ho chiesto solo poche cose, sincerità nel bene e nel male e di proseguire solo se ne era sicuro e si sentiva innamorato, ovviamente tutto confermato. Peccato che nel momento che ha lasciato l’altra sventurata, è totalmente cambiato, non era più lui, non lo sentivo presente… e poiché sono convinta che è sempre meglio la verità l’ho messo alle strette, soffrire per soffrire, meglio soffrire per rialzarsi e andare avanti… e dopo solo tre settimane (angosciose) è finita… nessuna parola o gesto particolare, se n’è andato in una giornata che avremmo dovuto trascorrere insieme… PUNTO… nessun ulteriore contatto, dileguato.
Brucia? E’ devastante il dolore che provo… l’ho aspettato, ci ho creduto più e più volte… Ora la nebbia si sta diradando, mi sto concentrando sulle cose brutte, sulle nostre differenze sostanziali, io ESIGO onestà perché è quello che offro… e se questa manca, non può esistere nessun rapporto.
Passo da uno stato d’animo in cui vorrei conoscere una marea di gente per passare momenti allegri in compagnia, ad un altro in cui vorrei isolarmi dal mondo e scomparire… poi mi dico che nella vita ne ho passate di peggiori come situazioni e che un essere simile non merita la mia sofferenza… ma non sempre funziona
Mi chiedevo se ci fosse qualcuno che vorrebbe condividere il personale periodo magari confrontandoci e aiutandoci a rialzarci più forti di prima… “ciò che non uccide fortifica” dicono… secondo me ogni esperienza inacidisce molto, ma l’importante è non voltarsi indietro se non per renderci conto che nel nostro passato abbiamo superato momenti peggiori…
Vi ringrazio per il tempo dedicato nel leggere una parte di me, e per quello che avete speso per farmi leggere di voi…
Buona giornata

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

14 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    sensazioned2006 -

    carissima Papperina capisco perfettamente il tuo stato d’animo perche’ ci son passato e tutt’ora ci sto passando in una fase del genere…ma quello che hai fatto è sicuramente la cosa giusta, abbiamo un ‘età in cui giocare non va piu’ bene, abbiamo bisogno di certezze dalle persone che ci stanno al fianco e non dubbi o menzogne.
    pure io sto soffrendo per una persona che tutt’ora amo e chissà per quanto tempo lo faro’…se siceramente spero molto poco.
    Sicuramente quando ti sei separata avrai sofferto quindi questa storia servirà solamente a fortificarti…sai qual’e’ il lato negativo della cosa?che generalmente dopo delusioni cosi si inizia a non fidarsi piu’ delle persone e finche’ all’orrizzonte non arriverà il sole continueremo a soffrire per un qualcuno che magari non soffre minimamente per noi….e questo non è assolutamente giusto!!
    Ti mando un abbraccio…..

  2. 2
    p_1975 -

    Ciao!
    io sono stato lasciato tre mesi fa..vivo sentimenti simili ai tuoi, anche se la mia storia è un pò diversa dalla tua. La sofferenza per l’altra persona penso ci accomuni.. Non credevo di poter stare così male, e la cosa purtroppo per me non è finita perchè lei lavora nel mio stesso posto. Andiamo d’accordo, in pratica non abbiamo mai litigato, e tutt’ora abbiamo un buon rapporto..Io però sono ancora coinvolto, per cui soffro, e per di più tre mesi fa lei mi ha detto che sarebbe passata a casa mia a prendere le sue cose e non lo ha ancora fatto. Vorrei rialzarmi più forte di prima, ma in tre mesi non ne sono stato capace..tre mesi che mi sono sembrati un’eternità, perchè stai male, non dormi, mangi a fatica, fingi con i parenti che tutto vada bene… Cerco lentamente di rassegnarmi, razionalmente l’ho già fatto, ma non puoi chiedere al tuo cuore di cancellare i sentimenti, il cuore decide autonomamente.. magari come hai scritto il confronto aiuta, speriamo!!

  3. 3
    p_1975 -

    Grazie anche a te per aver dedicato del tempo a noi!!

  4. 4
    Stefano614 -

    Quello che fa male è il fatto di sentirsi innamorati di una persona che non ci considera più, il sentire di aver affidato il proprio cuore o parte di esso ad un’estranea/o. Non ci sono ricette miracolose per non soffrire, ma se ne trovi una fammi sapere..

    Molti auguri

    stefano614@yahoo.it

  5. 5
    Kid -

    Ciao.
    Sì hai ragione , ci son molte similitudini .
    Anche se la mia storia aveva altre premesse , per le quali mi sentivo piuttosto sicuro .
    Come dicevo ed ho scritto in giro , non ho una pagina con la mia storia perchè sarebbe riduttivo scrivere solo di questo momento , guardarsi allo specchio non è facile . Perchè comporta assumersi responsabilità e rischi , accettare compromessi e cambiamenti .
    Mentre per qualcuno basta l’amore , la stima , la fiducia , già collaudate nel tempo , per altri conta anche il rapporto tra vantaggi e svantaggi concreti , prima di accettare un impegno nel lungo periodo.
    Ed quando si mescolano gli aspetti materiali , egoistici e di convenienza , con le faccende sentimentali , c’è qualcosa che non và nella maturità di quella persona .
    A parte la propensione naturale al non volersi impegnare , in fondo oggi non esiste piu’ il concetto di morale comune , pertanto non è forte come prima il concetto di giusto o sbagliato e del resto il mondo esterno offre mille opportunità .
    C’è anche l’educazione che si è ricevuta, concentrata anche sul concetto di status , benessere e quant’altro ne faccia da contorno . Che diviene una vera e propria diseducazione sentimentale. Dannosa non solo all’interno della coppia ma dannosa da trasmettere anche ai propri figli. Perchè crea degli individui che godono per quel che hanno , non per quel che danno , per quel che rappresentano e non per quel che sono . E allo stesso modo si rapportano con gli altri e allo stesso modo scelgono chi volere accanto e perchè . Ma son dei meccanismi deboli , perchè soprattutto la vita sentimentale , ma anche quella relazionale in generale, non è come fare un’affare o un investimento che una volta fatto produce interessi da solo e per sempre.
    L’unico investimento che si puo’ fare nella vita sentimentale è il valore interiore della persona. Perchè non si è per sempre belli , sani ,giovani, pieni di amici e di opportunità . Ma ci son problemi da affrontare di ben altra caratura che nessun denaro puo’ risolvere , se non la maturità delle persone coinvolte.
    E credo che oggi la scelta della persona con la quale impegnarsi , sia sempre piu’ spesso , soggetta a questo mix di criteri . Purtroppo.

    Se vuoi un contatto msn o skype , puoi intanto lasciare un messaggio a:
    fra_med72@yahoo.it

    Ciao , mi raccomando , forza e guardare avanti.

  6. 6
    obiuan -

    ciao, riassumendo la mia vita ti posso dire questo: io ormai ho 47 anni,separato 4 anni fa da una moglie che aveva fatto del tradimento il suo hobby, mi innamoro della mia avvocatessa che dopo 3 anni, in una giornata che avremmo dovuto trascorrere al mare insieme, mi lascia, perchè dice, dopo 3 anni, di non sentirsela di condividere la vita con le mie bambine e con i 16 anni in più che ho. Peccato che 2 giorni prima parlasse di figli con me. Era l’8 agosto, ormai 8 mesi fa. Lei da 7 mesi e 15 giorni vive con un altro.!!!!!!!! ti basta? vuoi dirmi che lui non è stata la cusa scatenante?….. Vuoi dirmi che non mi aveva già tradito?……
    Ti dico una cosa, io credevo nell’amore e ci credo ancora, le avevo chiesto di non essere bugiarda visto che conosceva tutti i miei trascorsi ed è stata peggio di mia moglie. Non esistono uomini infedeli o donne bugiarde, esistono persone false, che poi si contraddistinguono per la posizione in cui fanno pipì. Fatti coraggio. Se vuoi ci confrontiamo, io soffro da 8 mesi ormai, anche se ogni tanto mi sembra di essere guarito. Un abbraccio, se ti va di parlarne me lo scrivi e magari ci scambiamo le mail. Fatti forza, non può piovere per sempre

  7. 7
    papperina -

    Buongiorno a tutti!
    E’ “bello” non sentirsi soli a lottare contro la falsità delle persone, non che lenisca il dolore che ci accomuna ma è sempre un modo per scoprire che ci sono ancora persone oneste al mondo che vale la pena di conoscere.
    Vi ringrazio per i vostri pensieri e spero che per tutti arrivino giorni più sereni, già… “serenità” una parola tanto semplice e a volte scontata che in certi momenti è tanto difficile raggiungere… ma andiamo avanti!! 🙂

    Ah, se vi facesse piacere mantenere un contatto più “diretto” il mio indirizzo skype è papperina_1972

    @ sensazioned2006
    “ci sei passato e tutt’ora ci stai passando” vedo che anche tu come me sei un recidivo!
    Per fortuna dicono che le esperienze insegnano, ma io ritengo che come una persona falsa non cambierà mai, una persona onesta rimarrà tale, anche se a volte vorrebbe essere diversa per evitare sofferenze, ma come un maglione di qualità, passa il tempo, cambiano i modelli ma la qualità resta… invece uno di qualità scadente è bello appena indossato, al primo lavaggio perde consistenza, colore e ne rimane solo il ricordo, col rammarico di aver speso soldi per un nulla, anche se in quel momento ci sembrava bello.
    Il fatto che ad una certa età (siamo ancora giovanissimi eh!!) le persone ancora non siano in grado di essere responsabili è una cosa che mi spaventa molto, forse è questa paura che mi fa approcciare sempre in modo diretto in qualsiasi situazione, a volte mi viene detto che un uomo si spaventa con questo atteggiamento, e io rispondo che se è un “uomo” non ha motivo di spaventarsi, (lo stesso penso in un caso inverso), anzi ritengo che trovare una persona che non nasconde i propri difetti ed è semplicemente se stessa, sia la cosa più bella che possa esserci, sai chi ti trovi di fronte, e soprattutto significa che sta bene con se stessa, accetta i propri pregi e difetti e non teme il giudizio degli altri, ha la sua personalità indipendentemente da ciò che la circonda, io sono così, posso piacere o meno, ma se piaccio deve essere per il mio insieme, per come sono, non per come mi si vorrebbe…

  8. 8
    papperina -

    @ p_1975
    So cosa vuol dire essere costretti a vedere il proprio carnefice, è una punizione ingiusta, come se non bastasse il dolore già arrecato; si è obbligati a mantenere un contegno, una finta situazione normale.
    Per mia fortuna ho un collega uomo attualmente, e devo dire che in questi momenti è molto meglio di una donna, siete più oggettivi e meno contorti di noi donne, e questo mi aiuta molto.
    Nei momenti più duri quando stai lavorando al computer e ti rendi conto che stai piangendo provi le emozioni più diverse, rabbia per un essere che ti ha ferita senza motivo e ti fa sentire debole e inadeguata, sconforto perché ti chiedi cosa mai hai fatto di male per trovare sempre persone così meschine e ti giuri di chiudere col mondo intero, qualche altro istante e ti dici che è lui che ha perso qualcosa di importante e raro perché tu sai di aver dato e fatto di tutto e di più perché credevi in questa storia. Un altro istante: “ma non esistono più persone con dei valori? O sono io che sono sbagliata?” Un altro attimo e pensi a chi è in situazioni peggiori di te cercando un appiglio per risalire da questo baratro… e nel frattempo il collega vede e tace, e quando nota che ti sei un po’ ripresa ti fa una battuta per sdrammatizzare e per un istante sorridi e non pensi.
    Sono piccoli gesti di sensibilità che fanno piacere, e in un certo senso ti dicono che non tutte le persone sono uguali.
    Spesso capita di sentire tua madre che conosce dal tono della voce che c’è qualcosa che non va e fai di tutto per inventarti che è stata una giornata pesante in ufficio, che è tutto a posto ma vorresti gridare il tuo dolore solo per un abbraccio confortante da chi ti ama davvero incondizionatamente, ma questo amore è ricambiato allo stesso modo che preferisci non farla preoccupare e fingi che sia tutto a posto, “mi sembri dimagrita” “Magari!! Sono solo un po’ stanca” e sai di mentire perché mangiare e bere sono uno sforzo atroce, cerchi di acquistare i tuoi cibi preferiti, ma quando arriva il momento di ingerirli il nodo che ti chiude lo stomaco vince, e ti dici che magari domani andrà meglio…e a volte va meglio, altre un po’ meno, ma ti obblighi a reagire, non per te stessa, ma per le persone a cui vuoi bene e te ne vogliono, per evitare preoccupazioni causate da un qualcuno che non merita la tua sofferenza, ma solo indifferenza…

  9. 9
    papperina -

    Buongiorno ragazzi!
    E’ “bello” non sentirsi soli a lottare contro la falsità delle persone, non che lenisca il dolore che ci accomuna ma è sempre un modo per scoprire che ci sono ancora persone oneste al mondo che vale la pena di conoscere.
    Vi ringrazio per i vostri pensieri e spero che per tutti arrivino giorni più sereni, già… “serenità” una parola tanto semplice e a volte scontata che in certi momenti è tanto difficile raggiungere… ma andiamo avanti!! 

    Ah, se vi facesse piacere mantenere un contatto più “diretto” il mio indirizzo skype è papperina_1972

    @ sensazioned2006
    “ci sei passato e tutt’ora ci stai passando” vedo che anche tu come me sei un recidivo!
    Per fortuna dicono che le esperienze insegnano, ma io ritengo che come una persona falsa non cambierà mai, una persona onesta rimarrà tale, anche se a volte vorrebbe essere diversa per evitare sofferenze, ma come un maglione di qualità, passa il tempo, cambiano i modelli ma la qualità resta… invece uno di qualità scadente è bello appena indossato, al primo lavaggio perde consistenza, colore e ne rimane solo il ricordo, col rammarico di aver speso soldi per un nulla, anche se in quel momento ci sembrava bello.
    Il fatto che ad una certa età (siamo ancora giovanissimi eh!!) le persone ancora non siano in grado di essere responsabili è una cosa che mi spaventa molto, forse è questa paura che mi fa approcciare sempre in modo diretto in qualsiasi situazione, a volte mi viene detto che un uomo si spaventa con questo atteggiamento, e io rispondo che se è un “uomo” non ha motivo di spaventarsi, (lo stesso penso in un caso inverso), anzi ritengo che trovare una persona che non nasconde i propri difetti ed è semplicemente se stessa, sia la cosa più bella che possa esserci, sai chi ti trovi di fronte, e soprattutto significa che sta bene con se stessa, accetta i propri pregi e difetti e non teme il giudizio degli altri, ha la sua personalità indipendentemente da ciò che la circonda, io sono così, posso piacere o meno, ma se piaccio deve essere per il mio insieme, per come sono, non per come mi si vorrebbe.

    @ p_1975
    So cosa vuol dire essere costretti a vedere il proprio carnefice, è una punizione ingiusta, come se non bastasse il dolore già arrecato; si è obbligati a mantenere un contegno, una finta situazione normale.
    Per mia fortuna ho un collega uomo attualmente, e devo dire che in questi momenti è molto meglio di una donna, siete più oggettivi e meno contorti di noi donne, e questo mi aiuta molto../..

  10. 10
    Raffale -

    Ciao
    Anch’io sto vivendo una situazione per certi versi simile a quella di obiuan. Ed è da un anno che sono più o meno nelle sue condizioni. Condivido quasi tutto quello che ha detto Obiuan. Sia tu che lui, se volete, possiamo parlarne. Ci scambiamo le mail, se vi va.
    Ciao

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili