Salta i links e vai al contenuto

Ancora una volta mi chiedo

  

Ancora una volta mi chiedo ma che sto a fare qui.
Probabilmente fino a quando avevo 20, 30, 35 anni non mi chiedevo ma oggi si me lo chiedo perché non va per niente bene.
Il lavoro? Bene dopo 3 concorsi vinti cosa debbo dimostrare, niente.
Lo stipendio è sempre quello, una figlia che dopo aver conseguito il diploma 100/100 e essersi iscritta in giurisprudenza poi mollata oggi si ritrova a lavorare in un centro scommesse…… grazie a dio ma soprattutto ad una mia amicizia, mio figlio a scuola al 4^ anno ma cosa farà……..?
Mia moglie che non avendo un lavoro e i figli già grandi si autodeprime.
Quali aspettative viviamo ogni giorno aspettando…… e le fatiche delle mattine la sveglia l’immettersi in mezzo al traffico per arrivare in ufficio io e a scuola mio figlio…… la violenza delle persone nel traffico che per guadagnare mezzo secondo mettono sotto chiunque, non si curano di nulla la cattiveria della gente è grande infinita.
La politica? Se ne fregano di tutto e di tutti.
Molta gente vive male non ha una casa non ha un lavoro, stenta e il futuro?

Ma cosa ci faccio qui.

L'autore ha scritto 13 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

2 commenti a

Ancora una volta mi chiedo

  1. 1
    colam's -

    concordo… devi trovare un senso alla tua vita. Forse l’attivismo politico ?

  2. 2
    Dade -

    Leggendo la tua lettera mi viene in mente il testo della canzone di Venditti “Che fantastica storia è la vita”. E ti ringrazio per averla riscoperta, visto che nel momento in cui ti scrivo la sto ascoltando. Tutto ciò che hai raccontanto in questa lettera l’autore la racconta sotto forma di canzone. Ed è fantastica come canzone, proprio come lo è la vita. Così come mi ha colpito tanto questa lettera così sentita. Corta, ma scritta con delle frasi che ti trafiggono. Tante le difficoltà sono comuni a tutte le famiglie. Ma nessuno ne parla perchè non fa audience, se si scrive così. Come ci si fa ad alzarsi al mattino tutti contenti, col sorriso stampato in faccia? Non ce la farei e nemmeno tu se sei arrivato al punto di scrivere quelle cose. Tutti se ne fregano di tutto. Cosa ci facciamo qua? Un motivo sicuramente c’è, già il fatto di avere una famiglia, dei figli più o meno già sistemati e una moglie vuol dire tanto. Io che ho 23 anni non so nemmeno cosa sia il futuro… o la pensione. Ho imparato a vivere giorno per giorno perchè è così che devo fare se voglio stare apparentemente bene. Quando arriverà l’ostacolo si vedrà cosa fare. Si cerca di trovare un senso alla propria vita, se siamo qua… un senso c’è eccome!!!! Ti mando un grande abbraccio 🙂

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili