Salta i links e vai al contenuto

Amicizia: è un problema trovare amici!

  

Ho tanti “amici”. Ho scritto la parola tra le virgolette perché se erano amici non avevo questo problema. Sono una ragazza molto socievole, non mi faccio problemi a fare nuove amicizie, il problema sono gli altri. Quando propongo di fare 1 giro oppure di andare al mare gli altri rispondono non posso, devo studiare e inventano altre scuse e si rinchiudono in casa.
Le ragazze dei nostri giorni hanno molti problemi, escono se hanno il tipo (che poi dopo poco si lasciano perché il tipo c’è stato solo per fare s…. ma loro sono convinte che conquistano per la loro bellezza: ahahahahah. Non hanno nessun rispetto per loro stesse). Oppure se non hanno il ragazzo si rinchiudono lo stesso in casa aspettando che ne trovino un altro, invece di uscire con le amiche e non fissarsi sul trovare per forza un ragazzo, prima o poi lo troveremo!! Poi c’è molta invidia, iniziano a dire “tu sei fatta meglio di me; tu riesci a fare amicizia più facilmente invece io ho difficoltà: tu troverai il ragazzo prima di me per il tuo bel carattere, io invece sono timida etc” e non vogliono uscire con te perché si sentono più brutte di te, cioè si creano dei complessi che non si devono creare perché ognuno ha il proprio aspetto fisico, il proprio carattere: non le capisco!!! Poi ci sono quelle che ti sfruttano per conquistare i tuoi amici maschi: arrivati al loro obiettivo non ti cercano più. Poi ci sono quelle che tu gli proponi di uscire, loro ti rispondono che hanno da fare oppure devono uscire con altri (che se sono davvero amiche dovrebbero dire “vieni con me e con gli altri con cui esco stasera”), ma poi scopri che si sono rinchiuse in casa per gli stessi motivi elencati prima e quando ci parli ti inventano che si sono divertite etc etc. Poi ci sono quelle che quando scoprono che ti piace andare in un posto, per es. a ballare loro ti propongono di andarci poi all’ultimo ti dicono che non possono (e si rinchiudono in casa!!): in quel momento credono di averti fatto un dispetto perché a te piace fare quella cosa: si divertono proprio male.
Io ho capito prima di tutto che gli altri scaricano le loro frustrazioni facendo questi stupidi dispetti (che poi non risolvono niente a fare ciò) e poi ho capito un’altra cosa: che non bisogna fidarsi di nessuno anche se io ci starei tranquilla con le persone e mi piacerebbe non pensare che la persona che ti sta davanti è frustata e prima o poi ti deluderà, invece è cosi!! Prima o poi cambierà la vita!! Ci sono dei momenti in cui tutto sembra tranquillo e ti va tutto bene (perché poi sono una ragazza semplice e mi accontento di poco, non sono come tante che dicono: ”ma che facciamo stasera?? andiamo nello stesso pub?? nooo, che palle!! io non vengo!” io non sono cosi, io mi accontento di stare in compagnia. Ci sono cose peggiori nel mondo, tra cui le malattie, le guerre, bambini che perdono i genitori nelle disgrazie etc. gli altri non ci pensano, pensano solo che la sera andranno al solito pub e si annoieranno e quindi non escono nemmeno, non pensano che ci sono persone meno fortunate di noi che non possono fare nemmeno quello!! La gioventù di oggi è molto problematica!!!
Penso che prima o poi troverò un bravo ragazzo che mi vuole bene ma anche questo è difficile, perché i ragazzi di oggi si nascondono dietro un pc per parlare e davanti alle ragazze non hanno il coraggio di dire quello che pensano, anzi fanno credere che loro delle ragazze non gliene importa niente, e poi vanno a cercare quelle che ci stanno subito…
Ciao a tutti e se volete rispondete, mi farebbe piacere sapere cosa ne pensate!!!

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amicizia - Riflessioni

8 commenti a

Amicizia: è un problema trovare amici!

  1. 1
    Denny -

    Ciao Anna, se devo essere sincero la tua lettera rispecchia un pò quello che sto provando anch’io, non te lo dico solo per consolarti anzi mi hai fatto riflettere perchè ho un amico che anche con me tira fuori scuse tutte le volte che gli propongo un uscita, vedi certe volte gli amici li confondiamo per conoscienti perchè di amici veri ci sono ma si contano sulle dita di una mano al giorno d’oggi, mentre i conoscienti sono quelli che fanno i finti amici solo per i loro interessi, sei daccordo? Credo di si, allora ti do un consiglio se permetti le persone invidiose è meglio lasciarle perdere percchè l’invidia fa solo dispetti e penso che persone così non si meritano niente perchè non accettano niente, io penso che stupire sempre se stessi, è l’unica cosa che rende la vita degnia di essere vissuta, nella vita tutto puo cambiare, ti auguro il meglio.

  2. 2
    jona -

    Ciao
    Concordo con te Denny, i veri amici si contano sulle dita di una mano. Io sono sempre dell’idea pochi amici ma veri, sinceri e fedeli. L’amicia è una parola che spesso si usa in modo improprio. Penso che più che altro le persone che ci circondano e che hanno i comportamenti sopradescritti nella lettera, siano puramente delle conoscenze (aggiungerei superficiali). Solo a chi ti ascolta, ti comprende, ti consiglia con obiettività, c’è sempre e sopratutto nel momento del bisogno, a chi ti rispetta e stima per ciò che si è, con cui c’è una affinità intelletuale e che ti regala il proprio affetto in modo incondizionato e disinteressato, lo definirei Amicizia.

  3. 3
    Denny -

    Jona naturalmente, ti quoto alla grande.
    Per anna, ti auguro tante belle cose, nella vita non puo piovere per sempre, un abbraccio, Denny.

  4. 4
    anna187 -

    grazie per le risposte!!
    hai ragione jona,se si comportano cosi non sono veri amici.
    concordo con te denny,nella vita non puo’ piovere per sempre.
    un abbraccio.anna

  5. 5
    bastardobuono -

    Ciao, cercando su yahoo ” trovare amici” ho trovato anche la tua
    lettera… hai ragione riguardo molte cose però riguardo al fatto di
    andare nello stesso pub se uno/a si annoia si annoia, che ci sono le
    persone che non possono fare nemmeno quello d’accordo però se uno si
    annoia non puoi farci molto, volevo solo dire coem la pensavo la cosa
    non mi riguarda molto…

    Cito una tua frase “Penso che prima o poi troverò un bravo ragazzo che
    mi vuole bene ma anche questo è difficile, perché i ragazzi di oggi si
    nascondono dietro un pc per parlare e davanti alle ragazze non hanno
    il coraggio di dire quello che pensano, anzi fanno credere che loro
    delle ragazze non gliene importa niente, e poi vanno a cercare quelle
    che ci stanno subito…”

    Non credo che tutte le ragazze abbiano sempre il coraggio di dire
    quello che pensano. io sono tra quelli a cui delle ragazze non gli
    interessa molto ovvero attualmente non vado dietro a ragazze ecc se
    però capita che conosco una ragazza naturalmente cerco di non buttare
    via l’occasione, non tutti i ragazzi anno con quelle che ci stanno
    subito a me non interessano proprio quelle io prima di fare quello
    vorrei avere confidenza con una ragazza non pensare solo a quello e
    basta.

    Naturalmente il mio pensiero si discosta parecchio da quello della
    maggior parte dei ragazzi…

  6. 6
    Rossella -

    Per me è stato abbastanza semplice spiegarmi l’insuccesso nelle amicizie e sicuramente non mi metterei in discussione alle condizioni attuali (e forse a nessuna condizione perché recentemente ho visto delle conoscenti di una ragazza e dalle loro parole, all’apparenza buone, filtravano giudizi che non sarei neanche in grado di spiegarti. ) so a cosa vado incontro e non sono abbastanza determinata da superare un senso di colpa verso la famiglia che dipenderebbe essenzialmente da come mi sento io. Nessuno mi farebbe pesare niente. Infatti ho visto che anche lei ha avuto un’intuizione giusta, ma come ha detto qualcuno è impossibile cercare di fermare la piena del fiume con le mani. Negli anni sessanta si viveva bene… la donna era molto più indipendente… fuori e dentro il matrimonio. Anche molte libertà dell’uomo venivano tollerate. Il sessismo non esiste. Esiste la perfezione dell’amore e la vita comune che è attraversata da una forza che ha il potere di farci vivere nel caos quando non ricerchiamo l’armonia in forme che ci rendono liberi di fare e di essere. Non è possibile calare quell’immagine nella realtà… alle volte capita e la cosa non viene percepita come una costrizione. Quello che voglio dire è che le rassicurazioni che cerchiamo non hanno una matrice razionale. Spiritualmente abitiamo in quel mondo. A noi basta sapere che quel mondo esiste, ma che non è una favola…

  7. 7
    Rossella -

    … che oltre gli onori ci sono oneri che per paradosso potrebbero renderti più vicino il calciatore e il cantante. Davanti a quest’immagine smetterai d’inseguire la perfezione… se tuo marito non si dovesse ricordare di telefonarti te ne faresti ben volentieri una ragione. Non saresti concentrata sul presente. Magari ti arrabbieresti… ma poi ti passerebbe!

  8. 8
    Yog -

    Rossella. Gli anni 60 sono passati giusto 60 anni fa. Finiscila di pensare all’età dell’oro e impara a fare andare la lavatrice, che poi è facile.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili