Salta i links e vai al contenuto

Un’amicizia opprimente

Ciao a tutti, è la prima volta che scrivo in questo sito. Sono una ragazza che è stufa, tanto stufa, di una persona in particolare: la mia migliore amica. Ci siamo conosciute per caso quasi due anni fa e all’inizio era tutto perfetto, a quei tempi ero fidanzata con un ragazzo e lei mi ha persino aiutato a sistemare delle questioni con lui. Lei c’era e c’è sempre per me, c’è fin troppo, ed è questo troppo che non mi va a genio. Lei è troppo pesante, è diventata troppo opprimente. Mi sembra quasi un fidanzato. E’ gelosa degli altri miei amici, è gelosa dei ragazzi, persino di quelli che per strada mi guardano, lei reagisce molto male a questi ultimi. Quindi, per evitare di farla stare male, evito di dirle quando mi sento con qualcuno. Quando esco vuole sapere dove sono, dove vado, se va tutto ok (ogni 2 minuti mi chiama), mi dice di stare attenta a come mi vesto, e mi invita a non mettermi minigonne o shorts perché è gelosa e me lo dice chiaramente. Si arrabbia quando esco senza lei. Quando abbiamo litigato pesantemente e le ho detto che è difficile stare con lei perché ha un carattere troppo diverso dal mio e quindi sarebbe stato meglio allontanarci, è letteralmente impazzita, scoppiando a piangere mi diceva disperata “Tu non puoi farmi questo, tu non puoi lasciarmi!” Poi abbiamo fatto pace, ovviamente. Se non mi va di vederla lei mi insegue e impone la sua presenza anche cercando il contatto fisico sempre, abbracciandomi anche nei momenti meno opportuni. Se devo fare un tragitto da sola fa di tutto per accompagnarmi, mi difende a spada tratta, mi dice che mi ama da morire, che sono solo sua. Non siamo più adolescenti, abbiamo 25 anni, però il nostro rapporto non mi sembra un’amicizia matura. Lei mi parla tranquillamente di ragazzi e io le do consigli ma io non posso fare lo stesso. Più volte mi ha mentito sugli orari di università pur di stare più tempo con me. Mi dispiacerebbe se si allontanasse, ma non credo di riuscire a vivere nemmeno così. E’ opprimente, è pesante, e il bello è che non se ne rende conto, per lei è tutto normale. Siamo diversissime in tutto. Gli opposti si attraggono, credo sia vero, ma così nemmeno va bene. Dovrei allontanarla? Non vorrei, ma non vorrei nemmeno che questa situazione degenerasse. Ha fatto tanto per me! Ha messo il cuore in questa amicizia, e farei di tutto per non spezzarglielo. Le voglio molto bene, ma sfiderei chiunque a sopportarla, anche i miei amici dall’esterno l’hanno definita pesante. Ditemi pure che sono cattiva dopo questa lettera, ma io non ce la faccio.

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amicizia

6 commenti

  1. 1
    Phil95 -

    Ma quale cattiva che sei!

    Questa, come hai già sottolineato te stessa, non è un’amicizia, è una oppressione, una prigionia ed inoltre non è sincera con te.

    Non se ne rende conto che è pesante? Allontanati, è l’unico modo per farla ragionare e farle comprendere i suoi sbagli (forse).

    Scusami, non sto insinuando nulla, ma come mai a volte cerca un contatto fisico con te????

  2. 2
    genoveva -

    Ciao.
    So come ti senti, ho avuto un amicizia simile 20 anni fa, non mi ha lasciato in pace ne meno dopo essermi sposata, era tutte le sere a casa mia e spesso al ora della cena. Fortunatamente ho cambiato il paese e ho rotto tutti collegamenti con lei
    So che è difficile, però dovresti parlarli apertamente di questa situazione e rompere definitivamente prima che ti faccia del male. Già stai soffrendo troppo.

  3. 3
    IO -

    La tua amica secondo me e’ bsx o lsb ma non lo dice, e’ evidentemente innamorata di te.
    Dovresti dirle che tu hai bisogno anche dei tuoi spazi e che lei non può comportarsi come se fosse il tuo fidanzato.
    Sicuramente ci restera’ male ma deve farsene una ragione, rischi che ogni volta che ti piacerà un ragazzo, lei s’intrometta troppo fino a farti lasciare.

  4. 4
    Holly -

    No la questione secondo me è che ti voule bene da morire non penso sia attratta da te fisicamente almeno credo…
    Secundo me dovresti parlarci chiaramente, magari approfitta di un momento di nervosismo per trovare il curaggio…
    Attaccagli il telefono, non lo so vedi tu.
    Fai qualcosa, qualunque cosa.
    A 25 anni io la definirei malata proprio questa. La risposta è da cercare nella possessione ti vule tanto bene da possederti emotivamente parlando, in ogni momento

  5. 5
    Cantautore -

    Cara Kamomilla, anch’ìo ho un amico così, più grande di me di 3 anni, follemente innamorato di me e che mi sta rendendo la vita impossibile, quindi ti capisco benissimo! Questo mio amico è anche fidanzato con una ragazza e dice di essere etero; e anche se a me dice di essere un etero curioso (visto che ogni volta che mi vede i suoi ormoni impazziscono e mi salta praticamente addosso) io credo che in realtà, come molti altri come lui, che si nascondono dietro a questa scusante, per sentirsi un po’ meno gay, lui sia un bisex latente e represso!
    Molte volte comunque questo mio amico l’ho mandato a quel paese, dicendogli chiaramente che non poteva continuare a comportarsi così con me, con questa sua amicizia, chiamiamola così, insana e morbosa, giusto per usare degli eufemismi.
    E per colpa sua, inoltre, ho dovuto cambiare molte volte anche il mio numero di cell., ma poi tutte le volte che ci siamo rivisti per caso, ho sempre commesso il grosso errore di ridargli il mio nuovo numero perché mi dispiaceva anche da una parte.
    Questa volta però, per concludere, il mio numero (che ho ricambiato) non glielo darò più e non voglio più vederlo perché mi ha veramente rotto le scatole!
    E spero solo di non incontrarlo più!!!
    Un caro saluto.

  6. 6
    giovanni -

    Cara Kamomilla,
    secondo me non è un’amicizia sana, bisognerebbe farle capire che non può continuare così, perchè ti senti oppressa. Tu hai un vero disagio con lei e lei lo deve accettare, altrimenti le vostre strade si devono dividere. Devi portarla a ragionare sul fatto che, più ti tiene per sè e più vi allontanate e rovinate il vostro rapporto. Anni fa mi fu raccontata una storia sull’amicizia,la quale può essere paragonata ad una manciata di sabbia del mare:se viene tenuta sul palmo aperto della mano, tutti la possono vedere e ammirare; ma se tu fai il pugno e stringi la mano,la sabbia esce e si disperde. Cercate di frequentarvi in un gruppo di amici più ampio e variegato…buona fortuna!!! Gruppo ado 2000

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili