Salta i links e vai al contenuto

Da amici ad estranei, solo confusione!

  

Che è successo tra di noi? Io non saprei neanche da dove incominciare perché sinceramente non l’ho capito. Sono passati 10 anni, 7 mesi, 17 giorni dal momento in cui ci siamo detti “ciao” per la prima volta, dal momento in cui le nostre vite hanno iniziato a diventare “dipendenti” l’una dell’altro. 3880 giorni passati insieme, affrontando tutto e tutti a schiena dritta e testa alta. Mi chiedo cos’è successo? Perché c’è solo quella sensazione di vuoto ogni volta che mi torni in mente? Perché te ne sei andata e pretendi di restare? Perché non ti fermi un secondo e pensi un pochino a me? Mi hai letteralmente voltato le spalle, nonostante sei a conoscenza di questo mio momento particolare, la perdita del lavoro, i problemi in famiglia, avevo solo te amica mia, eri tutto, eri ciò che mi portava lontano ogni giorno da questi miei problemi. Sai perfettamente tutto il dolore che ho provato e che continuo a provare quando sento i miei ex colleghi, sai ciò che provo, che in quell’istante mi vorrei buttare giù da ponte per non sopportare il male che mi trafigge l’anima, ma nonostante tutto avevo te, avevo chi consideravo “mia sorella”. Non ci vediamo da 12 giorni, e in questi giorni sono successe una marea di cose, tu ovviamente, come sempre non c’eri. Io che ti sono stato vicino nei momenti peggiori della tua vita, tu che invece non sei riuscita a tenermi per mano quando ne avevo di bisogno. Io che ti consolavo con un caffè, tu neanche il gesto. Io che ti facevo ridere per cavolate, tu non ci sei riuscita. Forse mi aspettavo troppo da te? Da quella persona che gridava a tutti il bene che provava per me. Non mi basta il messaggio o la chiamata, io voglio esserci come prima, voglio venire di nuovo ad assistere le tue lezioni di danza, voglio andare al bar insieme te, voglio iniziare a parlare con te. Perché è tutto così difficile? Vedo quelle foto su Facebook con i tuoi amici e provo invidia perché vorrei essere io lì con te. Non puoi capire il male che mi stai facendo standomi lontana, io mi sono chiuso dentro me perché non mi fido più di te, dopo l’inferno che abbiamo passato lo scorso mese, sembrava che tutto stava per tornare alla normalità, ma io testa di cazzo ho preso di nuovo le distanze. Non so ciò che mi sta succedendo, sono cambiato, sto cambiando e tu stai restando troppo dietro. Un giorno mi manchi e il giorno dopo no. Non lo so veramente! Fino a due minuti fa pensavo:”Vattene, vai via!”, adesso invece vorrei gridarti:”Torna di nuovo, ho bisogno di te, mi manchi!”. La confusione mi mangia dentro, non riesco a pensare e mettere tutto in ordine, anzi faccio il contrario, non penso e creo un caos pazzesco. Vorrei augurarti buona notte, ma forse stasera ti invierò un messaggio.

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amicizia

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili