Salta i links e vai al contenuto

2019 un anno difficile

Lettere scritte dall'autore  alisee

Benché abbastanza buono economicamente, non mi vedo più con la mia migliore amica a causa di suo marito, persona “negativa”, che si è permesso di offendermi gratuitamente.
Giustamente ora dovrà pagare, mi sono alleata con la sua nuora, una donna dell’est che normalmente non mi sarebbe stata simpatica, ma visto che sta rendendogli la vita difficile, come dice il proverbio “Il nemico del mio nemico è mio amico”.
Mi spiace solo per la mia amica, ma in quell’episodio non è intervenuta, la pensavo una persona splendida, ma si sa si vede solo quello che si vuole vedere.
Nel suo caso la perdono in quanto in questi anni è stata una buona amica.
Comunque penso che il “no contact” sia l’arma più efficace.
Per non farmi mancare niente ho litigato anche con la mia altra migliore amica (ne ho, o meglio avevo 2), ma dopo parecchie beghe abbiamo capito
che non possiamo fare a meno una dell’altra.
Buon 2020 a tutti!

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook: 2019 un anno difficile

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

22 commenti

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    Nip56 -

    Alisee, quando si bisticcia fra amici il motivo principale è per sesso o per soldi.
    buon 2020 a tutti

  2. 2
    Rossella -

    Lo considero un anno buono. A questo punto devo capire se voglio un’eredità o voglio un marito. Se voglio un lavoro o voglio la famiglia. Il lavoro mi metterebbe in una posizione diversa. Dovrei alzare il ponte levatoio per preservare ogni particella organica e disorganica dalla decomposizione. Scegliere il lavoro significherebbe allontanarmi dal mondo, vivere per me stessa, senza concepire rapporti che non siano a scopo di lucro. Questo è.

  3. 3
    Angela85 -

    Ciao alisee anchio mi trovo nella tua stessa situazione.nn posso vedere la mia migliore amica x colpa del marito solo perche lui e’un tipo asociale isolato nervoso.ti capisco!con lui io ci ho parlato cinque volte in tanti anni.fai bene a fargliela pagare al marito della tua amica!in bocca al lupo

  4. 4
    alisee -

    Ciao Angela
    Purtroppo il marito della mia amica è un pò come il tuo, piuttosto asociale.
    Poi un pò sembrava migliorato, così ero riuscita
    a vedermi con la mia amica ogni tanto.
    Purtroppo l’ultima volta che ci siamo viste,
    con lui presente
    ha avuto parole pesanti nei miei confronti,
    lui vorrebbe sempre stare solo con la moglie,
    isolandola da tutti.
    La mia amica però non vuole perdermi e in un paio di occasioni, quando lui non c’era mi ha telefonato,
    ma deve farlo di nascosto.
    E’ una persona molto positiva e mi piace sentirla anche se al telefono non parliamo
    di quel brutto episodio che farebbe stare male me e lei.
    Per questo sono al corrente dei problemi che ha con la nuora che ha capito che tipo è e fa bene
    a trattarlo come merita.
    Chissà come finirà, a me spiacerebbe perdere
    la mia amica, ma fra me e il marito è il gelo.
    in bocca al lupo anche a te

  5. 5
    alisee -

    Non lo do a vedere , ma questa situazione
    mi pesa un pò, ma so che devo resistere
    e che il “no conctact” con questa brutta
    persona è la cosa giusta.
    Poi conto sulla mia amica che metta di fronte suo marito a quello che ha fatto, perchè il grave è che temo che non se ne renda conto, non l’ho mai
    visto scusarsi una volta in vita sua.

  6. 6
    Angela85 -

    Ciao alisee e’la mia stessa identica situazione.lui la isola dalla famiglia e dagli amici.di nascosto mi chiama x telefono e come dici tu al cell nn puoi e nn riesci a parlare di tutto.l ho presa come testimone al mio matrimonio e’quel giorno era nervoso .io temo di dovermi rassegnare anche perche lavorano insieme.spero che riesci a risolvere.

  7. 7
    rossana -

    Alisee,
    “in quell’episodio non è intervenuta, la pensavo una persona splendida, ma si sa si vede solo quello che si vuole vedere.” – a volte, per quieto vivere in famiglia (necessario tutti i giorni), si sacrifica qualcosa di sé o il tempo/spazio dedicato a importanti amicizie. non è tanto che “non si veda” quanto piuttosto che si conoscono i limiti della persona con cui si è scelto di convivere, e si preferisce evitare l’ampliarsi di discussioni o di silenzi che già mettono a repentaglio la convivenza.

    giusto il “no contact” con il marito della tua amica. se fossi in te e fossi interessata all’amicizia come lo sei tu, credo che tenterei, alla prima occasione di incrociare il marito-padrone da solo, di farlo ragionare, anche se immagino che sarebbe tempo perso.

    in spagnolo la parola “esposas” significa sia mogli che manette…

    non te la prendere, i sentimenti forti resistono alle tempeste che provengono dall’esterno, anche se magari non agli uragani interiori.

  8. 8
    alisee -

    E’ un’amicizia di lunga data la nostra,
    fin dai tempi precedenti il suo matrimonio.
    Con suo marito ci sono stati già scontri
    seguiti a riappacificazioni, sempre per via della
    sua gelosia patologica verso chiunque
    fosse a contatto con la moglie.
    Ma la sua reazione nei miei confronti è stata improvvisa
    violenta e minacciosa sia pure solo a parole.
    Quando ci siamo accomiatati e ho baciato la mia amica sulle guance mi ha fatto uno sguardo di fuoco e mi ha freddamente salutata dandomi
    la mano come se fosse schifato.
    Forse la mia amica durante quel brutto episodio
    è rimasta scioccata dalla sua reazione
    aggressiva e violenta e non ha osato intervenire, sul momento ci sono rimasta male.
    Però l’ho già perdonata.
    Fra l’altro dovrei vedermi col marito per
    un lavoro, ma lui rimanda e l’altra mia amica
    mi ha detto che vuole essere presente
    anche lei all’incontro a mia tutela.

  9. 9
    alisee -

    Io l’avrei affrontato da sola,
    non ho paura, è l’altra mia amica che ha insistito
    ad essere presente.
    Fra l’altro potrei rinunciare a questo incontro
    con una scusa, ma non voglio farlo perchè
    non ho timore di incontrarlo anche se la mia altra amica ha detto che mi odia.
    Intanto è quasi un mese che non sento più la mia amica.
    Se lo vedrò , lo tratterò con l’indifferenza
    che merita.

  10. 10
    rossana -

    Alisee,
    dopo aver letto e meditato sui commenti 8 e 9, per quello che può valere il mio pensiero in merito, ti sconsiglio di tentare di far ragionare a tuo vantaggio il marito della tua amica.

    si tratta quasi certamente di un individuo dominante, con cui è inutile qualsiasi tipo di dialogo. ben faceva la tua seconda amica a non volerti lasciar trattare da sola con lui.

    l’indifferenza, se ti riesce, è senza dubbio la risposta migliore. mi sembra uno dei casi in cui una condivisione viene osteggiata e impedita, senza poter far molto per evitarlo.

    da quanto tempo la tua amica ha avuto la sfortuna di sposare quest’uomo? l’ha frequentato a lungo prima di legarsi ufficialmente a lui?

    domande cui, ovviamente, puoi benissimo non rispondere…

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili