Salta i links e vai al contenuto

Perché la penso ancora? Non capisco l’animo umano

di

Scrivo più per sfogo che per altro, sono una di quelle persone che ride e scherza alla grande ma che non parla delle sue cose, preferisco tenerle per me ma so che non va bene e trovo più semplice scrivere qui. Ancora la penso e la cosa mi fa impazzire. Non mi capisco. Proprio io che ero  il primo ad ammonire chi continuava a pensare a una persona con cui era palese che non potesse mai funzionare. Non fraintendete, non spero assolutamente in un ritorno e so con certezza che è stato meglio così, una persona così è meglio perderla. Una brava ragazza per carità ma non fanno per me certe cose. Eppure ogni tanto mi ritrovo a immaginarci insieme, a pensare a quello che sarebbe potuto essere se non si fosse chiusa a guscio. E questo mi fa anche rabbia perchè invece io vorrei essere libero mentalmente per poter accogliere un nuovo amore. L’animo umano proprio non lo comprendo. Mi sento un emerito imbecille, questra cosa mi fa entire davvero stupido. Tra il 2013 e il 2015 la mia vita sentimentsale è stata rivoltata come un calzino. Prima mi mollo con la mia ragazza storica dopo 7 anni e mezzo, poi riprendo il controllo di me stesso e mi ritrovo sia spiritualmente sia fisicamente, questo mi fa stare bene e incrocio proprio lei. E dire che nemmeno l’avevo notata. Manna gia a me. Siamo stati insieme 6 mesi in cui ho mandato a puttane ogni mio sforzo di ripigliarmi e poi sono ricaduto come un imbecille ne baratro. Perchè io quando sto con una persona non riesco  a tenere il freno a mano tirato, la vivo in tutto e per tutto e quando finisce cado giu di brutto. Ora mi sto riprendendo ma, appunto, ho questi cavolo di pensieri che mi girano in testa e sono stufo. Non so che fare per non pensare a lei. Ho cancellato il suo numero per non guardarla su whats app, l’hgo tolta da facebook per non vedere più visto che lei ha molte restrizioni per chi non è amico, non ho suoi effetti personali che me la possano ricordare eppure io sono sempre li che ogni tanto la penso. E mi sento un coglione perche invece lei ha altro in testa. Da un lato vorrei non averla mai incontrarta, dall’altro spero che questa esperienza mi serva in quelche modo in futuro. Vedo ancora un futuro nero sentimentalmente anche perchè non vorrei che questa batosta mi farà diventare uno di quelli che non riescono più ad aprirsi. Sono cose di cui non ti rendi conto. Come gia detto l’animo umano proprio non l capisco , che palle.

L'autore ha scritto 16 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Amore
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

6 commenti a

Perché la penso ancora? Non capisco l’animo umano

  1. 1
    Rossella -

    A me non sembri innamorato. Penso che al momento giusto riuscirai ad aprirti… sarà una cosa molto naturale. Un uomo innamorato si rivolge direttamente alla donna che ama. Scrive -quando scrive- per affermarsi, per essere presente nella vita di lei. Quando raggiunge il suo scopo smette di scrivere, in genere è così… fanno eccezione i casi in cui uno dei due è disante per motivi di lavoro e sente l’esigenza fisiologica di custodire l’intimità o di viverla in qualche modo. Non è naturale per un uomo accampare delle pretese o lasciar trapelare eventuali insicurezze. Sarò sincera ma a me la cosa inquieta, lo dico con grande rispetto perché metto in conto la tua buona fede. Semplicemente t’invito a restare dove sei perché ti potrebbe vivere come una presenza ingombrante. La donna può anche permettersi di metterei in imbarazzo un uomo, tante lo fanno, ma l’uomo che mette in imbarazzo una donna non potrà mai essere più di un conoscente. Lì vedi il suo interesse. La fase della conoscenza è viziata dal bisogno della compagnia, dopo la pazienza comincia a passare da ambo le parti. Generalmente le persone, dopo essersi mangiate la foglia, capiscono che non è aria. Penso che dovresti dimenticare i momenti di spensieratezza perché ci sono donne che impiegano molto tempo a rompere il ghiaccio… sarà sicuramente in attesa dell’uomo della sua vita. Non hai niente da rimproverarti! Penso che non dovremmo comportarci in maniera stereotipata, sicuramente le hai dato modo di capire in cosa consiste il corteggiamento. Dovresti essere felice per lei e per te!

  2. 2
    rossana -

    Gian,
    secondo me, chi dovesse mai affermare di comprendere l’animo umano dovrebbe avere una presunzione atta a inglobare i quasi sette miliardi di persone esistenti sul pianeta, perchè ogni singolo uomo è un mondo a sé che, nella migliore delle ipotesi, è in grado d’individuare la sua più intima natura per poterla rivestire di una dimensione tutta sua, molto diversa da qualsiasi altra. non riuscirai forse mai a comprendere del tutto nemmeno il tuo animo ma con il tempo ne riconoscerai almeno le principali connotazioni. forse proprio a questo servono le relazioni di qualsiasi tipo…

    quanto alla tua difficoltà di archiviare emotivamente l’esperienza che ti sta facendo patire pene d’amore, mi sembra facile rilevare dall’esterno che, se hai trascorso più di sette anni in coppia con una donna, in essa dovessero esserci aspetti per te particolarmente attraenti e coinvolgenti. un sentimento non si spegne con un interruttore, come la luce in salotto. più è stato sincero e profondo e di solito più si fa fatica ad annullarlo, anche se molto dipende anche dalle capacità innate di reazione di un individuo.

    porta pazienza: mi sa che ci vorrà ancora parecchio prima che tu possa ritenerti in salvo sull’altra riva del fiume!

  3. 3
    Golem -

    Fai bene a sentirti un coglione, anche se certamente non lo sei. Ma è l’unico modo che hai per liberarti da una “droga” che produci tu stesso, produzione legata a certi “ricordi” da innamoramento.
    Sei mesi, ho capito bene? Sei ancora sotto l’effetto ormonale legato all’attrazione “fisica” della femmina.
    Non c’entra l’animo, è solo fisiologia e chimica. Succede o è successo a tutti. Puoi trovarne quanti ne vuoi di esempi simili al tuo, anche su questo forum. Eppure siamo 7 miliardi.

  4. 4
    maria grazia -

    “un sentimento non si spegne con un interruttore, come la luce in salotto.”

    l’ importante è capire se si tratta di sentimento o di attrazione passionale. essendo le due cose molto diverse.

  5. 5
    Gian88 -

    Grazie a tutti per le risposte, diciamo che negli ultimi giorni sento più che altro di avere una grande rabbia verso di lei. La mia “paura” è di diventare come quelle persone che hanno sempre in testa quella persone (seppur con pensieri di odio) o addirittura di stare a pensare che non avrò mai una come lei e quindi di stare a paragonare un’altra eventuale storia. Come ho gia scrito vorrei solo avere la mente libera, togliermela totalmente dalla testa ma vedo che è più facile a dirsi che a farsi.

  6. 6
    gimmy -

    Gian,
    in linea di massima siamo tutti frutti dell’amore.
    L’essere umano è nato per amare… e quando incontriamo la persona che rispecchia in qualche modo secondo le nostre caratteristiche mentali, i canoni desiderati, ci buttiamo a capofitto senza restrizioni. Tendiamo a dare noi stessi con dedizione, nella sparanza che dall’altra parte si venga accolti con lo stesso interesse, ed attenzione di cui ci siamo piacevolmente esposti. Nel tempo, attraverso varie riflessioni ci si rende conto che i rapporti vengono vissuti con occhi totalmente differenti e rimaniamo delusi dalle aspettative, perchè sentiamo l’amore diverso dal concetto immaginato da sempre e diamo delle colpe fondamentalmente inesistenti; essere se stessi non è un difetto, ma un valore che appartiene ad ogni individuo. Facciamo fatica ad accettare le persone, per quello che sono…perchè le vorremmo secondo un nostro disegno ben definito, e allora la mente ci trascina verso un viaggio di persistenti contrasti dove la scelta finale è sempre la medesima per tutti, un naturale distacco per non soffrire ulteriormente. Quando decidiamo di donare un sentimento pulito e profondo come l’amore, alla persona che ci ha fatto battere il cuore, lo facciamo in modo onesto, perchè l’animo umano per principio è altruista nell’affetto. Secondo me sono i dispiaceri, le delusioni che lo corrodono e rendono le persone spesso fredde, distanti o insensibili non perche incapaci. Non sentirti imbecille perchè non lo sei, forse ti sei riscoperto innamorato per la prima volta, e ti sei costruito un castello d’idee personali sull’amore, proiettandoli in quest’altra ragazza, che non ha saputo corrisponderti come tu speravi. La mente umana è un labirinto che non chiude mai le porte in modo definitivo, ne custodisce i ricordi gelosamente e li riaffiora a secondo lo stato d’animo del momento. E’ impossibile cancellare in modo definitivo la presenza di qualcuno che ci ha fatto conoscere la tenerezza dei sentimenti.

Scrivi un Commento

I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18, 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema": per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
(1) modifica possibile prima della pubblicazione solo dallo stesso computer del commento (da qualsiasi postazione se hai fatto il LOGIN).
(2) i commenti fuori tema vengono cancellati alla sessione successiva; le risposte ai commenti fuori tema non vengono pubblicate, è possibile però rispondere in Chat.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.