Salta i links e vai al contenuto

L’unica cosa che va bene è l’amore

Lettere scritte dall'autore  uffauffa

Perchè mi chiamo uffauffa? perchè non riesco a dire altro…ho quasi 25 anni, un quarto di secolo e non potrebbe andare peggio…
1)in famiglia tutti si odiano e litigano con tutti e alla fine se la prendono con me che cerco di mediare, quindi la famiglia è un disastro, specialmente i miei che stanno divorziando e se la prendono costantemente con me
2)lavoro non ne trovo, e ho una laurea con lode e mi sto specializzando alla bocconi e valgo meno di uno sputo, e quindi niente lavoro, niente soldi…e devo sempre chiedere ai miei, i quali si lamentano che sono una spesa…
3)mi considerano brutta da sempre, e quei pochi momenti in cui mi considerano bella è perchè spendo un sacco di soldi tra trucco e parrucco, e in questo momento non ho soldi, quindi condannata alla bruttezza
4)la carriera è un disastro, nessuno mi cerca, faccio mille colloqui al mese e nessuno mi vuole, nonostante una quasi laurea alla bocconi, perchè?
5)siccome sono iper triste e nervosa e sconsolata per questa mia situazione non riesco ad essere felice e contenta, quindi le mie relazioni sociali sono anch’esse un disastro…mi accusano di essere lagnosa e di portare cattivo umore ovunque vado, quelle poche amiche che ho sono lontane, quindi non ho nemmeno le amiche…
6)la salute è un disastro perchè tra poco sarò pure operata, e ho da poco fatto un incidente in macchina…
7)l’unica cosa che va bene è l’amore, ho da due anni un fidanzato, che però tutti sfottono perchè è brutto e più vecchio di me di 16 anni…
PLEASE PLEASE PLEASE, CHE DEVO FARE PER TROVARE UN Pò DI FELICITà???? GRAZIE GRAZIE GRAZIE!!!!

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook: L’unica cosa che va bene è l’amore

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

3 commenti

  1. 1
    Mau -

    Ciao,
    trovo un po’ singolare questa tua lettera perchè in gran parte basata sul giudizio negativo che altri hanno di te ( o per dire diversamente così come tu lo percepisci ), che influisce pesantemente, insieme ad altri fattori, sulla tua autostima (..valgo meno di uno sputo, mi considerano brutta..) e di conseguenza sul tuo umore giornaliero.
    Per mia esperienza, ma anche per convinzioni personali, tutte queste cose feriscono nell’animo, questo si, ma alla lunga si rivelano ininfluenti nella vita. Salvo che uno non viva queste percezioni in maniera estrema, tanto da avere poi necessità di uno psicologo per superare le ferite. Ma questo è un’altro discorso.
    Non credo che questo sia il tuo caso.
    Cosa fare?
    Beh, la risposta non è facile perchè molto dipende dalla sensibilità e dal carattere della persona.
    Posso dirti che, come ho fatto io, in certi frangenti della nostra vita è necessario, talvolta doloroso, alzare delle barricate, essere più cinici, quasi indifferenti, più freddi, impassibili, pensare più a noi stessi, senza lasciarsi coinvolgere in questioni o alterchi di qualsiasi natura, anche se questi riguardano persone a noi care.
    Crearsi un rifugio, una tana tutta nostra.
    Mi riferisco naturalmente alle discussioni, al parlare, ai commenti, non certo ad assistere, collaborare, cooperare fattivamente.
    A me, a suo tempo, questa forma mentale di estranietà ha portato la sufficiente serenità, ed un pensare positivo, per ritrovare me stesso, nuove energie, e superare diverse pesanti avversità.
    ( Credo che di questo ne hai senz’altro parlato con il tuo compagno. E’ certo uomo di esperienza e maturità: lui cosa ti ha consigliato? )
    Tutte le cose di cui narri sono faccende che, nel tempo, trovano poi giusta soluzione.
    I genitori troveranno, separazione o no, un accordo. Il lavoro arriverà, soprattutto per persone qualificate da studi importanti. Ci saranno nuove amicizie, e l’automobile si ripara.
    Per l’operazione che devi affrontare..beh..cosa dire…spero nulla di particolare e auguroni per questo.
    Permettimi però una considerazione finale.
    Quaundo in famiglia soldi ce ne sono, ma bisogna tenere comunque sotto controllo la spesa, andare spesso dal parrucchiere e comprare costose creme per mascherare una presunta bruttezza non va bene.
    E se tu hai delle necessità economiche, come giusto che sia, diventa essenziale ‘aiutarsi’ un po’.
    Capisco che non è facile trovare un lavoretto anche da poco (avrai certamente cercato) e capisco che non è certo semplice studiare e lavorare contemporaneamente. Ma se questa è la realtà con la quale scontrarsi, va affrontata.
    E te lo dice uno che, a suo tempo, in un periodo di grande difficoltà famigliare, si alzava alle 4 della mattina per distribuire volantini sulle vetture e dentro i condomini.
    Dai, forza e coraggio!
    Salutoni.

  2. 2
    uffauffa -

    grazie per la gentile risposta, ma non riesco a trovare una soluzione…non so più cosa fare, ogni giorno è sempre peggio, fa lo stesso…comunque, il lavoro pagherei per alzarmi alle 4 di mattina e studiare ma non trovo assolutamente niente…sarà xk sono brutta?
    le opinioni degli altri non mi interessano,ho già un carattere freddo e disinteressato, ma alla lunga quando nessuna relazione sociale, familiare, ecc ecc va bene anche la mia durezza si indebolisce e tutto ciò mi ferisce, non sai quanto…e anche se me ne frego mi ferisce lo stesso…perchè nessuno mi capisce/ mi apprezza?
    in famiglia non si sistema proprio niente, mi vedono come la pecora nera e fin quando non andrò a lavorare (chissà quando troverò un lavoro) sarò costretta a sopportare tutte le cattiverie dei miei parenti, e mi feriscono tanto anche quelle…
    il mio moroso non capisce niente, continua a portarmi nella sua compagnia per farmi distrarre (nonostante io e i suoi amici abbiamo più volte litigato) e alla fine litighiamo ancora e passo delle serate brutte, e il mio umore peggiora sempre di più…se gli dico di uscire noi due soli mi sento in colpa perchè rinuncia agli amici che già vede pochissimo x starmi dietro, se usciamo con loro non si fa altro che litigare, e di amiche mie non ne ho e non riesco a trovare nuove amicizie…come fare???? scusa se rompo, ma dammi un consiglio almeno x qst ultimo punto perchè ormai mi deprimo..
    grazie 🙂

  3. 3
    Mau -

    Cara amica,
    chi ti scrive ne ha passate tante,sotto l’aspetto famigliare ed economico,sotto il profilo lavorativo che interpersonale.
    Roma è una città difficile, dove hai potenzialmente tante opportunità, ma praticamente devi combattere ogni giorno come una guerra personale se vuoi respirare un po’. In una realtà come questa, tempo fa, all’età di 40 anni, ho dovuto affrontare da un giorno all’altro,contemporaneamente, disoccupazione e divorzio. E’ stato molto pesante riemergere. Un periodo in cui, nello stato d’animo in cui mi trovavo, c’era un particolare macigno sulla mia coscienza, enorme e pesantissimo, che era quello di vedere fallite le scelte di una vita e non avere un euro in tasca per acquistare un gelato ai miei figli. Una ormai ex moglie che sbraitava ogni giorno e senza qualcuno che potesse dare un aiuto concreto.
    Amici? Si ho chiesto…ma…. sai ..le solite risposte di circostanza e poi…spariti! Aveva ragione Napoleone, che diceva: ‘L’uomo non ha amici, ne ha soltanto la sua buona fortuna’.
    Sai che ho fatto? Me ne sono fregato e ho guardato avanti, con fiducia,ma anche pregando, sperando anche nella benevolenza di qualcuno, lassù. Vabbè, scusa, ho divagato un po’.
    Comunque questo per dirti che se accompagni le tante avversità con una costante depressione e con una preventiva negatività tutto ti risulterà più complicato e insormontabile di quanto sia.
    Innanzitutto basta infilare questa presunta bruttezza dappertutto!
    Hai un compagno, no? Allora a qualcuno piaci!
    Caso mai mi lascia un po’ perplesso il fatto che tu scriva: ‘non capisce niente’. Se non trovi soprattutto da lui piena comprensione ed appoggio, maturità e consiglio, che rimane?
    E freghetenne dei sensi di colpa.Proponi, teatro, cinema, musei, concerti.Diversifica i tuoi interessi,coinvolgilo!
    Ma rispondo alla tua domanda…come ho fatto a trovare nuove conoscenze? Ho risposto a degli annunci tipo…’Gruppo di ballo inserisce nuove persone. Solo gente seria.’ Cose così. Alla fine ho trovato un gruppo guidato da una simpatica signora (tutto gratis, naturalmente!) che piano piano cercava di formare un gruppo affiatato per serate danzanti, gite, pizze, ecc… Ho visto che erano persone a posto e l’ho frequentate per diverso tempo. Mi è servito. Mi sono risollevato il morale, ho fatto belle conoscenze,e mi sono divertito nella giusta misura. Nel frattempo è arrivato il lavoro, un bel lavoro. Ho sistemato le cose con la ex-moglie, ho comprato una vettura, una casa, ecc..Intendiamoci, non c’è una bacchetta magica. Io te l’ho fatta breve, ma ho sofferto parecchio. Mi sono impegnato fino al midollo facendo i lavori che altri rifiutavano, rinunciando a molto, mangiando poco per non spendere e dare qualcosa ai miei figli. Sono stato anche fortunato. Ma le circostanze favorevoli posso dire con orgoglio che me le sono cercate e guadagnate. nessuno mi ha aiutato. O forse si, qualcuno da lassù..
    Coraggio, basta con i piagnistei! Auguri!

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili