Salta i links e vai al contenuto

Un casino vero e proprio

Lettere scritte dall'autore  keepthefaith

Ho 35 anni, sposato da 3, convivente da 10 e insieme a mia moglie da 12. Qualche mese fa sono emersi dei problemi nella nostra coppia, di natura relazionale e fisica tanto da portare poco dopo ad un suo allontanamento da casa per circa 2 mesi. Tempo in cui ci siamo visti e sentiti ma sempre in maniera conflittuale. Poco a poco abbiamo provato a ritrovarci ripartendo dalle piccole cose. Le gite di una giornata, una pizza o anche solo una serata insieme lontano dalle frenesie della vita che prima avevano ridotto tutto ad un abitudine. Negli anni ci siamo stati vicino in maniera forte su avvenimenti luttuosi e altre disgrazie della vita che ci hanno unito ma al tempo stesso allontanato come coppia preferendo le serate con gli amici o insieme ad altri ad una per noi. Fino a qua tutto normale per molte coppie. Nel periodo di questo allontanamento o poco prima ho iniziato a sentirmi in maniera costante con una ragazza che conoscevo da anni ma con cui non ho mai instaurato un rapporto. Mi sono aperto con lei su ogni fronte e reduce pure lei da un periodo oscuro ci siamo stati vicino giorno e notte con messaggi, chiamate, ecc. Questo avvicinamento ci ha legato molto e ho iniziato a provare per lei qualcosa di più forte. Lei ha sempre nascosto i sentimenti per me e dopo qualche mia mossa avventata si è ritratta. Ho provato più volte ad allontanarmi da lei ma ogni volta che lo facevo era lei a cercarmi. Come amico, confidente o persona importante della sua vita. Nel frattempo con mia moglie abbiamo provato a rimettere insieme i pezzi, tornando a vivere insieme e assaporando emozioni che mancavano da tempo alla nostra coppia. Ma il chiodo fisso per questa ragazza è rimasto e abbiamo continuato a sentirci insistentemente per tutta la quarantena. Le sono stato vicino su problemi che ha avuto e pochi giorni fa mi ha chiesto di vederci per stare un po’ con me. Qualche ora insieme senza che si andasse oltre, passata con una persona che sembra conoscere da una vita. Ma da parte mia oltre all’affetto c’è pure un attrazione forte che lei ricambia solo in parte. Ma ogni volta che mi allontano lei ritorna. Qualche giorno di stallo e dopo si torna alla dolcezza e all’affetto che sempre ha contraddistinto il nostro rapporto. Ho ammesso a mia moglie la vicinanza a questa persona dei mesi scorsi omettendo che ci siamo visti e che soprattutto ci sentiamo ogni giorno. Sinceramente ora inizio a non capirci più nulla con ansie continue e pensare a questa ragazza con altri uomini mi fa male e al tempo stesso più provo ad allontanarmi più lei torna. Mi sento fragile soprattutto indeciso su tutto. Grazie a chi risponderà.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook: Un casino vero e proprio

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Famiglia

7 commenti

  1. 1
    Max -

    Carissimo, la situazione che qui illustri è, effettivamente, piuttowsto complessa e di solito, in casi come questi, non mi permetto di dare consigli espliciti. Questa volta, però, mi sento di farlo. Tu e tua moglie state cercando di riavvicinarvi e sembra che, piano piano, ce la stiate facendo. Quest’altra ragazza invece non si decide e continua a tenerti legato a sé ma senza decidersi a iniziare con te una relazione vera e propria, arrivando addirittura a respingerti quando ti avvicini troppo. Atteso che su di lei non puoi contare, io fossi in te farei una di queste due cose: 1. Mi farei forza per dimenticarla e mi concentrerei sullo sforzo di recuperare il rapporto con mia moglie, oppure 2. Mi staccherei da entrambe, dato che l’una non mi offre sicurezza e per l’altra non provo il necessario coinvolgimento. E qui mi fermo, poiché quale delle due vie intraprendere è cosa, questa sì, che puoi sapere solo tu. Salutoni e in bocca al lupo.

  2. 2
    Yog -

    Strano nick che hai scelto: “tieni fede”. L’ambiguità dei figli d’Albione non lascia capire quale sia il modo del verbo, pazienza.
    E infatti la fede ce la hai al dito da tre anni: se non hai il Codice Civile sotto mano, ti rinfresco la memoria.
    Tre anni fa hai sottoscritto un contratto solenne e sinallagmatico (con rito concordatario o meno non conta) di fronte a testimoni.
    Se le cose stanno come le racconti, rischi seriamente che la moglie ti lasci in mutande.
    Ne vale la pena? Per una che gioca al gatto col topo?
    Ti piace dormire in macchina o preferisci le confortevoli location della caritas?
    Occhio che amante o amica del cuore non fa differenza: se si va in tribunale è tradimento.

  3. 3
    nip56 -

    lei ti tiene per le palle.. friendzone. hai fatto tanto per rimetterti insieme a tua moglie e adesso ti concentri sull’altra?? cosa ti può offrire oltre le sco..te ?? se non prendi una decisione ti troverai a mani vuote..

  4. 4
    Esther -

    Avete figli? Se avete figli, stattene a casa buono. Se avete comunione dei beni, vendete e prendi la tua parte. Renditi più autonomo ancora, se possibile, e prendi la tua strada: senza né l’una né l’altra.

  5. 5
    keepthefaith -

    Grazie a tutti per i commenti:
    – Max concordo pienamente la prima opzione è quella che sto mettendo in atto seppur in maniera non del tutto facile
    – Yog: tralasciando il codice civile che conosco fin troppo bene, son d’accordo sull’ultima frase visto che qua parliamo di forte amicizia ma che da un altro punto di vista verrebbe interpretato come tradimento visto che non basta l’atto fisico per tradire
    – Nip56: Diciamo che le sco..te non ci sono state ma a livello empatico siamo andati ben oltre a esser sinceri con una forte sintonia su ogni fronte che ora sembra però svanita dopo gli ultimi giorni. Come detto sopra l’opzione 1 è quella in essere
    – Esther: Non abbiamo figli e pure la separazione dei beni a dire il vero. Al momento sto scegliendo la strada con chi mi ha sempre dimostrato amore e non una mera illusione.

  6. 6
    Esther -

    @keep, resti con tua moglie? Ma ti sta facendo soffrire da cani. Prenditi una vacanza e riorganizzati la vita in una casa solo tua. Lavori? Ovviamente quella casa nuova dovrai abituarti a vivertela con altre persone e all inizio sarà difficile, ma tanto stai soffrendo anche lì dove sei ora. L amore con quella ragazza è malato. È solo uno sfogatoio. Una illusione. E lo sai infatti. Io avrei rotto con tutti e me ne sarei andata trovando altro. Si soffre troppo come stai tu. La casa di chi è?

  7. 7
    Colpo di scure -

    Già facesti la stupidaggine di sposarti (un uomo intelligente nemmeno si fidanza); mo sei stato chiaramente friendzonato dall’altra cui non fai sangue e che certamente ottiene altrove il proprio appagamento sessuale tenendo te come utile rifugio emotivo (“siamo fragili e dolcemente complicate”, sai com’è); non hai nemmeno la scusante dei vent’anni… Non sarebbe ora di cominciare tu a sfruttare il buono che ti possono dar le donne godendone e facendo i tuoi interessi? Chi pecora si fa, il lupo se lo mangia.

Lascia un commento

Massimo 2 commenti per lettera alla volta

Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso browser (da qualsiasi browser e dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili