Salta i links e vai al contenuto

Sono un antisociale

Iniziai quattro anni fa a scrivere su questo sito. I miei primi post riassumevano tutto quello che mi sono tenuto dentro per anni per vergogna, paura e incapacità nell’affrontare in qualsiasi modo. Riguardavano i miei rapporti con amici e compagni di classe mai stati buoni per motivi vari. Chi vuole può rileggerseli. Personalmente mi sono sempre chiesto cosa c’è di sbagliato in me visto che litigo sempre con ogni persona che conosco, perché resto sempre deluso e con l’amaro in bocca. Adesso che scrivo vivo un momento di profondissima asocialità. Mai come ora non me frega nulla se anche l’ultimo amico che ho mi lasciasse, al contrario di soli pochi mesi in cui sarei caduto in qualsiasi compromesso e avrei accettato qualsiasi cosa pur di non perdere la sua amicizia ma anche quella di chiunque altro. Sento che dentro sto diventando “nero”. Qualcosa di oscuro sta prendendomi poco a poco e non so cosa sia. Odio?, rabbia?, violenza?.. non rispondo. Non mi viene di ricercare altre persone visto l’andamento dei miei rapporti, lascio che siano gli altri a trovarmi e non faccio nulla per fare nuove conoscenze perché penso che alla fine tutto si sgretola come sempre è successo. Passo le mie giornate solo con me stesso costretto a bastarmi e accontentarmi di quello che mi dò e ho perché credo che almeno io non potrò mai tradirmi. Ormai non m’importa neanche più di quello che pensa la gente di me…. Mi viene solo di maltrattare chiunque incontri nelle mie giornate quando, solo pochi mesi fa, avrei fatto di tutto per ben figurare e farmi apprezzare. Questo è quello che viene da dire a primo impatto con questa mia sensazione, se ho altro da dire lo scriverò presto. Natonel1983

L'autore ha scritto 16 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

7 commenti a

Sono un antisociale

  1. 1
    Ambra -

    Caro Natonel1983,
    chi ti risponde è una ragazza che per certi ti somiglia… Si è ritrovata come te a dover fare i conti con persone poco “delicate”, con una brutta infanzia, con un brutto destino e delle brutte esperienze. Eppure sono ancora qui, con il sorriso tra le labbra!
    Non sono qui per giudicarti, non ti conosco e non ne ho il diritto, però concedimi di dirti che “affrontare” la vita con la rabbia nell’anima, non ti porta nulla in tasca.
    Prova ad approcciarti al Mondo che ti circonda in modo diverso! Siamo noi che dobbiamo fare i primi passi, perchè gli altri non si “abbasseranno” mai alla “plebe”.
    Se avessi voglia di fare quattro chiacchiere, ti lascio la mia mail: parighlingius@gmail.com

    Un abbraccio,
    Dulcinessa

  2. 2
    Angwhy -

    Non c’è bisogno che scrivi altro,le cose stanno esattamente come le hai descritte per cui basta con le domande e avanti con le risposte(se le trovi)

  3. 3
    natonel1983 -

    Per Angwhy:
    Io le risposte le sto cercando ma per ora non le trovo. Aspetto che siano esse a trovare me a questo punto.

  4. 4
    verdebottiglia -

    Ciao. Non è mia intenzione offenderti, tutt’altro. Ma hai mai considerato l’idea che potresti soffrire di “disturbo schizoide della personalità”? Ne hai tutti i tratti. O forse sei una persona semplicemente troppo delusa e dall’animo avvelenato, che sta reagendo nel peggiore dei modi. Mi dispiace comunque, perchè l’isolamento eccessivo non fa mai bene, ed il nero che ti porti dentro finirà col farti veramente del male. Forse esistono persone che ti vogliono bene, ma nemmeno te ne accorgi. Mi auguro che tu possa trovare “luce”, tanta! 🙂

  5. 5
    natonel1983 -

    x verdebottiglia.
    Offendermi? Io credo che chiunque abbia passato (e sofferto) quello che ho passato (e sofferto) avrebbe una condanna all’ergastolo per genocidio quindi se mi diagnostichi questo disturbo è il minimo. E poi ho letto le caratteristiche e mi ci rivedo. Che dirti?. Io i miei sforzi li ho fatti cercando d’essere migliore e rimettermi ogni volta in gioco promettendomi di “limare” i miei difetti e limiti caratteriali ma se ogni volta vengo fregato sia se faccio del bene che se faccio del male e allora basta…!!!!..Che “disturbo schizoide della personalità” sia!,allora

  6. 6
    Angwhy -

    Le stai cercando negli altri.gli altri(gli amici)se ne fottono di te,devi fare altrettanto.non sei malato,sei una persona sensibile che soffre per i mali del mondo e devi trovare da solo cio che ti da serenità sia essa una compagna un cane un lavoro o una passione.da solo,te capì?

  7. 7
    verdebottiglia -

    Non capisco perchè devi “migliorarti”. Hai veramente idea di chi sei? Cosa ti piace fare? I tuoi gusti? I tuoi veri interessi? Beh, gli altri devono accettarti come sei, ma tu di contro devi saper accettare loro per come sono, con tutti i limiti che chiunque abbiamo. Nessuno è perfetto. Per fortuna aggiungerei. 🙂 Io penso ti ci voglia una persona, un’amicizia, una donna, quel che ti pare insomma, maggiormente tollerante. Sicuramente non sei una passeggiata, e a volte sarai pure “ombroso”, ma è così che sei. Unico ed irripetibile come tutti gli altri. Coraggio, il mondo non è in bianco e nero. Se chini la testa incavolato, non potrai mai notare due occhi che magari ti sorridono… Ti auguro di trovarli! Io sono un’ottimista nata! E sapessi quante ne ho passate e ne sto passando!!! Ma che posso farci? Prendo tutto così, con la voglia di rifare ogni cosa, e il sole dentro. 🙂 Su su!!! Alza gli occhi al cielo! 🙂

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili