Salta i links e vai al contenuto

Solo e senza amici

Lettere scritte dall'autore  

Salve a tutti, è da un po’ che seguo questo sito, e così anche io ho deciso di raccontare la mia storia per vedere che ne pensate. La storia è questa: sono un ragazzo di 20 anni che si sente gay e da più di 3 anni sono solo e senza amici. Premetto che ho sempre avuto dubbi sulla mia sessualità, ma per paura di soffrire ho messo da parte questi dubbi semplicemente non volendo pensarci e divertendomi, promettendomi (le poche volte in cui ci pensavo) di risolverli un’altra volta. Sono troppo sensibile, non ho autostima, sono suscettibile, e timido. Tre anni fa avevo una cerchia di amici (etero) con cui uscivo, e mi divertivo.. poi però alcuni componenti di questa compagnia, notando i miei atteggiamenti poco maschili e con la voce poco maschile, iniziarono a discriminarmi dicendomi “gay” o “fro**o”. Infatti sono attratto dal mio stesso sesso. Comunque passarono giorni e mentre stavo con loro ricevetti ancora discriminazioni. A causa di queste discriminazioni decisi di smettere di uscire con queste persone perché avevo paura di essere ancora discriminato e quindi mi chiusi in casa a riflettere, e passavo il tempo a chiedermi il perché di tutto questo.. passavo il tempo a odiare chi mi discriminava. E passarono mesi, e io stavo sempre in casa a pensare la stessa cosa: perché queste discriminazioni?. Sviluppai una vera e propria fobia verso quelle persone che mi offendevano, non volevo proprio vederli e rifiutavo di uscire. Ora mi ritrovo ancora così sempre a casa solo da più di 3 anni. In quel periodo abbandonai gli studi perché quella situazione mi distoglieva dallo studio e non avevo più voglia di studiare. Ho anche parlato ai miei di questa situazione ma non mi capiscono e dicono le stessa cosa: “esci”! Sono anche omofobi e questo non mi aiuta in nessun modo. Sto sempre al pc. Abito in un piccolo paese dove passa una macchina ogni ora, questo dovrebbe farvi capire in quale ambiente abito e non ho macchina per spostarmi. Mi sento depresso, vuoto, sempre stanco e tristissimo ogni giorno. Non so più cosa fare, la solitudine mi sta divorando. Cosa dovrei fare? Sono tristissimo.. Qualcuno ha avuto una situazione simile? : (

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Gay - Me Stesso

10 commenti

  1. 1
    Dinha -

    Ciao, Beck, il pregiudizio è il risultato di una mente retrograda, essere umano con l’anima di piccole dimensioni. Un essere umano non può essere giudicato da loro preferenze sessuali. Il carattere, che rivela se una persona è buona o no. Io sono una donna brasiliana e vivo nel mio paese. Se volete una sincera amicizia, di parlare su msn. Porto il mio indirizzo: dinha_cari@hotmaill.com

  2. 2
    Issè -

    Ciao..Mi dispiace per la tua situazione…Penso che prima di tutto tu dovresti capire quale sia davvero il tuo problema…nn è che sei confuso e magari nn odi queli che ti offendono,ma te stesso??Pensa bene a ciò che vuoi,a chi sei e non t lasciar influenzare da ciò che dicono..ognuno di noi è pieno di pregi e difetti,ma questo non vuol dire che dobbiamo lasciarci influenzare…Tu solo riuscirai ad uscire fuori da questa situazione mettendoni domande a cui soprai rispondere con pazienza..vedrai 🙂 baci Issè

  3. 3
    Cancer -

    Non devi arrenderti, hai solo avuto la sfortuna di conoscere le persone sbagliate nel momento sbagliato, ma questo non significa che sono le uniche con cui devi avere a che fare nella vita. Lo scrivere qui è già un passo e un primo confronto con gente nuova. Ho anche io 20 anni e come te sono cresciuto in un paesino di 4 gatti, posso capire cosa significa crescere restando chiuso in casa senza quasi nessun contatto. Quello che posso consigliarti è di magari riprendere gli studi, potrebbe essere un modo per uscire e conoscere gente nuova e diversa, per me è stata un po’ la mia “via di fuga”.
    Se hai voglia di continuare a parlarne lascio qui la mia mail Cancer_309@hotmail.it

  4. 4
    Nenèl -

    Ciao Becks! Mi presento, sono una ragazza di 28 anni, non mi sento attratta dal mio stesso sesso, ma ti scrivo perchè quando ero più giovane, 16-18 anni, ho conosciuto un mio compagno di classe che ha scoperto, proprio a quell’età, di essere omosessuale. All’inizio me ne ha parlato, spaventato all’idea di doverlo ammettere davanti a me e, soprattutto, di dirlo ad alta voce davanti a se stesso. Sai, io non ero preparata all’inizio e non sapevo cosa dirgli….l’ho solo abbracciato forte….e da lì la nostra amicizia si è consolidata, costruendosi e rinnovandosi giorno per giorno. Abbiamo affrontato insieme la situazione. Io gli ho fatto capire che a me non importava quali fossero le sue preferenze sessuali, che a me interessava lui come amico esattamente così com’era. Poi l’ho convinto a parlarne con altri miei compagni…persone che sapevo che pian piano avrebbero capito….così la nostra amicizia si è allargata e siamo diventati un gruppo. Forse è stato proprio questo a fargli capire che se noi potevamo accettarlo, amarlo per quello che era….forse anche lui avrebbe potuto accettare se stesso. E’ stato un cammino…non facile a volte, ma percorribile. Lui ha cominciato a cercare via internet contatti con ragazzi gay (immagino ci siano diversi siti su internet dove cercare)…è uscito con alcuni di loro, pur continuando a mantenere l’amicizia con noi e ora ha un fidanzato di cui è innamoratissimo… quando è in mezzo alla gente ride e scherza sul proprio essere gay….ed è simpaticissimo sai! io mi diverto sempre quando sono con lui! non è la nostra identità sessuale a dirci quanto valore abbiamo, quanto meravigliosi possiamo essere per noi e per gli altri, ma quello che abbiamo dentro! Quindi ti dico, non chiuderti…..ok, evita per ora quelle persone che non capiscono, che sono così stupide da aprir bocca solo per deridere….ma non chiuderti…..vai alla ricerca di chi ti può ascoltare e capire. Ci sono al mondo anche persone migliori di quelle che hai incontrato sai? Se vuoi possiamo chiacchierare e conoscerci meglio….sono a tua disposizione 🙂 ….ma soprattutto non odiarti, non desiderare di essere diverso….prova ad accettarti che sei meraviglioso così come sei! Cmq ripeto, se credi che possa farti piacere, io sono qui! Un abbraccio!

  5. 5
    Becks91 -

    @Nenèl , mi piacerebbe chiaccherare e conoscerti meglio..mi farebbe piacere..anche solo virtualmente 🙂

  6. 6
    Nenèl -

    Ciao Becks! Sono contenta che mi hai risposto e farebbe molto piacere anche a me chiacchierare con te. Puoi lasciarmi la tua mail? Così ti contatto…Scusami se te la chiedo….è che sono sempre un po’ restia a lasciare la mia in bella vista davanti a tutti, quindi mi faresti un grosso favore se mi lasciassi la tua…diversamente, te la scriverò.
    A presto allora! 🙂

  7. 7
    Becks91 -

    @Nenèl , eccoti una mia email: blackandred@live.it

  8. 8
    Niko -

    Ciao, assurdo davvero assurdo!! Stessa situazione, stessa vita e stesse esperienze negative. Unica differenza io ho 22 anni. Leggendo il tuo sfogo sembrava che mi stessi raccontando io in prima persona 😀 Non ho parole!

    Se vuoi parlare (a me farebbe tanto piacere) questa è il mio contatto msn toro111@hotmail.it (in alternativa possiamo parlarci anche con skype, non so dimmi te)

    Spero di sentirti presto, ciao Becks91!

  9. 9
    Becks91 -

    @Niko, io ti ho aggiunto.. spero di sentirti molto presto.. ciao 🙂

  10. 10
    HardLife -

    Ciao becks, ricordati che la vita mette tutti a dura prova, ora sei giovane e non vedi una via d’uscita da questo “incubo”. Un mio caro amico ha passato un brutto periodo come il tuo, scoprire di essere attratto dal suo stesso sesso, sentirsi emrginato da tutti, anche dalla sua famglia. Ma non si è fermato alle cattiverie e all’ignoranza della gente, ha sofferto molto, ma si è messo in gioco 2 anni fa, proprio a 20 anni. Ha incontrato un ragazzo sudamericano in vacanza in italia. Si è innamorato, ha imparato il portoghese, ha mandato tutti a quel paese e si è trasfeito in brasile, SENZA l’appoggio dei genitori!!
    Io fossi in te cercherei comunque di parlare con i tuoi genitori e spiegargli che la loro felicità deve essere la TUA felicità!! Devono accettare le tue scelte e chi sei veramente.
    Per i commenti e per l’ignoranza non c’è soluzione, devono entrarti da un orecchio e uscirti dall’altro! buona fortuna caro, un abbraccio

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili