Salta i links e vai al contenuto

Il primo amore non si scorda mai?

Caro direttore,
Inzio con una domanda.. il primo amore non si scorda mai davvero?
Era il lontano 2006 (quasi 8 anni fa) quando poco più che 14enne mi buttai nella mia prima vera storia d’amore. Tutto idilliaco. Entrambi innamorati, disposti a fare tutto l’uno per l’altra, felici, complici.. gli anni passavano ma l’amore cresceva. Bhé come tutte le storie c’erano i litigi legati alla gelosia che ho sempre tradotto come una forma d’amore.. un po’ estrema forse ma amore.. facevamo tutto insieme, senza staccarci mai.. dopo poco più di 2anni però lui fu costretto a partire in america per un mese con la sua famiglia.. iniziò ad avere paura, mi disse di voler restare qui per non separarsi da me, ma io feci la forte e gli dissi che se il nostro era vero amore sarebbe sopravvissuto anche senza contatti per un mese.. il giorno prima afflitto dal pensiero di non potermi vedere né sentire per tutto questo tempo mi abbraccio e scoppiò in lacrime, io sempre forte e sicura lo confortai.. quel mese passò.. e sembró una vita.. non sapevo come colmare la sua assenza, avevo dimenticato cosa significasse vivere senza lui.. quando tornò ebbi una strana sensazione.. come se stessi abbracciando un’estraneo, eravamo entrambi due estranei. Feci finta di nulla e ricominciò la nostra routine.. mancava l’entusiasmo però.. nei momenti insieme c’erano lunghi silenzi.. quasi noia, apatia.. dopo 6 mesi decisi di lasciarlo. Gli dissi via telefono che era meglio stare da soli per un po’ per vedere anche cosa succedeva nel mondo esterno, che non vivevamo più. lui iniziò a piangere e a dirmi che senza di me non riusciva a vivere e mi promise che tutto sarebbe cambiato. Gli detti questa chance. In realtá ciò che cambiò fu lui.. inizió ad uscire ogni sera con i suoi amici dicendomi che era inutile che venissi anche io perché erano solo maschi.. tornava alle 5 di mattina e il giorno dopo uscì di nuovo.. passò natale e lui si scusó per non averi fatto il regalo promettendomi di comprarlo la settimana dopo.. passò un mese.. lo vidi troppo preso con il cellulare.. mi insospettí gli chiesi di poter guardare il suo cellulare e si arrabbiò. Dopo un po’ di tempo uscimmo di sera, lui mi portò una collanina me la mise al collo e mi bació.. erano quei baci che non ricevevo più dal giorno prima che partisse per l’america.. mi emozionai tantissimo.. lui mi disse “Ti amo, non perdere mai questa collana.. è il simbolo di ciò che provo per te”. Quella sera ero al settimo cielo. Ma già il giorno dopo lui tornò strano.. mi fece discorsi sul fatto che ci saremmo potuti lasciare, che nulla è per sempre.. una settimana dopo mi disse”dobbiamo lasciarci, non ti amo piú”. Da quel giorno il mio cuore si spezzò in mille frammenti.. Una settimana dopo scoprì che stava con un’altra e il dolore divenne odio.. gli dissi che mi faceva schifo e tante cattiverie.. per difendermi forse.. per due anni uscí poco e niente di casa.. erano più i pianti che i sorrisi e credo di essere caduta in depressione. Non avevo amiche, le avevo allontanate per stare con lui. morì mia nonna e mia madre soffriva e io presi 10 kili. L’università mi salvó.. dopo 4 anni smisi di pensare a lui.. iniziai a farmi amici e ad uscire. ad essere felice! Oggi sono felice. Sto con 9mesi con un ragazzo che amo tantissimo (l’unico con cui sono stata dopo quella storia) ma ogni tanto quando provo certe emozioni mi ritorna in mente ciò che ho vissuto anni fa.. ho anche paura che possa finire allo stesso modo ed ho paura di credere che finalmente tocchi a me essere felice! Perché il passato continua a riaffiorare?

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

8 commenti

  1. 1
    LSUS -

    Vedi, il primo amore – se non è quello vero – si scorda.
    Le persone cambiano e se il sentimento è debole cambia anch’esso…
    Io a 18 anni ero innamorata pazza di un ragazzo e quando mi lascio dopo 2 anni caddi in depressione… persi 18 kg, non uscivo più, non facevo nulla. Dopo 20 giorni scoprì che stava con un’altra… poi il tempo è passato, non mi sono più fidanzata per paura, forse. Sicuramente sono più diffidente.
    Il fatto è che oggi, a 23 anni, se penso a lui non provo più nulla.
    Niente.
    Cioè, lui era il ragazzo che andava bene per la me 18enne… adesso cerco altro. Non mi piace più fisicamente, non mi piacciono i suoi ragionamenti, odio il fatto che non metta le “h” al verbo avere (piccole sciocchezze, lo so). Eppure mi sono quasi distrutta per lui… ora voglio un ragazzo diverso, uno che vada bene per la me cresciuta e maturata.
    Sai, io spesso dico che non è il primo amore che non si scorda mai, ma quello vero… e spero che quando lo troverò sarà l’ultimo 🙂
    Ti lascio con una frase di un libro che amo, che è DuediDue di De Carlo:
    Magari uno rimpiange di aver perso qualcosa, e l’ha perso solo per trovare di meglio.

    Goditi la tua nuova storia e non permettere a quell’idiota di rovinarti ancora.
    Un bacio.

  2. 2
    demon -

    @LSUS
    Non ti sei più fidanzata in 3 anni per paura, anche se oggi per lui non provi più nulla? 😀
    Tra parentesi, carina quella del pazzo che ti chiede: “Chi vuoi salvare?” 🙂
    Comunque, scrivi più nei commenti di lettere altrui che nelle tue stesse lettere 😀

  3. 3
    Jack_91 -

    Aurora, mi dispiace che la tua “prima vera storia d’amore” (cit.) sia naufragata così..
    Chiedi perché il passato continua a riaffiorare? Credo perché è comunque parte di te, della tua vita, di quella che ti ha reso quella che sei oggi. Penso che in un certo senso i conti col proprio passato non si chiudano mai, ma ti prego non leggere questa frase come una minaccia. Non significa che il passato opprima sempre! Solo è li, comunque, e ogni tanto torna a farsi sentire, ogni tanto se ne sta zitto e buono.
    È normale che tu abbia paura che vada a finire nello stesso modo. Ti capisco. Temo sia una cosa che chi viene lasciato si porta dietro, perché ha amato ed è stato ferito, dentro e chi si brucia una volta (o due, o tre) poi è molto più cauto a giocare col fuoco..ma se ami davvero questo ragazzo con cui stai ora, prova a capire se è il caso che ciò ti condizioni o stavolta forse si può anche lasciarsi andare..
    “Ho paura di credere che ora tocchi finalmente a me essere felice”: ti dico questa..hai presente Charlie Brown e il suo “penso di aver paura di essere felice perché ogni volta che lo sono succede qualcosa di brutto”. Ecco, questo sono io. Tu, prendi le distanze e sii felice.
    Te lo auguro. Buona fortuna!

  4. 4
    LSUS -

    @damon, ebbene sì. La “paura” che tu possa ritornare a stare male (quel male) per qualcuno, ti porta a star lontano dall’altro sesso. E questo a prescindere dal fatto che tu ne sia ancora innamorato o meno.
    Oggi come oggi il mio ex non mi piace più in nulla ma ciò non toglie che il ricordo di quello che ho fatto e provato, mi resterà probabilmente per sempre portandomi ad usare sempre una certa diffidenza con gli altri.

    Ne ho scritte due di lettere e in una mi pare di aver scritto un romanzo xD Comunque, sei un mio fan? Mi segui? 😉

  5. 5
    Sarah -

    si scorda tranquilla!

  6. 6
    Golem -

    Il primo amore non si scorsa mai anche perché è l’ultimo. Quello vero.

  7. 7
    Dottor -

    non si dimentica mai ,ma non parlo di brivido o farfalline nello stomaco!! parlo che il cervello memorizza l esperienza ma il resto non FA PIU MAL !!! rimane un ricordo sfuocato con annessa indifferenza…rimane il suo sorriso e i bei momenti passati assieme..ma FIDATI…quelli brutti non si dimenticano neanche loro anche se non FANNO PIU MAL…amici e difficile restar..meglio non incontrarsi piu e ognuno per la sua strada ,tutto cio quando si è amato tanto ma tanto,poi al 0,01% certi amori fanno giri e ritornano,ma se si è lasciati da piccoli oppure lasciati con serenità..cosa difficile perche uno solo soffre alla fine(rare situazioni si soffre in 2)..per fortuna CHI AMA VERAMEENTE NON LASCIA!il resto è avventura ed esperienza da non confondersi con AMORE :)mi piace quella frase che dice: NELLA VITA POSSONO PIACERTI TANTI/E…MA SOLO UNO/A TI RUBA IL CUOR!

  8. 8
    rossana -

    Aurora,
    per me, non si scorda chi si è amato in modo sincero e profondo, qualsiasi sia stata la modalità di vivere quella relazione e qualsiasi sia stata la ragione della sua fine.

    è facile che questo modo d’amare, senza riserve, sia appannaggio del primo amore. nel mio caso, ad esempio, non fu così: ricordo i partner dei miei primi flirt, che all’epoca consideravo amori, che ora considero poco più che aborti del sentimento che poi mi accadde di provare in seguito.

    in sintesi, non ha molta importanza che una storia sia la prima o l’ultima: quello che fa la differenza è l’intensità e la totalità con cui la si vive.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili