Salta i links e vai al contenuto

Perdere mio padre

  

Ciao a tutti,

ho scritto qualche mese fa per sfogare il mio dolore per la malattia che stava consumando il mio energico, buono, gentile, paziente papà…

Domenica pomeriggio si è spento. Oggi è mercoledì. Tutto è andato veloce e l’unica cosa che mi resta è una casa silenziosa e la mia faccia distrutta dai pianti di questi giorni.

Mi manca, ma è questo è normale. Meno normale cosa mi succede intorno. Vi avevo già parlato del mio ragazzo, della sua freddezza incredibile. In questi giorni è stato dolcissimo, e io, così profondamente innamorata, sono stata più forte in questi giorni. Poi ieri, è ricominciato tutto. Proprio ieri che avevo seppellito mio padre. Di nuovo freddo, insensibile, che sa solo dirmi di smettere di piangere perché devo essere forte. Lo sono, lo sono. ma mi sento sola. A 22 anni sono sola e mio padre era la persona più importante della mia vita….

L'autore ha scritto 9 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Famiglia - Me Stesso

2 commenti a

Perdere mio padre

  1. 1
    Noway -

    Mi dispiace tantissimo per il tuo papà.
    Io avevo un’amica a cui era morta la madre, ma dopo tanto dolore, è riuscita a risollevarsi, si è sposata, sua madre non c’era ma lei sapeva che in qualche modo l’avrebbe avuta sempre vicino, ne parla sempre in modo molto sereno, i ricordi che ha di lei e di come le ha voluto bene la tranquillizzano e la cullano, nei momenti più brutti.
    Si va avanti, bisogna andare avanti, tutto il bene che ti ha voluto tuo padre è ancora lì, ce l’hai ancora addosso, non se ne andrà mai.
    Raccogli tutti i suoi insegnamenti e usali nella vita, gli farai un grande regalo.
    Per il tuo ragazzo, si, è riuscito a starti vicino nel momento più brutto, però dovrebbe avere più delicatezza, con te, non voglio dire, perchè non lo so, se ti ama o meno, ma tu devi fargli capire, che si, sei fragile, hai mille difetti, hai bisogno di lui e lui ci deve essere, se no che relazione è.
    Non vergognarti a mostrare le tue debolezze e cercarlo nei momenti di sconforto, se lui ti saprà stare vicino come hai bisogno bene, altrimenti non è in grado di renderti felice.
    Questo gli deve essere ben chiaro, i tuoi non sono capricci, hai tutto il diritto di avere una figura al tuo fianco che ti sappia dare amore e calore.
    Un abbraccio.

  2. 2
    Anto -

    Provo tanta tenerezza e compassione per te.. Mi dispiace per quello
    che stai soffrendo..e so quanto è triste quando proprio nel momento
    del bisogno, la persona che ami ti volta le spalle o non è lì come
    vorresti tu..è solo un muro freddo che ti dice di essere forte e che
    passerà.
    Purtroppo lui ha in parte ragione: non passerà del tutto, ma si
    trasformerà: prima o poi il tuo dolore diventerà una dolce
    malinconia..ti farai cullare dal suo ricordo e sarai più forte con lui
    nel cuore.
    E’ difficile..come può non esserlo?! Prova a pensare che lui vivrà
    sempre in te..e non è una frase detta tanto per: è la verità. Tu sei
    parte di lui..lui è parte di te. Sangue del suo sangue.
    Forza e coraggio..non abbatterti, un domani sarai una donna più forte
    di quel credi.
    Ti abbraccio col cuore.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili