Salta i links e vai al contenuto

Paura di…

  

Salve a tutti,
sono un ragazzo di 20 anni. Sono molto timido, non riesco a fare il primo passo, soprattutto con l’altro sesso. E quando ben riesco a conoscere una ragazza ho una paura fottuta di chiederle di uscire. Non perchè abbia paura di ricevere un rifiuto, ma ho una paura diversa. Mi piace una mia compagna di università, vorrei chiederle di uscire, non temo un suo possibile no, ma avrei paura poi di vederla tutti i giorni, e mi vergognerei tremendamente di sapere che lei sa che io volevo uscire con lei. Un pò complicato. Come potrei cercare di vincere questa paura?

L'autore ha scritto 7 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Me Stesso

6 commenti a

Paura di…

  1. 1
    gigugin -

    Fatti coraggio, specialmente se sei un bel ragazzo, la cosa non sarà
    imbarazzante.

  2. 2
    hl -

    Ciao.

    Ti sermbrerà forse un po’ banale, ma come per tutte le paure l’unica è affrontarla.

    Capisco cosa intendi quando parli di “vergogna” nel vederla se mai ti rifiutasse. Però non c’è altra soluzione. Sappi, però, che ogni volta andrà sempre meglio.

    In bocca al lupo.

  3. 3
    bandini -

    Prova a scavare un po’ dentro di te. Tieni di più ad evitare possibili situazioni
    imbarazzanti in futuro o ad avere una possibilità con lei? Inoltre, te lo dico per
    esperienza personale, nel caso dovesse andare male la tua proposta, potrebbe
    essere un po’ “strano” all’inizio, ma poi passa.
    Non farti vincere da queste paure, sii forte. Sarebbe un’ingiustizia. Personalmente penso sia meno peggio avere rimorsi per qualcosa che si è fatto piuttosto che per qualcosa che non si è fatto, almeno per queste situazioni.

  4. 4
    Whyme -

    grazie a tutti per le risposte!
    Non sono un ragazzo brutto, anzi. Però ho l’autostima sotto zero, è
    questo il problema. se a questo sommiamo la quasi depressione e
    l’eccessiva timidezza siamo a cavallo.
    Purtroppo il mondo per me (e per tutti quelli come me) è molto
    difficile.

  5. 5
    tabularasa -

    allora anche io sono molto timido io ti consiglio un approccio un po
    divertente con questa ragazza non appesantire il vostro rapporto di
    amicizia cerca di fare un po lo scemo sai allusioni inizia con un
    contatto mentre state all’uni sai lanciando brevi segnali le donne
    solitamente inviano segnali quando sono interessate, poi alla fine
    dille scherzando dai ti accompagno a fare…..
    alla fine siete ormai grandi a me alla tua eta (ne ho 26) non
    interessava un rifiuto non si è più bambini la cosa potrebbe
    tranquillamente funzionare così tu: che dici un caffè domani? lei (se
    ha capito le tue intenzioni) o dice no dai non mi sembra il caso o ti
    dice ok se dice no dici vabè amici come prima e cambi discorso tipo
    una battuta.

  6. 6
    Gangio -

    ho 23 anni ed avevo il tuo identico problema (ed un pò c’è l’ho ancora); anche io sono un bel ragazzo (almeno così dicono in tanti) ma il problema è l’autostima. 2 anni fa, ho fatto appello a tutto il coraggio che avevo e ho chiesto di uscire ad una tipa che mi piaceva.
    Non è stato così terribile, se tralasciamo il fatto che in quel momento l’agitazione mi stava facendo scoppiare la testa e il petto. Mi ha detto di si…buono, ma il problema non finisce li. Tieni solo a mente che in tal caso, dovrai “combattere” contro la timidezza, per tutta la durata dell’appuntamento. Cerca di trasmettere sicurezza, altrimenti, arrivato a casa non farai che pensare ad ogni singola figura di M…. fatta con quella ragazza che a differenza di te era sicurissima di ogni sua mossa e probabilmente (ti convincerai) a pensato che sei un enorme Idi… tieni a mente questa mia esperienza e forse ti andrà meglio che a me…..AUGURI DI CUORE

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili