Salta i links e vai al contenuto

Non ti conoscevo affatto

Tradita, umiliata, presa in giro, derisa e ignorata; cosi che mi sento ora… dopo due anni è mezzo dopo che stavamo sempre insieme… ci siamo lasciati tutto x la paura di prendersi le proprie responsabilità… io vivevo di lui è pensavo che anche lui viveva di me… credevo che eravamo diventati ormai inseparabili indivisibili… mi pensavo che nonostante tutti i nostri litigi noi eravamo belli cosi proprio perché ci litigavamo per le cose più assurde!!! Ed era bello dopo fare la pace ed abbracciarci ancora più forte di prima… lo amavo tantissimo e lo amo ancora ma questo sentimento che ora mi sta facendo soffrire così tanto quasi da uccidermi me lo devo far passare… non è giusto soffrire cosi tanto per un uomo se cosi lo posso definire che non mi ha voluto nemmeno parlare da vicino nemmeno dirmi claudia basta è finita ho deciso di apparare mio fratello a te lui è più importante di tutto quello che siamo stati… Si lo so lui non me l’ha detto ma me l’ha fatto capire con i gesti…. l’ho cercato giorni interi non si faceva trovare eppure non mi sono arresa… la mamma lei cosi stronza nei miei riguardi lei che ora come tutti i suoi parenti staranno come una pasqua che ci siamo lasciati mi ha riempita di bugie…. dicendomi che il figlio non c’era a casa, il fratello quando risp e vedeva che ero io prendeva il tel di casa è lo staccava tutta la giornata facendomi sentire il niente… il padre addirittura mi ha minacciata dicendomi che sarebbe andato a denunciarmi…. eppure fino a qualche giorno prima loro mi facevano belle facce ma io mi sentivo sempre giudicata sapevo di non piacergli è facevo di tutto x farci cambiare idea… volevo veramente bene al figlio è loro hanno fatto finta di non saperlo…. due mesi prima ero rimasta anche incinta ed ho abortito per la paura di come sarebbe stato di come sarebbero cambiate le cose se lui mi amava veramente… ora so che lui non mi ama che non mi ha mai amato ero solo un gioco non ero niente… mia madre l’ha sempre accolto a casa mia anche quando era lui che soffriva anche quando veniva fuori alla mia porta a fare il pazzo io invece sono stata chiusa da ogni porta… soffrire cosi tanto x lui che credevo che mi sarebbe stato sempre vicino eppure ora devo scordarmelo non meritava………….. mi fa skifo sapere di aver condiviso tutto con lui e dico tutto e lui mi ha sempre mentito… sapendo che già la mia vita era sofferta non se ne è fottuto niente ed ora si è anche andato a divertire in gia con i suoi amici e mi ha lasciato qua sola a soffrire senza manco parlarmi…… quest’anno perderò l’ultimo anno scolastico che ci sono arrivata con tanta fatica… si perché stamattina mi sono andata a ritirare non voglio fare più niente per un anno… tra un mese parto vado via da qua è vado in Australia x un anno stacco la spina via telefono via le cose che mi arrivano nelle orecchie che mi fanno soffrire via fin quando capirò perché ancora una volta la vita è stata cosi cattiva con me perché una madre deve dire non capisco come mio figlio non le ha messo le mani addosso lei non lo capiva perché qui dove abito io è la normalità…. lui forse con me aveva trovato davvero un tesoro non l avrei mai tradito maiiiii x stare bene volevo solo la verità è invece ha preferito vivere nella menzogna…. è colpa mia dovevo saperlo che nexx cambia x nexx era solo finzione…… e devo capirlo.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

4 commenti

  1. 1
    celeste -

    cm t capisco.sono davvero dei vigliacchi,nn hanno la forza d dirti certe cs in faccia,dopo averti guardato mille volte negli occhi e detto ti amo,t fanno uscire dalla loro vita cosi..eppure da loro nn te lo aspettavi,possibile che ci si è sbagliate davvero in tutti questi anni??e tutte quelle promesse dove vanno?come é possibile tutto questo??
    un consiglio che posso darti é…non abbandonar la tua vita,abbi sempre degli obiettivi da seguire,x esseri cm loro non ne vale la pena,non c meritano.se non sono stati capaci di prendersi le loro responsabilità quando ce ne era bisogno..beh..andassero a quel paese.
    fatti sentire quando ne hai bisogno

  2. 2
    pimpacherry -

    Sono sconvolta: “ero rimasta anche incinta ed ho abortito per la paura di come sarebbe stato di come sarebbero cambiate le cose se lui mi amava veramente”. Ma stai scherzando?
    1. hai ammazzato tuo figlio.
    2. non ne hai parlato con il padre. hai egoisticamente deciso tutto tu, dando per scontato un sacco di cose. non importava come erano i vostri rapporti, lui aveva il DIRITTO di saperlo.
    3. un aborto non è una passeggiata, come fai a parlarne con tanta leggerezza? hai inserito questa frase come un “piccolo, insignificante dettaglio” che vuole rafforzare il tuo vittimismo.
    4. hai pensato se lui ti amava, non se avrebbe potuto amare suo figlio.
    5. se lui era minimamente consapevole, indipendentemente se ti amava o meno, si sarebbe assunto la responsabilità verso quella creatura.
    E pensare che mi avresti fatto anche un sacco di tenerezza, ti avrei capita benissimo in quanto provato sulla mia pelle una situzione analoga, se non avessi inserito tra le righe il “PICCOLO, INSIGNIFICANTE DETTAGLIO”.
    Se è vero mi fai pena, perchè sei giovane, e quando ti renderai conto di quello che hai fatto ormai sarà troppo tardi e non potrai fare altro che strapparti i capelli dalla desolazione che ci sarà dentro di te.

  3. 3
    claudia91 -

    lui lo sapeva…e fare un figlio a 17 anni nn è cosa facile se nn si ha manco un lavoro x mantenerlo

  4. 4
    The Dreamer -

    E chi ti ha detto che sia facile? Non puoi pretendere che lo sia.
    Un figlio non è mai un’impresa facile, tanto meno quando si è così giovani.
    Mi stai dicendo che eravate troppo piccoli? Ma per andare a letto non lo eravate, però.
    Questo lavarsene le mani non lo comprendo nè lo condivido.
    Ti rendi conto che qualsiasi scusante è troppo banale, troppo piccola, troppo insignificante -anche se ti sembrano tutte importantissime e lecite: lavoro, famiglia, rapporto tra te e lui, ecc- di fronte alla scelta se dare la vita o meno a un bimbo?
    Hai fatto davvero tutto il possibile per non dover arrivare a questa TRAGICA decisione?
    Ripeto che capisco fino in fondo la situazione. Sicuramente la sua famiglia è stato un ostacolo preponderante. Ed è comprensibile da parte tua esserti sentita abbandonata.
    Però è importante scindere moralmente una storia con un giovanotto alle prese con gli ormoni pazzerelli, e un figlio. Sono due questioni diverse, per quanto concatenate.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili