Salta i links e vai al contenuto

Non so più chi sono

  

7 anni, già proprio 7 anni con uomo che amo davvero tantissimo e per il quale ho rinunciato a tutto. Ora mi chiedo: mi ama davvero lui?
È stata fin dall’inizio una passione irrefrenabile che ci ha coinvolti anima e corpo. Finché (e qui la faccio breve), ci siamo ritrovati in un letto in tre, io, lui e l’altro uomo. Tutto scaturito da banali fantasie sessuali che mai io mi sarei sognata di portare alla realtà. Ma così è stato. Il gioco si è trasformato in qualcosa di reale. Non mi voglio giustificare di nulla perché sono sempre stata consenziente e le cose le abbiamo sempre decise insieme. Ma a distanza di anni considerando alcuni suoi strani comportamenti mi sorgono seri dubbi su alcuni particolari.
Sempre tanto sesso tra noi, all’inverosimile, sempre tanti giochi che coinvolgevano terzi, purtroppo però sempre e solo uomini. Io più di una volta ho proposto l’alternativa con una coppia, ma chissà perché non c’è n’è mai stato modo. Una volta ne incontrammo una, ma si rivelò negativa fin dall’inizio, nel senso che erano troppo più grandi di noi e fisicamente non atti a certe situazioni, così non ci provammo neppure, poi ne incontrammo un’altra di pari età circa, ma anche questa volta fu un buco nell’acqua. Passammo insieme un’allegra serata (intento per conoscerci), dopodiché avremmo dovuto risentirci per organizzare il fatidico incontro. Così nello scorrere dei giorni vedendo che lui non mi diceva nulla in proposito chiesi io. “E allora hai sentito la coppia? Cosa si fa ci si vede?” Al che lui mi risponde che si li aveva sentiti ma che lei non avrebbe mai potuto stare a questo gioco per colpa della mia conturbante bellezza, troppo gelosa, e allora sai com’è.. Ma chi ci crede! Io ho visto benissimo quella sera come lei guardava il mio uomo, e mica sono scema! E poi ancora prima di incontrarci ricordo che il marito mandò un sms al mio chiedendogli se poteva mandare una foto del suo aspetto fisico perché la moglie non si fidava. Sta di fatto che non se n’è fatto nulla, e che lui mi dice di aver rotto i rapporti con loro perché il marito di lei si era permesso considerato che la moglie non accettava, di chiedere un incontro solo noi tre, al che il mio uomo si sarebbe offeso e da li chiuso ogni tipo di rapporto.
Una sera però sul suo tel continuavano ad arrivare messaggi dal tipo, (premetto che proprio guarda caso fa lo stesso mestiere del mio uomo). Così adirata e delusa ne chiesi spiegazioni, e lui disse si tratta solo di lavoro. Ma per favore!E voi ci credete? Questa storia mi sta facendo impazzire, le mie sensazioni non si sbagliano mai, ed io ho l’assoluta certezza che il mio compagno abbia incontri di sesso occasionali con questa coppia. Questo mi disturba e offende perché sono cose delicate. e noi abbiamo sempre deciso insieme come quando e con chi. Forse è peggio che essere tradite! Soprattutto perché in quel tipo di rapporti io sono sempre stata la prima a chiedere di far partecipe una presenza femminile. Non so più cosa credere e pensare, non so più chi sono, e comincio seriamente a chiedermi se questo tipo di rapporti che vanno fuori dai normali parametri non stanno per diventare il sepolcro di questa mia storia per me davvero vitale.
Un consiglio è ciò che chiedo, possibilmente senza essere giudicata, so di non essere né la prima né l’ultima. Grazie. Dalila.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria:   - Amore - Sesso

6 commenti a

Non so più chi sono

  1. 1
    Roberta -

    Certo,il tuo compagno stà giocando da solo ma non è la prima volta e questo lo sai…lo ha già fatto con te,assecondando le tue fantasie che poi erano le sue…e lo stà facendo ora,assecondando le fantasie di qualcun’altro nella quale tu risulti scomoda…per la prima volta sei esclusa dai giochi,giochi pericolosi che alla lunga sfuggono di mano…Questo groviglio di corpi non ha niente a che vedere con l’amore,non basta la trasgressione per tenere unita una coppia,bastava solo che foste innamorati,tutti e due,magari solo per sei mesi ma solo voi due…tutto quello che non ha a che fare con l’esclusività NON è amore.

  2. 2
    frammento -

    Vorrei tanto potere aiutare quelle persone come TE come noi, la magra consolazione che …. tutto passi …. questo lo dico anche a me…. il mio momento e lacerante.

  3. 3
    @friend -

    Non per fare il moralista ma ti parlo per esperienza diretta e ti posso garantire che la perversione porta ad un umiliante stato di dipendenza dal quale è molto difficile uscirne. In queste circostanze è impossibile parlare di sane relazioni sentimentali.
    I miei migliori auguri

  4. 4
    Dalila -

    Ringrazio voi che mi avete risposto.Devo dare atto che sono proprio una stupida,perchè quello che mi dice Roberta è alla fine tutto ciò che io ho sempre pensato..E qui mi accorgo di aver costruito solo una fina a questa storia,perchè probabilmente un inizio vero fatto di solide fondamenta non c’è mai stato.Tutto questo mi annienta perchè mi rendo conto di aver venduto l’anima al diavolo macchiando soprattutto la mia dignità!Non mi voglio piangere addosso perchè non sono una vigliacca,e tutto ciò che è stato e continua ad essere è unicamente per colpa mia,per colpa delle mie debolezze,per colpa di quella CHIMERA che ti illude la vita!Ancora oggi e come sempre lui continua comunque a dirmi che se voglio farla finita con questi giochi il problema è inesistente perchè comunque noi non abbiamo bisogno di nulla e di nessuno,ci completiamo nell’assoluto.(questo è quello che sempre mi dice).Forse nella vana speranza di ritrovare o per meglio dire “conquistare” quello che realmente mai è stato,dovrei dire ,SI BASTA!E correre il rischio di perdere forse anche lui..ma vivere come io vivo ora è un angoscia troppo profonda..e forse allora è meglio perdere tutto.. Ho 43 anni divinamente portati,e in tutti questi anni non ho fatto altro che accumulare delusioni.Avevo e forse continuo ad avere nel mio profondo quei sogni di bambina ma che sicuramente si realizzano solo nelle favole.Sognavo un uomo che mi amasse per ciò che sono realmente,un uomo che mi portasse all’altare col mio tanto desiderato “ABITO BIANCO”,un uomo che insieme a me volesse costruire una famiglia e tutto questo nell’assoluto rispetto l’uno dell’altra.Nulla è successo di tutto questo nei miei lunghi 43 anni,eppure ho sempre pensato che in fondo non chiedevo molto..E forse proprio per le continue delusioni che la vita mi ha posto davanti io inconsciamente mi sono lasciata andare cadendo nel baratro della perversione e perdendo completamente la mia dignità di donna e di madre!

  5. 5
    eleonora -

    Non sei caduta nel baratro come dici ti ci sei solo affacciata e vedendo il tuo riflesso nell’acqua ti sei spaventata ed e’ stato molto utile per poterti tirare indietro sbagliando si impara nella vita meriti molto di piu’…

  6. 6
    roberto -

    Cara Dalila…ormai è passato diverso tempo dal tuo post e chissà come sarà la situazione.Non ti devi colpevolizzare.Tu hai dato tutto al tuo uomo,pur traendone ripagamento sessuale adeguato. Ad un certo punto però ti sarai sentita staccare da lui.Nel momento in cui questa complicità a 3 si andava ad ampliare lui non se l’è sentita di inserire anche te nello scambio . Per anni tu hai beneficiato di 2 uomini nel letto. Ora lo sta facendo la tua rivale e questo ti fa sentire esclusa.Il tuo tentativo iniziale altruistico di riportare in equilibrio la bilancia della sessualità ha forse creato un nuovo problema….Quale sarà la verità ?? Forse in un ipotetico scambio di coppia lui perderebbe il contatto con te..Strano a dirsi però il trio risulta di sicuro più intimo mentre uno scambio vero e proprio lo indirizzerebbe ad essere spettatore dei tuoi atti intimi e forse una grande gelosia lo blocca:Questo potrebbe risultare ipocrita ma la mente maschile non funziona come quella della donna..Ti porgo i miei saluti

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili