Salta i links e vai al contenuto

Morire dentro

Ciao a tutti, io sono Alessandro come dal titolo si può capire quale è il mio problema…
Inizio col dire che ho 17 anni e sicuramente mi direte che a quest’età capita però è da 5 o 6 mesi che mi sento così… morto dentro, stufo della vita a tal punto da pensare… se devo vivere così perché farlo? Mi sento cupo, fatico a stare in compagnia e quello che una volta era il mio pregio di essere simpatico e solare sembra essere scomparso, ho provato a parlare con qualcuno ma in modo superficiale tendono a dirmi sei giovane, hai ancora una vita avanti! ma queste cose se me le porto ancora avanti finirà col farmi rovinare quello che è il periodo più bello della vita… non so cosa pensare mi sento così giù e incompreso e le persone che credevo sincere e importanti per me, non si sono dimostrate tali… Forse questo è perché tendo a dare troppa fiducia alle persone che mi circondano senza pensare alle conseguenze e poi sicuramente anche la mancanza di un rapporto di amore con una persona che ti stia davvero a cuore… non penso di chiedere molto solo un po’ di amore e fiducia perché gli altri non lo capiscono??
Concludo con il dire che la vita è bella se la si vive nel migliore dei modi, ma se la si deve vivere così non è meglio non viverla??

Aanticipo un grazie a tutti, per avermi fatto sfogare e forse anche fatto ragionare…

Un bacio Alessandro <3

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso

16 commenti

Pagine: 1 2

  1. 1
    Gianpaolo -

    Ciao aleandqueen,
    ti capisco benissimo. Anch io a volte vedo tutto nero, senza uno spiraglio di luce, é dura, la vita é dura, e purtroppo se sei un poco intelligente é difficile non pensare alle cose negative, é difficile essere sereni, poi per te é particolarmente difficle perché sei in piena adolescenza, quell etá in cui ci sono le prime riflessioni, cominci a guardare a qualsiasi atteggiamento delle persone, ai loro sguardi, e vedi tanta ipocrisia, non é cosí?
    Bhé quello che devi fare é vivere questo momento difficile e sentilo che fa parte di te, della tua crescita personale. Vedrai che quanto prima lo affronti e lo metabolizzi, tanto prima ne esci.Anche gli altri dovranno affrontarlo, é parte della crescita di una persona. Confida in me. Non cercare l amore perché finiresti per ferirti, é lui che ti cercherá.

  2. 2
    ray -

    Ciao Ale,oggi ero entrato per scrivere una lettera come la tua,invece ho trovato la tua che spiega molto bene come mi sento anche io.Solo che a differenza tua di anni ne ho 26,e mi sento cosi oramai da tanto,alterno fasi tra lo stare bene e lo stare male,e siccome so cosa significa sentirsi morti dentro(che poi mi chiedo se non siano quelli gli attimi in cui siamo veramente vivi) e avere paura di se stessi e di quello che possiamo riuscire a provare,soprattutto in certi attimi terribili,posso darti un piccolo consiglio,ed è quello di non prenderti troppo sul serio,non prendere troppo sul serio queste sensazioni sgradevoli,perchè se le sentiamo e se arrivano,un motivo ci sarà,saranno legate a qualcosa che non sempre capiamo subito,o fanno parte di noi,della nostra natura,ma per superarle dobbiamo accettarle,non dobbiamo farci integrare totalmente da esse,ma non dobbiamo integrarle in noi.La vita è molto strana,è piena di sfumature,gli altri non ne parlano mai,sono troppo presi dalla vita normale o semplicemente non si accorgono o solamente hanno paura di riflettere troppo,e quindi procedono cosi…senza farsi troppi problemi o porsi troppi quesiti.
    Se tu ti senti cosi forse è perchè hai una natura o una mente più aperta e recettiva di molti altri e quindi di conseguenza c’è qualcosa che ti sfugge,che non capisci e che ti fa rende difficile capire il vero senso della vita,e quindi ti sfiduci ti senti vuoto e tutto ti sembra inutile…xò quello che stai facendo è un percorso,sono passaggi,devi essere forte,e capire che la vita va presa molto meno seriamente di come spesso facciamo,la tua vita sei tu,tutti gli altri arrivano dopo..

  3. 3
    Lilly -

    Argh! Cosa devono leggere le mie pupille!!!!!! Con riguardo alla vita ti domandi “ma se la si deve vivere così non è meglio non viverla??”

    Io di anni ne ho parecchi più di te, ne vengo da un altro forum dove stanno saltando fuori le disperazioni più disparate e non ti dirò ciò che magari tu ti stai aspettando che questa “vecchia babbiona” (beh….non poi così vecchia, però ).
    Traduco: non ti dirò le solite cose sullla bellezza di avere 17 anni….(anche perchè li ho avuti, ovvio, e me li ricordo bene: non sono stati poi ‘sta cosa….)!
    Ti dico semplicemente che qualsiasi cosa ti possa capitare tu sei comunque più importante! E lo sei e sarai sempre e per sempre. A 17 a 37 a 57 a 77 97/107 anni e via dicendo!
    Lo sarai sempre e comunque. Da solo o in compagnia, mentre starai ridendo e mentre starai piangendo, quando vincerai e quando perderai, quando ti vedrai vincente e quando sarai sconfitto.
    E te lo dice una a cui un pensiero come il tuo ha balenato nel cervello.
    E beh!
    Ha balenato, gli ho fatto un braccino portentoso. Ed ho ripreso a vivere. Contentissima di averlo fatto.

    Ciao.

  4. 4
    aleandqueen -

    grazie a tutti per queste parole diciamo che il mio caso è un pò più complicato io non ho mai avuto i miei genitori li ho persi che ero neonato e quindi diciamo che non ho mai avuto ne una figura materna ne paterna…forse è anche questo che mi condiziona e non poco comunque cercherò di farmi forza e passare questo momento che sicuramente è uno dei più difficili ma allo stesso tempo importanti della mia vita…grazie di cuore a tutti <3

  5. 5
    celeste -

    io in questo momento, mi sento come te: incompresa. Ho 43 anni, una grande sensibilità e una fiducia mal riposta in certe persone che non meritano la mia amicizia. Ma stavolta non mi dispero per loro: sono loro gli stupidi, pesanti e ignoranti. Riprendo in mano i fili della mia vita che merita di essere vissuta, non ho bisogno di certe persone, ma loro si accorgeranno molto presto di cosa hanno perduto. Lo consiglio anche a te: la fenice rinasce dalle ceneri e io voglio essere una fenice. Ciao

  6. 6
    emisquiz -

    Caro Alessandro,
    innanzitutto quello che l’adolescenza è il “periodo più bello della vita” è un modo di dire assurdo di persone che non si ricordano affatto che cosa vuol dire avere 17 anni.
    L’adolescenza è un periodo di grande sconvolgimento fisico, mentale e psicologico. Si affontano le prime delusioni (“le persone che credevo sincere e importanti per me, non si sono dimostrate tali… Forse questo è perché tendo a dare troppa fiducia alle persone che mi circondano…”)
    e ci si chiede se si sarà degni di “un rapporto di amore con una persona che ti stia davvero a cuore”.
    Questi turbamenti portano però in sè anche molte risposte. Hai capito che non è opportuno dare troppa fiducia “a priori” alle persone che ti circondano, che è necessaria prudenza nel giudicare il prossimo e che non si può regalare il proprio cuore ai primi che passano che possono farne buon uso ma anche restituirtelo in mille pezzi. Hai imparato che bisogna scegliere amici sinceri e affidabili piuttosto che ragazzi simpatici che però non ti danno nulla. Hai imparato che nella vita bisogna sempre pensare alle conseguenze di quello che si dice e si fa.
    Per quanto riguarda l’amore non darti pena: hai solo 17 anni, che fretta hai? Hai tempo per stancarti dell’amore, perchè cominciare adesso? Solo perchè ti hanno già fatto la lezione di educazione sessuale a scuola non significa che devi per forza avere una ragazza. Almeno, non prima di avere incontrato quella che ti fa battere il cuore…
    Auguroni.

  7. 7
    daniela -

    la vita non è mai bella….ogni persona a suo modo a dei problemi…io ad esempio sono una persona che indossa perennemente una maschera….voglio far sembrare alla gente che sono felice e che tutto vada bene,ma in realtà non è affatto così…ma nella vita bisogna essere forti…io devo essere forte,mia madre è depressa perchè mio nonno sta molto male e dio solo sa quanto anche io stia male…ma questo lo devo tenete per me…io devo essere un pilastro di sostegno per mia madre,per farla sentire meglio…avvolte mi viene addirittura la voglia di essere rapita dagli alieni per andarmene via da qui….ma dopo penso e mi dico,che sto sbagliando a ragionare così…perchè io sono forte….e lo devo essre per forza per aiutare mia madre…e per fargli capire che non è sola….perchè ci sono io….

  8. 8
    Goo -

    Brava Daniela, un giorno tutto questo sforzo sará ricompensato da Qualcuno

  9. 9
    simonetta6 -

    mi sento come te..! vuota dentro,con tanta e sola voglia di morire..
    perchè continuare a vivere??per chi?!
    se vuoi parlarmi puoi scrivere a: simobert94@hotmail.it
    un bacione!

  10. 10
    stefania -

    ciao..
    sai, a leggere la tua lettera, sono rimasta sbalordita.
    sono le stesse cose che sento io dentro. uguali e identiche.
    ho 17 anni anche io, anche io ho perso delle persone care e anche io credo che per vivere cosi a 17 anni tanto vale salutare tutti e buona notte……
    ti dico solo che sono convinta che prima o poi riusciremo a sistemare tutto..dobbiamo trasfrmare il nostro dolore nella nostra ricchezza. queste esperienze che ci capitano ci rendono migliori di quelli che invece si trovano la pappa pronta. noi abbiamo 1000 ostacoli in piu, ma abbiamo anche una marcia in piu. basta riuscire a prendere il meglio da ogni situazione.
    ti auguro tanta fortuna, davvero. e ti posso capire, se questo ti puo consolare. qualcuno che ti capisce c’è sempre, serve solo un po di fortuna per trovarlo. tante belle cose, e s vuoi contattami. ti ascoltero con piacere. chezy-ste@hotmail.it

    e questo vale per chiunque abbia voglia anche solo di sfogarsi!

    stefania!

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili