Salta i links e vai al contenuto

Morire d’amore

  

Ciao a tutti, mi chiamo Max non ho mai scritto su un forum ma ora sento il bisogno di comunicare con qualcuno.
Spero di trovare in voi una parola di conforto perché dentro di me non riesco a trovarne, ho 31 anni e da 10 vivo una relazione bellissima con la mia compagna, abbiamo sempre vissuto la nostra relazione a distanza abbastanza bene tra alti e bassi come tutte le coppie normali, sono un sottufficiale dell’esercito e abbiamo iniziato la nostra storia quando è iniziata la mia carriera. Il mio lavoro mi ha portato ad esserle spesso lontano, e tra missioni e corsi per avanzare di grado sono stato parecchio assente, tutto questo l’ho sempre fatto con l’intenzione di creare un futuro stabile per noi due. Al momento sono in missione in Afghanistan e da una ventina di giorni la sentivo un po’ distante, una settimana fa mi ha detto che non è più sicura di nulla e che le girano un sacco di cose per la testa, oggi mi ha detto: lasciamoci per ora, voglio vedere se veramente mi manchi tu o la telefonata, voglio vedere che significa vivere senza di te, ne parliamo di persona quando torni. Mi rimprovera di non aver creato niente in questi 10 anni, di non aver avuto ancora un figlio, lei ha 37 anni e la capisco, ma proprio ora che ero riuscito a stabilizzarmi con la sede in cui lavoro, ora che avevo deciso di prendere un appartamento più grande per fare spazio alla famiglia, ora che stavamo cambiando macchina perché i passeggini in quella vecchia non ci entrano, perché? Lei mi ha detto che in questi anni ha vissuto con me una relazione fatta di telefonate, è vero non abbiamo vissuto il quotidiano ma quest’inverno siamo riusciti a passarlo tutto insieme ed è stato stupendo: tornare a casa e trovarla che mi accoglie col suo sorriso è stata la cosa più bella che riesco a ricordare in 31 anni di vita.
Oggi sono morto dentro, in questo momento vorrei solo saltare in aria su una mina in uno sbuffo di polvere, non so cosa farò quando tornerò a casa, ho paura, ho paura di perderla per sempre, ho sbagliato, non ho capito le sue esigenze, ho pensato di fare bene e invece… ho paura di tornare, guardarla negli occhi e sentirmi dire che è finita. Non so cosa potrei fare, mi è crollato il mondo addosso il mio futuro è lei, io da solo non sono niente, non sono nessuno, niente ha più senso vedo tutto nero e non riesco a pensare.
Scusate se vi ho tediato con i miei problemi ma qui sono solo, devo stringere i denti e tirare avanti perché la situazione me lo impone, non posso parlarne con i miei amici e con la mia famiglia perché li farei preoccupare più di quanto non lo siano già, grazie in anticipo a chi vorrà darmi una parola di conforto.

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

7 commenti a

Morire d’amore

  1. 1
    Rospo -

    Ciao, comprendo la tua sofferenza, ma non ti abbattere.
    Sei un uomo forte, non hai paura di batterti contro la masnada dei talebani e dei jihadisti di Al Qaeda. Lo so che questo è un nemico “esterno” e concreto che puoi riempire, all’occorrenza di ogive 7,62, mentre il dolore che hai dentro è tanto inafferabile quanto straziante.
    Resisti e cerca di capire le reali motivazioni che hanno spinto la tua donna ad una simile decisione e resta in attesa.
    Lo so che è duro e difficile, ma ce la puoi fare.
    Per favore, non desiderare di salire su una mina antiuomo anzi fa di tutto per evitarle, cosa già molto difficile perché non sono facili da individuare.
    Ricordati che da Italiano sono orogoglioso di voi ragazzi in missione all’estero: siete la parte migliore di questo Paese.
    Ciao, ti abbraccio e teniamoci in contatto.

  2. 2
    mack -

    Grazie, grazie davvero, avere qualche parola di conforto in questo momento è importantissimo per me. Purtroppo sono qui e non posso fare altro che aspettare e pregare che tutto si risolva per il meglio. E’ bello sapere che ancora qualcuno in Italia è orgoglioso di noi e non ci considera dei mercenari, grazie anche di questo.

  3. 3
    marco74 -

    ciao mi chiamo marco e anche io o avuto un esperienza simile non ti abbattere non sei solo e non sei il primo a passare in queste situazioni difficili sei lontano impegnato a combattere per il bene delle persone e per la libertà. sicuro che sei via spesso e tu sei felice quando rientri e vedi tua moglie e la luce e la forza che le ti da… ma ti sei dimenticato che tutte le volte che tu parti porti via la tua luce e la tua forza da lei… comunque mi sembra di aver capito che ai fatto molto per lei volevi migliorare la tua situazione finanziaria… posso solo dirti che la verita e che un rapporto si basa non sulla dipendenza uno dal altro ma la tua forza piu un altra ti fanno sentire piu grande sbagliato!!! tu sei grande anche da solo per quello che fai per quello che sei per quello che dai e per come riuscirai ad affrontare questa tua situazione sentimentale… non ti sentire giu non sei solo i problemi arrivano e vanno risolti nel miglior modo possibili anche se sono un grandissimo scassamento di minnnnnnnnnn

  4. 4
    rossana -

    mack,
    mi dispiace molto per quello che ti sta succedendo, soprattutto perchè sei lontano.

    magari è solo un temporale, e mi stupisce che una donna più “grande” di te te ne parli al telefono e non attenda invece di esprimerti le sue rimostranze di persona.

    quando ti è possibile avere una licenza? perchè non avete pensato di avere un bambino? 37 anni per una donna sono già parecchi, e vivere sole è forse meno facile per lei che per te, che sei in mezzo a molti compagni.

    parlare e discutere sempre su ogni difficoltà o desiderio è la strada maestra per non perdere mai di vista gli interessi comuni ma anche quelli importanti che riguardano anche uno solo dei due… cerca di rimediare, se puoi.

    te lo auguro di tutto cuore.

  5. 5
    gio -

    Hai provato a parlare con lei esprimendo tutti i progetti che volevi realizzare per voi e chiedendogli scusa per quanto l’hai fatta soffrire senza rendertene conto, per la tua assenza, se lei non è piu’ disposta e stare con te pensa che sia meglio così che non piu’ avanti, adesso lo so’ è dura combattere con i ricordi le abitudini e le paure, ma a volte quello che ci succede ci fa cambiare maturare per esperienze future. Tanta gente come te vorrebbe avere la possibilità di rimediare di far andare bene il rapporto ormai perso sfuggito dalle mani, ma se questa possibilità non ci viene data vuol dire che quella strada non portava piu’ da nessuna parte.

  6. 6
    mack -

    Ma come faccio? come faccio a concepire una vita senza di lei? Le ho detto i miei progetti per noi due, lei mi dice che si sente persa, senza punti di riferimento senza me e che si sente male , ma mi dice anche che è sicura che passerà il resto della sua vita da sola. So che le fa male dirmi queste cose e che soffre veramente per me e per come mi sento, io le ho detto che per lei ci sarò sempre e comunque e che se questo dolore che provo ora non importa se alla fine capirà che mi ama ancora, come posso fare a riconquistarla? Io sono veramente disposto a tutto, le ho detto che se serve mi congedo torno da lei andiamo a vivere dove vuole ma mi ha detto che non vuole che mi rovini la vita, ma senza di lei non è vita. Ho bisogno di aiuto e non so a chi chiederlo, non posso nemmeno piangere in pace, ogni tanto torno in stanza con una scusa mentre gli altri non ci sono e piango, penso a ciò che è stato e che forse non ci sarà più, poi torno al lavoro, e dò la colpa alla polvere per gli occhi rossi. Ho la testa che mi scoppia e l’unica certezza che ho è che non ho più niente. Scusatemi per lo sfogo ma scrivere mi aiuta un pò a scaricare la tensione, e sapere che ho almeno una “spalla” virtuale su cui piangere mi aiuta, per quanto possibile, ad andare avanti.

  7. 7
    rossana -

    mack,
    credo abbia ragione lei: non sarebbe giusto che ti congedassi e rinunciassi alla tua scelta di vita. potresti trovarti congedato e da solo lo stesso.

    mi sembra anche improbabile che resti da sola per sempre. sono cose che si dicono per rendere meno doloroso il distacco da qualcuno a cui si è voluto e si vuole ancora bene.

    se è stata innamorata di te e sta soltanto attraversando un momento di crisi, cerca di starle vicino, senza essere invasivo, e sappi attendere. a volte è la strategia migliore.

    sfogati pure, quando e come vuoi: non può che esserti d’aiuto.

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili