Salta i links e vai al contenuto

Se questo è un medico: la penicillina sparita dalle farmacie

Lettere scritte dall'autore  robisanti

Eppure sono Medici, ma non fanno nulla per risolvere gravi problemi di salute dei Cittadini. Eppure sono Assessori alla Salute e non fanno nulla per risolvere i problemi di salute dei Cittadini. Eppure sono Direttori Generali di Aziende la cui mission è garantire la salute dei Cittadini.
Lanciò l’allarme un anno e mezzo fa il Dott. Roberto Santi, che dirige il Servizio Medico del Carcere di Chiavari e nessuno rispose. Nessuno fece nulla.
Di che si tratta? Della penicillina.
Un farmaco usato per combattere le infezioni da streptococco nella gola, anche nei bambini, e la sifilide, malattia in forte crescita in tutto il Mondo.
Eppure è successo.
Nel 2010 la penicillina era disponibile in fiale di polvere da diluire con acqua distillata: costano circa 1,90 euro l’una. Un ciclo è di 10 fiale e costa 19,00 euro.
Di colpo, nel 2010, il farmaco sparisce. Non si trova più in farmacia: migliaia di malati, e il loro genitori, iniziano la penosa ricerca.
La faringite streptococcica può dare guai seri: l’infezione può trasferirsi al cuore e dare gravi difetti delle valvole e ai reni, dando nefriti che possono condurre alla dialisi.
Il Dott. Santi, che ne ha bisogno perché la sifilide lì è molto presente nell’ambiente carcerario, scopre che Eurogenerici, distributore della Penicillina per Bayer, ha i magazzini pieni di scatole da 50 flaconi e costano 0,76 euro l’uno.
Sono “confezioni ospedaliere” e solo una ASL o un Ospedale li può comprare. Ma loro non li comprano. Le farmacie non li possono avere. Il Paziente non riesce a procurarsela.
Basterebbe che ogni Ospedale si procurasse queste scatole e rivendesse i flaconi al prezzo di costo: operazione a costo zero, ma con grandi benefici.
Il Medico del Carcere propone questo al Ministro della Salute e all’Assessore ligure Montaldo. Silenzio.
E i Pazienti disperati cercano in Internet la soluzione, ma non la trovano.
Nel frattempo, la Bayer esce con una confezione nuova della penicillina: è in una siringa preriempita e già diluita pronta per l’uso. Ha il difetto di costare 24,00 euro a fiala. Un ciclo costa 240,00 euro contro i 19,00 di prima.
La crisi e l’avidità dell’industria farmaceutica impedisce a molti di curarsi.
Chi ha una infezione da streptococco in gola rischia endocarditi con gravi esiti sulle valvole cardiache o nefriti con esiti di insufficienza renale che porta alla dialisi.
Inoltre: se i Pazienti sifilitici non possono curarsi è verosimile che l’epidemia si diffonda.
Eppure flaconi da 0,76 euro l’uno giacciono nei magazzini di Eurogenerici. E solo gli Ospedali potrebbero comprarli e darli ai Pazienti, ma non lo fanno.
Se questi sono medici…

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook: Se questo è un medico: la penicillina sparita dalle farmacie

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Salute

1 commento

  1. 1
    AAA -

    Grazie per aver scritto

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili