Salta i links e vai al contenuto

Libere di vivere!

Lettere scritte dall'autore  
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 4 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

18 commenti

Pagine: 1 2

  1. 11
    Rocco -

    E te ne sono grato! E ti assicuro che sappiamo tutti, ahimè, che esistono i mali terribili ed incurabili, a questo mondo!
    Nemmeno io volevo mancare di rispetto, credimi.
    E posso comprendere il tuo punto i vista.
    Solo, non comprendo come anche tu, come la maggiornza, cadi nel tranello che di tendi da solo e che mostri in tutta la sua chiarezza quand dici: “E comunque quando per tele cè un programma che non mi interessa,uso il telecomando e cambio…”!
    Spero senza accorgertene, hai cercato di ammonirmi dicendo “oh, se non ti garba, leggi e smamma!”. Un atteggiamento che è permesso ma che, se fossi coerente adotteresti anche per te stesso invece di indaffararti a rispondere alle centinaia di post che, a torto o a ragione, dicono cose che non ti trovano d’accordo o che ti colpiscono e con i quali trovi gisuto “dibattere”, dialogare, anche polemizare.
    Non so, perdonami, mi sbaglierò ma trovo nel tuo atteggiamento proprio un bisogno ed una volontà di “imporre”. Sai, siu può imporre anche con il sorriso, a volte!
    Ma resto col beneficio del dubbio, l’unica che ci rende ancora “umani”!

  2. 12
    DAGO44 -

    Ok Rocco,penso che la possiamo finire qui,non è mia intenzione imporre niente a nessuno.Rispondo nei blog dove ritengo di intervenire,come fanno centinaia di persone,altrimenti i blog non avrebbero senso di esistere.
    Spero di trovarti ancora per poter dibattere,e se occorre anche di polemizzare,sempre e comunque con rispetto e civiltà.DAGO44

  3. 13
    aldo -

    DAGO44,
    ci mancherebbe che un malato non suscitasse rispetto!
    Però quando dici;”Purtroppo cè ancora la sciocca maniera di pensare…a mè non tocca,è toccato a tè..”
    non mi trovi per niente in sintonia.
    Come fai a dire questo?E’ un tuo modo personale di pensare ?
    Io penso “POTREBBE” toccare anche a me.

    Io posso testimoniare sulla mia pelle del mio male,
    per fortuna non fatale, ma cronico e debilitante,
    ci sono persone che ti ascoltano un pò e poi “senti che cambiano canale”
    ti assicuro che ricevo
    comprensione da tanta gente, ma l’empatia ,cioè l’immedesimarsi ,il vivere l’altro, la trovo specialmente in chi si trova in uno stato
    di sofferenza simile.
    In sintonia perfetta con Qualità per la doverosa lotta per vivere …
    e dignitosamente aggiungerei.
    Con questo voglio dire che non posso pretendere che gli altri si portino a casa il mio problema, ma chi è preposto e pagato per cercare di risolverlo, pretendo che lo risolva.
    Per l’insegnamento:, personalmente penso anche tu, rocco,qualità,mari,lilli
    mi insegnate qualcosa.
    ciao.

  4. 14
    qualità -

    Ammirevole Aldo!
    Anche perchè, farsi carico dei mali del mondo è per prima cosa impossibile, secondo è sbagliatissimo e terzo e disumano e contro ogni logica di “continuazione” e di preservazioen della specie umana.
    E lo dice uno che si rietiene “ammalato” di sensibilità e per il quale l’empatia innata gioca continui “coinvolgimenti” involontari, di cui cerco di farmene carico se posso ma dai quali cerco anche di prendere le distanze, conscio che non sono “colpevole” dei malanni altrui e che, anche se può sembrare un’affermazione “pesante”, ho impaarato sulla mia pelle e su quella di parenti, amici e conoscenti che quando arriva “un male”, o quando questo dev’essere gestito in modo “cronico” non si può pretendere di avere comprensione perebbe e disponibilità da “altri”!
    Concordo poi in maniera totale con la concezione (sempre troppo disattesa) che chi è preposto a vario titolo alla cura e all’assistenza di “noi” (prima o poi) malati debba possedere le necessarie attenzioni e professionalità per sapere affrontare con coscienza il proprio lavoro, al servizio della comunità (peraltro da lui scelto, si spera, e comunque remunerato).
    E dato che dire ciò che già si pensa, sempre con il dovuto rispetto, non significa fare del male ad alcuno, ribadisco che la lettera d’apertura di quwato post, pur TOTALMENTE rispettabile e “comprensibilie” non dovrebbe essere presentata e sottoposta con quest’enfasi da “caso umano eccezionale”. Si muore tutti i giorni, in ogni paret del mondo, nella maniera più o meno dignitosa che le condizioni permettono.
    SApere che un gruppo di Donne ce l’ha fatta o che, non avendocela fata, ha voluto comunque lasciare un segno, è bello e umanamente condivisibile, ma, abbiate pazienza, non vedo quali spunti o notizie o sensibilizzazioni maggiori dovrebbe dare agli altri “partecipanti alle pene quotidiane” la lettura di un libro del genere.
    CVhe è e resta soprattutto una necessità dignitosissima delle autrici le quali, ahimeè, nel bene o nel male non ne ricaverebbero alcun beneficio anche se il loro libro vendesse un miline di copie!
    A risentirci

  5. 15
    DAGO44 -

    Anche tu ALDO mi hai insegnato qualcosa,leggendo il tuo post,evidentemente inizialmente sono stato frainteso,o meglio ancora mi sono espresso male.Ti chiedo scusa.Mi piace il tuo modo di scrivere,anche tu QUALITA’ spero che scriviate ancora qua,io da oggi riesco a connettermi adesso(sono quasi le 20.)Se non mi sentite il problema è il P.C.grazie ragazzi delle vostre testimoniaze.DAGO44

  6. 16
    aldo -

    DAGO, non devi scusarti,

    Hai visto da vicino la sofferenza e il coraggio di come si lotta contro il male, sei uno “sensibile” e ti sei appassionato ed entusiasmato nel
    testimoniarlo.
    Io forse avrei fatto la stessa cosa.

    A quelle donne va tutta la nostra solidarietà e incoraggiamento
    e GRAZIE A TE, che ci hai fatto conoscere la loro storia, si sentiranno meno sole.
    ONORE alle varie figure sanitarie se oltre alla loro bravura professionale ci mettono anche il cuore.

    Ps: non temere le critiche, scrivi sempre quello che “senti”.!!!
    Un abbraccio.

  7. 17
    aldo -

    Aspettando DAGO44…………….

  8. 18
    DAGO44 -

    Ho vari problemi di connessione,ancora ladsl non cè e quindi diventa svilente e avvilente cercare di connettersi a un sito,ma ci sono e quando posso e riesco vi leggo e rispondo.Se hai letto i miei post non ho paura a mettere per iscritto i miei pensieri.Grazie Aldo comunque.Ho cambiato gestore per internet,Appena mi arriva nuovo modem e posso muovermi meglio risponderò al più presto.Saluti DAGO44

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili