Salta i links e vai al contenuto

Ho lasciato e ho tanta rabbia che non passa!

Lettere scritte dall'autore  non trovo pace
La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

15 commenti

Pagine: 1 2

  1. 11
    michelle -

    La rabbia passera`, siete stati insieme 14 anni e` normale che ti serva tempo per andare avanti.
    Hai passato un anno da sola a rimuginare sull’accaduto, ora basta! Fatti forza e vai avanti, pensa che e` meglio stare soli che con una persona al nostro fianco che ci fa sentire ancora piu` soli!
    Guardati intorno, fai nuove conoscenze e chissa`.. magari troverai presto qualcuno che ti fara` provare forti emozioni e sentimenti..

  2. 12
    LisKop -

    Scrivo con molto ritardo rispetto agli altri e non so se qualcuno vedrà il mio commento…
    Tuttavia, mi ha colpita molto la maturità delle parole scritte da J.J Bad, che condivido pienamente.
    Le scelte che subiamo – cosi’ come quelle che facciamo – hanno sempre delle conseguenze sulle persone coinvolte; e queste, essendo appunto persone, e non oggetti, possono risentirne profondamente a livello emotivo, sentimentale e psichico.
    Per questo, qualsiasi siano le motivazioni o condizioni, qualunque sia il momento, che tu sia colui che lascia o che viene lasciato, la cosa che a mio avviso rimane fondamentale è dimostrare rispetto. Rispetto per la persona che hai di fronte e con cui hai condiviso tanto, ma rispetto anche per se’ stessi.
    La scelta di mettere fine ad un rapporto è assolutamente legittima, e non si discute, ma il modo in cui si agisce nel farlo è invece molto spesso discutibile! E bisogna tenere a mente che una volta distrutto il legame, persa la fiducia, creato un dolore profondo e rabbioso, non si torna indietro.
    In un momento cosi’ delicato per entrambe le persone coinvolte, nessuna decisione dovrebbe essere presa troppo velocemente e senza pensare alle possibili ricadute.
    A volte anche le piccole cose, come prendere il tempo di parlare con calma, o ascoltare con piu attenzione cio’ che l’altro ha da dirci possono risparmiare veramente tanto dolore e tanta rabbia!!
    Oppure, come nel mio caso, avere almeno la decenza di lasciare la persona con cui hai condiviso la tua vita per 17 anni gurdandola in faccia e parlandoci, e non con una mail!
    Dopo 10 mesi, non riesco ancora a farmene una ragione…

  3. 13
    Actarus2011 -

    Ciao,

    anche io penso che il rispetto sia tutto però ho anche imparato che il rispetto è un concetto soggettivo.
    La verità a mio parere è che non esiste un modo “giusto” per chiudere una storia, quando si lascia (o si viene lasciati) è sempre molto difficile e si rischia sempre di fare più male del dovuto.
    Al giorno d’oggi ci si lascia troppo per noia dite? Non la vedrei così. Non esiste peggiore gabbia di una storia in cui non ci si ama abbastanza ma nonostante questo si sta insieme perchè culturalmente è bene fare così. L’infelicità generata è enorme e la vita viene vissuta solo a metà.

    @non trovo pace non so a che punto tu sia adesso del tuo percorso ma capisco che chiudere una storia sia una cosa estremamente complicata soprattutto per le ragioni che hai espresso tu.
    Si vede che da una parte cerchi di dare responsabilità a lui ma dall’altra forse non hai avuto ancora la fortuna di incontrare qualcuno che ti distraesse da tutto questo.
    Fai corsi, balla, fai sport, cerca di ampliare il tuo giro e pensa che se lui è riuscito a voltare pagina devi riuscirci anche tu! Un abbraccio!

  4. 14
    Kate -

    Ciao,

    Io penso che il modo in cui si lascia è dettato dalle condizioni in cui si è vissuta la storia..parlo dei periodi finali..terminare con rabbia vuol dire aver sopportato tanto, aver accumulato rancore..il rispetto ti è stato mancato già a te per prima..esplodere ti porta a fare tanti errori, anche se con quella persona hai condiviso tanto..anzi è proprio per quello..perché la delusione nasce prima della rabbia..e quando una persona ti delude dopo tutti questi anni, ti dà per scontata, non prende una decisione..be..parlare di rispetto per chi viene lasciato è un concetto chcveramenteeveramente diventa veramente soggettivo..se scoppi di rabbia è perché già tu sei stata trattata con NON rispetto..poi la rabbia è frutto del combattimento interno..sai cosa vuoi, lui!Ma non lo vuoi più con la testa..perché ti manca di rispetto..non ti dà quello che vuoi..e magari crede anche di essere nel giusto..i sensi di colpa sono purtroppo una prerogativa di chi lascia, sono quelli il vero dramma..anche se credo che chi scoppia a fine rapporto non sia giusto che debba provare anche i sensi di colpa..perché ha già sofferto abbastanza prima, nell’indifferenza di chi vedeva, sapeva e non ha mosso un dito..lui compreso..

  5. 15
    Rdf -

    Scusa fammi ricapitolare :tu lo hai lasciato , lui ti scriveva le letterine e tu stic…i (avevi già un altro/altri Vero?) …e adesso vorresti odiarlo perché grazie al cielo si è lasciato te alle spalle dopo aver sofferto per te e la tua indifferenza , essere stato tradito, umiliato ed abbandonato dalla donna a cui aveva dedicato 14 anni della sua fottuta esistenza ??!

    Tu lo Odi?? Roba da pazzi, anzi da pazze , egocentriche e malvage

    X lo meno un po’ di giustizia, ben ti sta. Non si butta via con tanta presunzione ciò che ti era stato assegnato . Hai fatto del male ad una persona che ti amava e ti era stata affidata dal cielo , nonostante tutto pretendete sempre di state al centro dell attenzione Ma chi vi credete di essere ? Appena uno lascia un attimo L acceleratore subito cornificato ed abbandonato , vomito

    È giusto che tu finisca da sola per quel che hai fatto ad una persona che ti amava e ti ha dato la Sua vita (14 anni) …ma ben ti sta davvero…CI GODO da morire brutte streghe malvage e capricciose viziate

Pagine: 1 2

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili