Salta i links e vai al contenuto

Lasciata per un’altra

Lettere scritte dall'autore  joypaper

Buona sera a tutti , avevo già scritto in precedenza su questo forum in cerca di un po’ di supporto e qualche buon consiglio . Sono una ragazza di quasi 25 anni che nell’ultimo anno ha dovuto affrontare non poche difficoltà. Faccio un breve sunto per far comprendere meglio la situazione . Nell’arco di 2 mesi mia madre ha avuto un ictus emorragico con conseguente coma di un mese (la situazione oggi è migliorata , ma inutile dire che la donna che vi è ora non è quella di prima e purtroppo , la sofferenza e il dolore nel vedere la propria mamma che ,da forza della natura diviene una meba che è in sola attesa di giungere alla sua morte per bloccare le sue sofferenze , è straziante ) , nello stesso mese un mio amico , in seguito ad un incidente stradale ci ha lasciato (aveva 23 anni , anche qui le parole da dire sono veramente poche perché si parla di tragedie che ti lasciano un vuoto dentro) ed infine ( non scherziamo nei mesi successivi sino ad oggi è successo di tutto ma per fortuna non di questa portata) il mio compagno dopo 4 anni e mezzo ha deciso di mollarmi come una pera secca , dopo avergli dato corpo ed anima, ( e qui non scherzo perché se solo me lo avesse chiesto dall’amore che provavo per lui avrei scalato mari e monti ) oltretutto per un altra ragazza che io ho conosciuto. A detta comune , la ragazza di colpe ne dovrebbe avere ben poche , ma essendo ben razionali , le colpe le ha anche lei , essendo ben conscia di tutto . Ed in vita mia mi hanno sempre insegnato che il rispetto definisce il tipo di persona che si è , ma possiamo parlare anche di un semplice buon senso. Ora a distanza di un anno , io soffro ancora tanto perché il dolore , il vuoto , l’umiliazione che ho provato a causa sua mi hanno e mi stanno stravolgendo completamente la vita , unitamente agli altri fattori . Sono caduta in una forte depressione , molto spesso pensando anche al suicidio come via per liberarmi , ma poi torno lucida e ben comprendo che non sia la via giusta , ma non per me , per i miei genitori . Io chiedo a voi di darmi qualche consiglio per riuscire finalmente a superare tutto ciò . In quest’anno nonostante tutto sono andata avanti ho maturato abilità e consapevolezze che ero ben lungi dal considerare , ho quasi terminato il percorso universitario magistrale e ho fatto di tutto per aiutare la mia famiglia , che ovviamente a me non è stata vicina perché i problemi di mia madre vanno al di sopra. Ho anche iniziato a frequentare un mio collega che mi ama da morire , ma io purtroppo no , sono diventata ghiaccio , lo associo al mio ex compagno .Scusatemi se mi sono dilungata così tanto , e vi ringrazio per chi spenderà del tempo per consigliarmi ed ascoltarmi .

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook: Lasciata per un’altra

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Famiglia - Me Stesso

6 commenti

  1. 1
    Ponny81 -

    Ciao joypaper,
    comprendo il brutto periodo che hai passato e che magari ancora adesso ti pesa dentro e che spero superai presto.
    Per quanto riguarda il tuo ormai ex ragazzo: dovresti maturare il concetto che non ti amava e dunque ha preso un altra strada, vedila come una fortuna per te, nel senso che non era l’uomo giusto e che prima o poi ti avrebbe mollata, a questo punto meglio che sia successo prima.
    Per quanto riguarda il tuo collega: frequentalo normalmente in amicizia e poi si vedrà… il futuro è imprevedibile.
    Per il resto fatti forza, dopo una salita seppur lunga arriverà una discesa, non pensi?
    In bocca al lupo
    un abbraccio

  2. 2
    Captain Rhodes -

    Sai tu come sono andate le cose. Ma se ora ti senti così, ti consiglio di non perdere ulteriore tempo ed energie a ripensare a quel che ti è successo. Il rancore non è un buon compagno e rischa di condizionare i tuoi comportamenti e compromettere anche i tuoi rapporti futuri. Vedi quello che stai facendo con il tuo collega: inutile dirti che con lui stai sbagliando. Con questo non ti sto dicendo che devi perdonare o dimenticare chi ti ha fatto del male, anzi… Tieni sempre a mente che nella vita capita di trovate merde per la strada. Basta non pestarle.

  3. 3
    Golem -

    Joypaper. Sei stata un po’ più sfortunata della media, soprattutto per le disgrazie che hai dovuto subire, che non per l’abbandono che sembra affliggerti. Questo rientra nella norma alla vostra età, anche per le modalità con cui è arrivato. Ci si sveglia un giorno qualsiasi e improvvisamente non si è più innamorati di Pinco o di Pallina. Perchè, anche se non ti sembra possibile, l’innamoramento, specie nei maschi, NON mette radici nell’anima, ma in altri luoghi di solito meno nobili.
    Auguri per la mamma piuttosto. Per il tizio che ti ha mollato non che un distratto pensiero da compagno di viaggio.
    Quanto al collega che ti “ama da morire”, stacci attenta. Quei fuochi così “intensi” di solito finiscono comd sono iniziati dopo che ai “piromani” di quel genere gli si “concede” “quella cosa” che spegne “certe” fiamme “d’ammore”, semplicemente perchè non erano d’amore.
    P.S. pure il mare avresti “scalato” per un pirletta del genere? Sì, pirletta, perché quando ti sarai calmata è cosi lo vedrai finalmente. Perchè quello era.

  4. 4
    Yog -

    Se non ti piace il tuo collega, c’è poco da fare: si può portare l’asino alla fontana, ma se non vuol bere non se ne fa nulla.
    Consolati pensando che dopo la pioggia viene il sereno: osservazione saggia di un ignoto filosofo che finì i suoi giorni sepolto da una slavina in un giorno in cui il sole la faceva da padrone.

  5. 5
    rossana -

    Joy,
    per la tua giovane età le tre mazzate che hai raccontato non possono che averti fatta barcollare parecchio.

    sei stata brava a non lasciarti andare, a proseguire il percorso di studi e a dare supporto alla famiglia, rendendoti conto che la tua sofferenza per essere stata lasciata non poteva avere tutta l’attenzione che avrebbe meritato. penso che di meglio e di più non avresti potuto fare.

    le difficoltà, più sono serie, e più sono rivelatrici di quanto spesso viene anche inconsciamente ammantato nella quotidianità dell’abitudine. raramente i giovani reggono alla sofferenza o sono in grado di dare supporto. non so quanto il tuo stato d’animo possa aver influito sul compagno che si è allontanato.

    da tutto questo affermi di aver derivato la maturazione di “abilità e consapevolezze” che eri “ben lungi dal considerare”. qualcosa di cui avresti fatto ben volentieri a meno ma che ora ti saranno molto utili nell’affrontare la fragilità di tua madre e nel reimpostare il tuo futuro.

  6. 6
    Bottex -

    Credo che qui ci sia stata una sfortunata serie di eventi infausti. Mi dispiace molto per tua madre e il tuo amico. Purtroppo, nello stesso momento il tuo ragazzo ha capito che gli piaceva di più un’altra ed ha agito di conseguenza. Non avresti potuto farci nulla se lui ha preferito lei a te, le relazioni non si possono “forzare”. Sono cose che succedono, un vero peccato che a te sia capitato in un momento così infelice. Certo, lui avrebbe potuto essere forse più comprensivo, vista la situazione in cui ti trovavi, d’altro canto quella ragazza non sarebbe rimasta libera per sempre… Insomma, nessuno ha veramente colpa. Incluso quel collega che dici che ti ama. Quindi, credo che dovresti lasciarti andare un po’ e vedere magari come va con lui. Nella peggiore delle ipotesi, lo lascerai.
    Non voglio affatto sottovalutare il tuo stato d’animo e la tua depressione, ma per uscirne dovrai fare uno sforzo anche tu. Vedrai che arriveranno tempi migliori, non può piovere per sempre. Saluti.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili