Salta i links e vai al contenuto

La mia relazione con una borderline

La lettera è pubblicata a Pagina 1

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

18 commenti

Pagine: 1 2

  1. 11
    Anna81 -

    ciao a tutti… ho letto questa lettera con estremo interesse perchè mi piace la psicologia, mi piace la psichiatria e mi interesso tanto di queste cose. il disturbo borderline di personalità è un distrubo riconosciuto ma non è scientificamente provato come la schizofrenia o la depressione bipolare. è un distrubo più sottile di cui tutti noi più o meno ne soffriamo e penso sia ovvio che sia cosi… lo stress, la società in cui viviamo, il continuo mutarsi delle cose… insomma, siamo tutti vittime di quest’epoca dove non si capisce più bene dove si sta andando, dove si sono persi i valori concreti per inseguire idee e ideali talvolta contorti e senza molto senso… il disturbo borderline di personalità è un disturbo dell’umore, niente di più, c’è chi è più predisposto ad avere crolli c’e’ chi è più equilibrato o per lo meno cerca di esserlo… l’utilizzo di droghe non aiuta la nostra stabilità emotiva quindi quello che consiglierei a questa ragazza è quello di evitare di farsi le canne per cercare di vivere in modo più equilibrato. esistono poi i cosiddetti stabilizzatori dell’umore, sono delle semplici compresse molto utili per chi soffre di sbalzi emotivi… tolgono sensi di aggressività e di angoscia, sono come degli ansiolitici… più o meno.. come vedi ci sono tanti modi per tenere a bada questo tipo di disturbo…magari parlagliene e cercate di trovare insieme una soluzione… in bocca al lupo

  2. 12
    Golem -

    Me la ricordo anch’io una così, bella, anche intelligente, ma altrettanto bipolare. Decideva una cosa e poi entro mezz’ora cambiava idea, e se stavo aspettando una serata “romantica” puoi immaginare come la prendevo, col testosterone giovanile. Squilibri elettrochimici. Quattro mesi e l’ho licenziata senza rimpianti. Peccato perché era veramente bella.

    Il tuo problema non è che quella donna non sia la persona in grado di farti felice, perché su quello puoi scommetterci, ma é che nessuno potrebbe rendere felice una in quelle condizioni. É una condanna di Tantalo.
    Si usa dire border line, ma in realtà quel confine é stato superato da un pezzo. E con un biglietto di sola andata.
    Non cadere nella sindrome del “crocerossino” anche tu. Non la salvi, e in più condanneresti te stesso.

  3. 13
    Vic -

    Anch’io ho conosciuto una ragazza simile.
    Forse questa cosa non è così rara.
    Non è facile staccarsi, certe emozioni
    restano dentro anche a mesi e anni di distanza.
    E ci sono delle domande che resteranno
    senza risposta per sempre.
    Comunque con molta sofferenza la decisione
    è stata presa e non vorrei mai
    più ricominciare questo rapporto,
    benchè non abbia cancellato il suo numero
    di telefono in rubrica, non ci riuscirei.
    Ma so che non la chiamerò mai, anche se ogni tanto
    vado su whatsApp a vedere se è collegata.
    Ormai però riesco a farlo serenamente
    con distacco, anche se le emozioni con
    lei resteranno indimenticabili.
    E’ stata sincera? Un pò si e un pò no.
    Talvolta lei ha mentito , talvolta
    è stata tremendamente e spietatamente
    sincera.
    Lei ha una personalità borderline?,
    beh direi che si può rispondere di si.
    Oramai guardo avanti, ma questa esperienza
    mi ha segnato.
    Sono diventato più diffidente,
    cerco di leggere le motivazioni
    nella mente delle persone.
    Nella vita bisogna anche essere
    capaci di dire di no.
    Purtroppo la sensibilità e l’intelligenza
    portano anche alla sofferenza.
    l’imprevisto fa parte delal vita
    e sconvolge i nostri programmi.
    Vorremmo che tutto filasse liscio,
    ma non è così.
    Bisogna accettarsi come si è con le nostre qualità
    e i nostri limiti, questa è la prima cosa.
    E non accettare di essere come gli altri vogliono,
    ma come vogliamo noi, anche se costa.

  4. 14
    Yog -

    Non giochiamo con le parole. La tipa non è borderline, e non saranno gli SSRI di Anna81 a stabilizzarla. Il suo guaio è che è drogata, il numero di canne che si fa è superiore all’uso occasionale; il cervello se lo è fumato senza speranza di recuperare lo stato iniziale. Dato che è maggiorenne e, si presume, vaccinata, lasciala al destino che si è liberamente scelta. Certo che fa un mestiere abbastanza schifoso e stressante, forse la causa è là: io conosco un tizio che lavora in albergo, ma quello non si fa le canne, però si stronca di narda.

  5. 15
    Angwhy -

    non mi sembra cosi grave,pensa che io lo sono da 50 anni e non se ne è accorto nessuno

  6. 16
    Anna81 -

    No yog, gli stabilizzatori dell’umore non sono degli antidepressivi, quindi appartenenti alla categoria SSRI, ovvero gli inibitori della serotonina. Sono degli antipsicotici, la categoria è diversa. Informati prima di attaccare a vanvera.

  7. 17
    maria grazia -

    Purtroppo devo dare ragione a chi ti dice di lasciarla perdere, perlomeno fino a che non avrà risolto i suoi problemi. Le persone/donne che non sanno essere indipendenti e che hanno un disturbo emotivo di qualsiasi tipo ( tendenza alla prevaricazione o al contrario alla totale sottomissione, dipendenza da droghe/alcool/sesso oppure eccessiva dipendenza psicologica e materiale dall’ altro, inettitudine nello svolgere alcune cose come guidare, intrattenere rapporti sociali o affrontare da sola i problemi pratici ) sono persone indubbiamente segnate da qualche trauma o da qualche psicopatologia e sono destinate a rovinare sia la loro vita che quella di coloro che stanno loro vicino. Il passare da fasi entusiastiche a fasi di negazione (quasi di repulsione ) verso ciò che li circonda, in un continuo altalenare, è tipico del loro modo di essere, così come le manìe di persecuzione e la convinzione che tutti ce l’ abbiano con loro. A volte queste persone te le ritrovi in famiglia in qualità di genitore o congiunto, e in quel caso puoi fare ben poco per rimediare alla situazione; ma tu hai la fortuna di aver avuto una persona così solo come partner. Quindi approfittane, lascia che vada per la sua strada e pensa a riappropriarti del tuo equilibrio e della tua serenità. Se e quando lei “guarirà”, allora ne potrete riparlare. In ogni caso non contrarre alcun vincolo materiale o di condivisione patrimoniale con una persona che ha queste problematiche!
    Poi certo c’è chi confonde l’ emancipazione femminile e la libertà sessuale con il “borderlinismo” e il bipolarismo. Ma questa è un’ altra storia… Ciao.

    Angwhy, ma veramente ce ne eravamo accorti 😉

  8. 18
    iosonoio -

    Il confine è molto sottile. Mollala. Fasi altalenanti così di fretta, sono pericolose. Se fosse stato graduale, sarebbe stato differente.

Pagine: 1 2

Lascia un commento

Max 2 commenti x volta ▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili