Salta i links e vai al contenuto

La mia ragazza mi ha lasciato per uno più grande

Ciao a tutti è un po’ che scrivo della mia storia con la mia ex ragazza, che mi ha lasciato 4 mesi fà dopo due anni dicendomi che non mi amava più , entrambi abbiamo 21 anni. Proprio ieri ho scoperto che adesso si è messa con un suo collega 10 anni più grande, per me questa è la più grande delusione che mi sia accaduta nella mia vita, so che nel mondo ci sono problemi più gravi , ma non riesco proprio a non soffrirne, amavo tanto questa ragazza e non so come l’amo ancora, datemi dei consigli per superare la cosa da chi c’è già passato/a , avete poi ritrovato fiducia nelle persone vi siete rinnamorarmi adesso siete felici ???

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Amore

21 commenti

Pagine: 1 2 3

  1. 1
    Pax -

    non mi è capitato mai una cosa del genere. Hai 21 anni e nella tua lunga vita probabilmente avrai altri eventi ben peggiori di questo. Come per tutte le persone.
    Smettila di piangerti addosso e riprendi a vivere pienamente. Pienamente significa che vedrai dia cose belle sia cose brutte.

  2. 2
    Rossella -

    Guarda, io penso che tante volte nella vita ci affanniamo a inseguire delle illusioni quando la realtà oggettiva è ben diversa. Magari si è accorta che ti stava togliendo la possibilità di esprimerti. Non era felice. Evidentemente non lo era. Non si può vivere guardando quello che fanno gli altri perché al dunque dobbiamo misurarci con le possibilità che sono proprie della nostra natura. Non voglio definirle forze perché sinceramente non mi sento debole in relazione alla natura di un uomo. In questo momento ti parlo della mia esperienza. Eh sì, sono debole perché non riesco a convivere con la viltà di un uomo che non è riuscito a vestirsi di una presunzione e di una superbia che magari non sarei stata in grado di sostenere con il mio carattere, ma che comunque non mi avrebbe relegato nella parte della madre-sorella. Il numero degli uomini presuntuosi e cinici che diventano mariti devoti è abbastanza importante. Ma mettiamoci anche gli uomini che hanno scelto di non contare niente e che, nel bene o nel male, con la loro leggerezza, e con la loro superficialità, al massimo ti danno l’idea di essere perone anaffettive. Ma questo ci può stare quando non ti aspetti la luna da un uomo. Eppure (questa è la cosa che mi fa più arrabbiare) l’idea dell’amore occupa uno spazio talmente importante nelle nostre vite che alle volte sembra possibile recuperare i valori di un mondo rurale ed arcaico che guardava con orrore alla solitudine.

  3. 3
    Rossella -

    Almeno nell’ambiente in cui sono cresciuta i mariti non vengono messi sul piedistallo. Il rispetto è un’altra cosa. Ma pensare, dico solo pensare, che sarebbe possibile per me essere me stessa accanto ad un uomo che mi toglie la possibilità di esprimermi come donna non è proprio possibile. Questo è l’uomo di un’altra donna. Non glie ne faccio una colpa perché ritengo che un uomo come lui nella vita non avrebbe potuto mai sentirsi a proprio agio nella famiglia che ho sempre immaginato. Altrimenti non sarebbe stata un’impresa impossibile! Non avrebbe aspettato tanti anni. Lo vedo come un conformista che non si è saputo scegliere la vita che infondo gli piaceva. Ragion per cui l’altra immagine non mi disturba, perché probabilmente l’altra donna è la sua anima gemella. Molto probabilmente non ha saputo scegliere. Intanto io mi sento un ospite. Non rinuncio ad essere una donna per vivere d’ipocrisia e falsità accanto a qualcuno che m’impone le sue idee. Perché infondo di quello si tratta.Oggi si sente più forte perché fa parte della maggioranza e mi fa piacere per lui… ma indubbiamente quelle immagini hanno ancora più potere su di me.Io non voglio farmi dominare.Nonostante tutto ne conservo un ricordo positivo perché se il punto di vista soggettivo è inattendibile l’oggettività naturalistica ci porta ad accettare l’inconsistenza della realtà oggettiva.Non ci apparteniamo(punto). Non è necessario essere persone virtuose che amano castamente.Si volta pagina con la stessa…

  4. 4
    Yog -

    Rossella, ma adesso usi la doppietta? Da mo’ spari due commenti al colpo…

  5. 5
    Itto Ogami -

    Alcune donne, specialmente italiane, non hanno alcun rispetto per gli altri. La loro lucida follia le porta ad essere il peggio del peggio, guidate dal puro piacere personale e dal raggiungimento dei propri fini.

    In questo caso la persona di cui tu parli era marcia già prima di stare con te, e infatti è marcita ancora di più. Considera inoltre lo schifo immondo rappresentato dal tizio più grande che l’accetta anche se non più vergine. E’ molto meglio così, cerca di rispettare le donne degli altri anche se hai avuto questo trauma. Quando capiterà a te che una zo....etta scondinzolante verrà a farti le fusa, dalle un bel calcio nel culo e rispediscila a casa.

    E’ ciò che tutti gli uomini dovrebbero fare.

  6. 6
    Massimo -

    Sei fresco di rottura e per i prossimi mesi, tutto ti sembrerà nero, arriverà la luce fidati. Tutti gli uomini e tutte le donne ci sono passati, chi lascia, apparentemente sembra andare avanti prima, solo perchè ha avuto più tempo per metabolizzare la separazione, chi viene lasciato deve prender atto di una decisione non sua ecco perchè ti senti in questo stato. Con il tempo starai meglio, anzi molto spesso capita che chi ha lasciato torna sui suoi passi (immagino che adesso tu saresti felicissimo) e chi viene lasciato ha addirittura la forza di respingerla, di dirle “mi dispiace, non provo più quello che ho provato per te, inutile tornare insieme”, ad oggi ti sembra assurdo, fidati che succederà proprio questo.

  7. 7
    Michelle -

    Di delusioni la vita e` piena, meglio prenderne atto ed essere preparati per quello che verra`. In realta` delle prime storie ci si dimentica facilmente, e` quando si cresce che ogni colpo si accusa di piu`.
    Tranquillo che in poco tempo ti riprenderai 🙂

  8. 8
    Sospeso -

    Si mi è capitato, come a miliardi di altre persone. Anche io ho sofferto il dolore della disillusione amorosa di matrice culturale patriarcale e non certo naturale , come miliardi di altre persone. No, non mi sono più innamorato in quel modo patologico da circa 8 anni (anche se ho rischiato di ricaderci con una 22enne che ora rido al solo ricordo)… e credo non mi accadrà mai più perché ho compreso alla perfezione i meccanismi biologici (ma soprattutto culturali) che stanno dietro a questo inganno dell amore romantico di cui tutti sembrano vittime disperate… con le loro storie sempre uguali tra loro e così poco speciali e poco diversi nelle loro noiose e capricciose disperazioni amorose (comune e diffusissima patologia psichiatrica la cui unica cura e’ la consapevolezza del mondo reale ). Sono e saranno tutti dei gran cornuti peggio di un cesto pieno di lumache 🐌, con la loro sciocca e infantile pretesa culturale della proprietà privata su una altra persona e non vogliono arrendersi ne rendersene conto. Sempre cornuti saranno , incapaci di amare veramente se non per pensare solo a se stessi ed al loro ipocrita ed illusorio benessere di stampo patriarcale !!!

  9. 9
    Sospeso -

    ma poi felici di che? Di quale benessere parlate? Ma tutti quellli che ho visto e che conosco … dopo le prime settimane finiscono tutti sempre allo stesso modo. Pure califano c ha fatto una canzone di successo “tutto il resto è noia”

    Una relazione fatta di bugie, tradimenti di pensiero ed anche fisici, convivenze che alla lunga diventano prigioni , accuse reciproche di “avermi rovinato la vita “, figli che creano problemi e succhian soldi, viziati, irriconoscenti, addio libertà , il tutto per vivere in un ambiente depresso e isterico come la famiglia monogamica patriarcale???! Voi credete nella felicità di questa roba?? Auguri buon divertimento

  10. 10
    Michelle -

    Ciao Sospeso.
    Mi e’ piaciuto il tuo commento. Penso anch’io che in generale le relazioni siano tutte simili e non cosí speciali come si crede, e che le sofferenze per amore siano abbastanza patetiche. Pero´ credo ancora che si possa avere una relazione profonda, sana e , perché no, romantica, se si riesce davvero ad accettare le cose per come sono e non ad inseguire un’illusione.
    Credo che l’amore esista ma che non debba essere influenzato dalla societá e dalle idee illusiorie che vengono propagate ovunque.

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili